Giu 14

La prova su strada a Trollhättan

Una saab 9-5 My2010 Sedan in prova a Trollhättan (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

L’esperienza di un giornalista Serbo alla guida della nuova 9-5…

Riportiamo queste stupende foto ed i primi commenti pubblicati dal portale Serbo Svakodnevnica blog, una delle prime testate giornalistiche online, dopo Ttela e Reuters, che hanno descritto la prova su strada della nuova Saab 9-5 My2010 a Trollhättan, sede Saab in Svezia. Il blogger serbo invitato da Saab Automobile Ab ha potuto provare la nuova ammiraglia svedese e visitare lo stabilimento di Trollhättan, vero cuore pulsante del brand scandinavo. Riportiamo il calendario delle due giornate deidicate ai mass-media e l’articolo steso da Svakodnevnica blog.

Primo Giorno

  • Arrivo all’aeroporto Landvetter di Göteborg
  • Breve Benvenuto
  • Test drive a Trollhättan
  • Arrivo al Saab Launch Center nello stabilimento di Saab Automobile Ab
  • Presentazioni
  • Meeting con i partner in sede
  • Disponibilità di Media Center e di foto statiche

Secondo Giorno

  • Test drive e Car Handling in pista
  • Breve presentazione sulle prove giornaliere
  • Interviste allo staff in loco
  • Pranzo
  • Test drive finale fino all’arrivo all’aeroporto

L'ingresso della sede di Trollhättan con le Saab 9-5 pronte per il test (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Su invito di Saab Automobile Ab Giovedì mattina sono partito alla volta di Trollhättan (patria del brand Saab), dopo un breve scalo a Vienna sono atterrato a Göteborg. E’ davvero un grande onore essere tra i 250 giornalisti invitati da ogni parte del mondo giunti come saprò poi successivamente in diversi gruppi a Trollhättan. Dopo un volo abbastanza piacevole, un piccolo ritardo a Vienna per aspettare la coincidenza adatta, ma niente di che, dopo un totale di tre ore circa sono arrivato a Göteborg dove mi ha accolto un tempo nuvoloso e piovoso.

Le Saab 9-5 di fronte lo stabilimento Saab (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Già in aeroporto riconosco alcuni colleghi ed un “team di benvenuto” inviato da Saab che ci saluta e ci accompagnerà alla sede principale dove ci attende un rinfresco ed un primo briefing, di cui siamo già stati informati tenuto da un rappresentante del brand scandinavo Saab seguito da una breve descrizione della nuova Saab 9-5. Rispettando le limitazioni di velocità imposte eccoci a Trollhättan dove ci aspetta una flotta di nuove 9-5.

Alcune ammiraglie pronte al test (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Ogni squadra di giornalisti provenienti da ogni paese avrà a disposizione alcune Saab 9-5, dotate del nuovo 2.0 Turbo Diesel da 160cv. Ci vengono descritte brevemente le vetture e le caratteristiche tecniche di cui sono dotate ed eccoci subito al volante. Le nostre vetture sono state dotate di serbatoio pieno, itinerario salato nel navigatore e roadbook con ogni genere di istruzione e dettaglio per gli amanti del “cartaceo”. Saab ha scelto un percorso abbastanza lungo, quasi il doppio del tragitto più breve per dare modo ai giornalisti di saggiare ogni caratteristica della nuova Saab 9-5.

La chiave della nuova 9-5 in prova (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Percorro lentamente i miei primi 200 chilometri in Svezia, rispettando scrupolosamente tutti i limiti di velocità, perché non c’è nessuna tolleranza per gli eccessi e la sanzione prevista per il superamento della velocità prevista di 0-15 kmh è di ben 150 Euro. Una perfetta occasione per godere dei bellissimi paesaggi svedesi. Grazie alle abbondanti piogge cadute il primo colore che colpisce è sicuramente il verde le strade sono circondate da ampi pascoli e boschi di pini e betulle. In queste strade riconosco una Svezia poco abitata, la maggior parte della popolazione vive al di fuori delle città come dimostrano le immagini che superiamo nei chilometri percorsi. Le strade sono impeccabili, infinite e tortuose “al punto giusto”, delimitate da piccole recizioni, ma, purtroppo, è impossibile testare la validità del veicolo a causa delle restrizioni imposte che segnano i 60/70kmh ed un massimo di 110kmh, gran parte del percorso è caratterizzato da una velocità di 50kmh e nelle zone residenziali si abbassa ulteriormente toccando i 30kmh, ma il traffico non è pesante e se si guida toccando la massima velocità permessa le vetture che seguono non superano in modo da non violare il limite, qualcosa di “strano” se si pensa alla Serbia.

