Giu 11

Saab 93 – My1956/My1960

Una delle prime Saab 93 rossa prodotte (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

La prima 93…

La Saab 93 fu il modello successivo alla Saab 92B e fu presentata il primo Dicembre del 1955. Nello stesso mese iniziò la produzione che portò alla nascita di 457 unità. La commercializzazione iniziò il primo Gennaio del 1956 e fu il primo modello del brand svedese ad essere importato negli Stati Uniti, in Portogallo, in Spagna ed altri paesi europei. Questo veicolo fu anche il primo ad essere dotato della cintura di sicurezza a due punti nel 1957. Il 2 settembre 1957 viene presentata ufficialmente la Saab 93B evoluzione del primo modello nato due anni prima, uno dei cambiamenti più evidenti di questo modello è il nuovo parabrezza curvato in un pezzo unico. Nel Marzo 1958 viene introdotta la Saab 93Gt 750, un modello celebrativo per le vittorie ottenute nei rally dal marchio svedese, con interni speciali, volante “sport” e luci supplementari. Alla fine del 1959 viene presentata ufficialmente la Saab 93F, ultima evoluzione del modello Saab 93, denominata ‘F’ in seguito alle caratteristiche portiere incernierate non più “fronte marcia”, ma anteriormente, come i moderni autoveicoli. Ecco ora di seguito le caratteristiche che hanno differenziato il modello nei vari anni di produzione.

1955 – Nel primo anno di produzione sono state costruite 457 vetture tutte create nel mese di Dicembre. Il peso complessivo della vettura è di 810kg circa e può ospitare quattro persone. La carrozzeria non viene ripresa dalla precedente 92, ma è completamente ridisegnata e viene dotata di un nuovo pannello strumenti. Il motore a Benzina (con miscela al 3%) a 3 cilindri e due tempi da 748cc da 33cv con carburatore Solex 40Aic, ventola e termostato. Circuito dell’acqua con pompa e sistema elettrico a 12Volt.

1956 – Il 1956 rappresenta il primo anno di commercializzazione del modello, che viene esportato anche oltreoceano e in Europa. I My1956 sono riconducibili all’intervallo di numeri di telaio 25001/30060 ed i colori disponibili erano: Grigio chiaro, Blu, nero e Rosso scuro (colore con il quale fu presentata).

1957 – Presentata la Saab 93B  (numeri di telaio dal 30061 al 36750) evoluzione della versione precedente, dotata di cinture di sicurezza a due punti e a differenza della prima 93 proponeva un parabrezza curvato in pezzo unico e miglioramenti all’impianto elettrico. Dall’Aprile 1957 era stato inserito in produzione il modello con frizione automatica “Saxomat”.

La Saab 93 del Presidente del Saab Club Italia Sig. Stupia (Photo Credit: Saab Club Italia)

1958 – La Saab 93B My1958 riconoscibile dall’intervallo del numero di telaio 36751/49800 vede nuovi tipi di sedili posteriori. A partire da Marzo 1958 si introduce la versione 93 Gt 750 (Granturismo), prodotta in due allestimenti: il “Base” dotato di 48/50cv con cambio manuale a tre marce ed il Super con 57cv sempre con cambio manuale a tre marce. Entrambi gli allestimenti si differenziavano dalla normale 93B per gli interni speciali, il volante sport, le luci supplementari, particolari raggere e Speed Pilot. Vengono aggiunti i seguenti colori: nero con decorazioni rosse, blu e grigio e grigio con decorazioni blu (le decorazioni comprendono linee sui parafanghi e cerchi in tinta).

1959 – La 93B My1959 (numeri di telaio dal 49801 al 66580) viene dotata di nuovi e potenziati freni anteriori, luci assimetriche, lavavetri e modifiche ai sedili anteriori.

1960 – Inizia la sua commercializzazione la Saab 93F ultima evoluzione della storica 93. Il My1960 riconoscibile dall’intervallo di numeri di telaio: 66581/77722 presenta portiere controvento e miglioramenti all’impianto di raffreddamento. Nel 1960, la versione Saab 93F Granturismo era dotata di camio manuale a quattro marce.

Una Saab 93F nera, l'ultima versione prodotta dello storico modello (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

In totale vennero costruite 52731 Saab 93 delle quali 600 erano 93 Gt.

Dimensioni
Interasse: 248,8cm
Lunghezza: 401cm
Larghezza: 157cm
Altezza: 147cm

Per ogni info, curiosità e nozione esposta nell’articolo ringraziamo il Saab Club Italia per la grandissima consulenza e professionalità dimostrata. Segnaliamo il portale ufficiale del Club: Saab Club Italia.

Saab Club Italia - Banner Ufficiale