Mar 26

Domande sul propulsore 2.8T V6

Il conosciuto motore 2.8T V6 con cui viene equipaggiata l'attuale 9-3 Aero (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Riepiloghiamo i dubbi sul propulsore di punta della nuova ammiraglia…

Ormai dal 2006 Saab ha presentato e lanciato sul mercato una motorizzazione V6 a benzina per equipaggiare le vetture top di gamma Aero, propulsore abbandonato (per la 9-3) da quest’anno e piacevolmente proposto sulla prossima ammiraglia 9-5. Da quattro anni il 2.8T v6 è passato da 250cv sulla 9-3 Sport Aero a 255cv e a ben 280cv per la serie limitata TurboX ricevendo vari premi tra cui l’ambito Top Ten Auto la famosa classifica dei dieci propulsori più performanti prodotti segnando una premessa più che rosea per un motore che non sposa completamente la filosofia del downsize molto cara a Saab e ormai di “moda” per gran parte dei costruttori automobilistici attenti ai consumi. Come potrà riconquistare gli appassionati del marchio scandinavo? Ed il 2.8T, confermato sulla nuova ammiraglia 9-5, riuscirà a resistere alle prossime restrizioni ambientali previste nei prossimi anni? Per rispondere a questi quesiti dobbiamo lasciare la parola al “papà” di questo propulsore a Mr. Magnus Hansson Direttore di Produzione di Holden storico costruttore australiano di motori ad alte cilindrate, da cui proviene anche il 2.8T V6 adottato da Saab. L’attuale 2.8T per il costruttore di Melburne è uno dei prodotti di punta ed è adottato anche da altri brand dell’ex galassia americana di General Motors come Cadillac che lo ha utilizzato per muovere il suo recente Suv Srx (concorrente della prossima 9-4X di Saab). Un propulsore che secondo Mr. Hansson deve ancora dare molto al settore dell’automotive ed i prossmi piani di Holden lo confermano, la produzione del V6 a Port Melburne aumenterà nei prossimi sei mesi e ben 105000 unità saranno costruite nel 2010. Una lunga carriera che richiede particolari attenzioni, ogni brand conferma Mr. Hansson richiede varie modifiche i 2.8 di Cadillac non sono identici a quelli di Saab, ogni marchio migliora o perfeziona alcuni elementi per delineare le caratteristiche richieste dalla propria clientela: prestazioni, accellerazione, coppia, ecc… A domande più serrate Mr. Hansson non si sbilancia e conferma che in futuro il 2.8 verrà sostituito, ma è troppo presto per definire quando ed i prossimi requisiti ambientali (l’Euro 5 ed Euro 6) previsti entro settembre 2014 potranno riservargli varie modifiche.