Una delle Saab 9-5 in prova su strada (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

La strumentazione della nuova ammiraglia, come tutte le Saab è stata concepita “attorno al conducente” ed è focalizzata su di esso i comandi sono semplificati e raggruppati per funzione permettendo una facile comprensione. Naturalmente, tutte le funzioni principali sono disponibili sul volante come il controllo audio del sistema Harman-Kardon da 11 altoparlanti, il telefono ed il cruise control. In pochi minuti ci si adatta all’interfaccia proposta ed il sistema Hud risulta molto utile ed interessante, l’Hud o Head-Up Display, che proietta: velocità, temperatura e alcuni dati relativi alla navigazione sul parabrezza come negli aerei, per cui non c’è bisogno di distogliere lo sguardo dalla strada, si hanno le informazioni più importanti al centro del propio campo visivo. Il controllo di velocità automatico cruise control permette di togliere il piede dall’accelleratore e godere della comodità della vettura, la trasmissione automatica a sei marce fornisce una guida pacata ed economica, il consumo medio per i 200 chilometri percorsi è stato di 7 litri per 100 chilometri.

Un esemplare di Saab 9-5 esposto al Saab Launch Center (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Dopo l’arrivo a Trollhättan le squadre dei giornalisti sono state ospitate all’interno dell’azienda, esattamante nel nuovo Saab Launch Center, dove da una parete vetrata è possibile ammirare la linea di produzione e vedere gli ultimi veicoli prodotti, in questa stanza verrà presentata la nuova ammiraglia e trà i vari relatori sembra sarà presente lo stesso Ceo di Saab.

Alcuni giornalisti al Saab Launch Center (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Il Presidente e Ceo di Saab Automobile Ab ha accolto i media presenti nel migliore dei modi, Mr. Jan Åke Jonsson ha sottolineato le difficoltà e le prossime strategie attuate da una società indipendente per la separazione da un colosso come General Motors e riprendere il “destino nelle proprie mani”.

Mr. Jan Åke Jonsson Ceo del brand Saab al Saab Launch Center (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Dopo le prime dichiarazione del Presidente Mr. Jonsson, il Global Product Manager di Saab ha esposto i target e gli obiettivi della nuova società Mr. Magnus Hansson, che facendo riferimento alla posizione sul mercato di Saab e ai suoi principali concorrenti, ha descritto i vantaggi e le soluzioni migliori studiate dal management per dare forma agli obiettivi prefissati nei Business Plan.

Ancora Mr. Jonsson durante la presentazione ai media nel Saab Launch Center (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

E’ interessante lo studio effettuato sulle scelte dei consumatori che rivelano come la nuova Saab 9-5 My2010 sia la seconda scelta dei clienti che desiderano una vettura premium dopo l’Audi A6, sua più grande rivale nel mercato.

Una delle due Saab 9-5 nel Saab Launch Center (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

La linea della nuova Saab 9-5 tradisce l’attenzione durante il meeting/presentazione alla stampa ed alcuni colleghi vengono “positivamente distratti” dal design minimale delle due nuove ammiraglie esposte e dalla linea di montaggio che fa capolino dall’altra parte della parete vetrata e permette di scorgere gli interni dello stabilimento svedese.

Mr. Magnus Hansson descrive le strategie previste dal brand scandinavo (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

La parete vetrata del Saab Launch Center permette di vedere la linea di produzione e una Saab 9-5 Sedan My2010 bianca si propone ai nostri occhi, i lavori fremono all’interno dello stabilimento e tutto fa presagire un più che ottimo rilancio del marchio svedese.

La linea di produzione Saab (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Una Saab 9-5 My2010 Sedan bianca ormai ultimata (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Alcuni paraurti pronti all'assemblaggio delle nuove 9-5 My2010 (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Un ultima immagine della catena di montaggio Saab (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Dopo un paio di presentazioni, si conclude la prima giornata di test prevista e dopo alcune battute scambiate con i colleghi ci dirigiamo in direzione dei rispettivi alberghi a Trollhättan. Dopo una cena tradizionale mi reco sulla terrazza dell’hotel da dove è possibile ammirare lo splendido paesaggio che sovrasta la città e scorgere la diga da cui proviene il rumore della famosa cascata che rende questa regione così famosa.

La prova su pista del secondo giorno (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Il secondo giorno dopo esserci ritrovati alla sede centrale di Trollhättan ed aver rivisitato, questa volta con maggiore attenzione l’area produttiva, abbiamo ripreso le nuove Saab 9-5 e seguendo sempre i roadbook proposti abbiamo raggiunto l’area di test, dove effettuare nel migliore dei modi le prove su strada più dure e saggiare le doti delle nuove ammiraglie 9-5.

La colonna delle 9-5 in prova che ha raggiunto la pista di test (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

L’area di Test “Handling Event” ribatezzata da Saab raccoglieva due grossi gazzebo dove si sono svolti i primi briefing con piloti del Saab Performace Team e membri dello staff Saab. Le vetture con le quali abbiamo “macinato” km in questi giorni non sono messa da parte per testare nuove e “fresche” auto, ma riutilizzeremo le stesse.

L'area di briefing sotto uno dei due gazebo (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Il briefing propone ai media presenti il percorso con l’ausilio di una cartina e le caratteritiche dello stesso e serve a anticipare i principali comportamenti delle nuove vetture in test. Un organizzazione perfetta che non lascia spazio a domande o dubbi ai presenti.

Ancora uno sguardo ai gazebo ed alle vetture in test (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

A bordo, si parte! Il Saab Performace Team darà l'intervallo di partenza per mantenere la sicurezza (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

La prova su pista permette di rivedere l’auto sotto un ottica completamente diversa e la stabilità fornita dal telaio si fa sentire dalle prime curve, qualcosa di stupendo che lascia senza parole, anche in versione “Confort” l’auto non si scompone e non lascia il conducente in balia delle traiettorie, in una parola: fantastica.

Una delle vetture impegnate nei test in pista (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Una delle 9-5 pronte alla partenza dopo le ultime raccomandazioni (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

Le vetture vengono fatte partire ad intervalli regolari per permettere a tutte di sfruttare la pista nel migliore dei modi senza infastidire le auto successive. La giornata non è delle migliori e le foto non potranno tradirlo, le nubi coprivano il sole e l’aria era pungente, la pioggia minacciava la prova, ma le 9-5 hanno dimostrato una perfetta tenuta. Siamo stati invitati a scambiarci le vetture ed ho potuto provare il top di gamma la 9-5 Aero da 2.8 T V6 Xwd, se già l’entry level mi aveva impressionato, questa mi lascia senza parole, una volta inserito il controllo elettronico “Sport” l’auto si irrigidisce, ma non da spazio a traiettorie errate, l’ammiraglia da cinque metri si trasforma in un auto sportiva, qualcosa di incredibile da descrivere.

Una Saab 9-5 Aero in pista (Photo Credit: Svakodnevnica blog)

La forza del propulsore sembra pacata e non lascia brutali “colpi sulla schiena” come i primi Turbo, ma entra deciso superati i duemila giri, una coppia di tutto rispetto poi rilancia la vettura sui retilinei senza esitazione, qualcosa di stupendo e non ultima la frenata che non lascia dubbi. Un ottima vettura e questa prova non può che non sottolinearlo. Eccellente biglietto da visita per Saab, sperando che le vendite la ripaghino di questo.

La Saab 9-5 Aero in prova del giornalista serbo (Photo Credit: Svakodnevnica blog)