«

»

Set 21

SAAB|news

Saab 95 – My1960/My1978

Una delle prime familiari Saab 95 My1960 prodotte in Svezia (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

La prima familiare…

Nel maggio del 1959 nasce la prima familiare del brand scandinavo: la Saab 95 una due tempi con ben sette posti ed una capacità di carico enorme. Questo modello è stato costruito a Linköping in quanto la fabbrica di Trollhättan non aveva sufficiente capacità produttiva. La Saab 95 entra in produzione nel tardo autunno e quindi nasce come My1960 (nel 1959 infatti sono state prodotte solo 55 vetture). La vettura si presenta sul mercato inizialmente con soli due colori e se i montanti del tetto derivano dalla 93B, la mano di Mr. Sixthen Sason, designer e curatore dello sviluppo, si fa sentire ed ispirandosi alla Chevrolet Coeve modificò la linea della vettura. Il risultato non fu una vettura originale, ma incredibilmente pratica, capace di trasportare 500kg, un risultato notevole per l’epoca; era altresì una macchina studiata per i lunghi viaggi, si spiegano così alcune caratteristiche come: lo studio sui finestrini laterali apribili per dare una migliore ventilazione dell’abitacolo introdotti con la My1961 e pur condividendo interni e cruscotto con le 93 si distingueva meccanicamente grazie al cambio manuale a 4 marce di serie ed al motore potenziato a 38cv. Inizialmente il propulsore adottato era un due tempi fino al 1966, ma con la My1967 fu sostituito da un V4 rimasto in produzione fino al 1978. Una vettura da viaggio e da lavoro, ma non solo, questo modello ebbe anche una sua carriera sportiva e venne scelta grazie al cambio a 4 marce di serie per partecipare, fra l’altro al Rally di Montecarlo, conquistando il quarto posto con Mr. Carllson, in realtà la 95 guidata da Pa Taket (il soprannome di Mr. Carllson) sarebbe stata la vincitrice assoluta del Rally, ma per il conteggio dei coefficienti venne “declassata” al quarto posto.

La vettura anche se familiare era disponibile solamente a tre porte con sette posti pesava 905kg e durante tutti gli anni della sua produzione ha modificato esteriormente solo la parte frontale. Ecco ora di seguito le caratteristiche che hanno differenziato il modello nei vari anni di produzione.

Il retro ed il vano bagagli della prima familiare Saab (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1959 – La nuova Saab 95 iniziò la sua produzione alla fine del 1959 ed era dotata di un motore tre cilindri montato longitudinalmente di 70 × 73 millimetri, 841cc, compr: 7.3:1, 42 hp @ 4250 giri/min, 79Nm @ 3000 giri/min a due tempi, albero motore con 4 cuscinetti, carburatore Zenith 34 Vnn. La trazione era anteriore con cambio manuale a 4 marce, la trasmissione era a coppia conica ed il rapporto di trasmissione complessivo era 5,43:1. La vettura era dotata di: sospensioni anteriori indipendenti a molle, barra anti-rollio, barre di torsione, ammortizzatori anteriori telescopici, posteriori a braccio idraulico, freni a tamburo, sterzo a cremagliera e pignone, un serbatoio di 38,6 litri di carburante, pneumatici da 5,60 × 15 con cerchio da 4″ e freni servo-assistiti.

1960 –  Aumentano i colori disponibili: bianco e blu a due tonalità di colore ed i cerchi sono disponibili in grigio-argento.

1961 – Aumentano ancora i colori disponibili: bianco, grigio scuro e blu oceano artico. E’ disponibile lo spoiler posteriore sul tetto (chiamato “fetta di formaggio”) e le nuove guarnizioni posteriori permettono l’apertura dei finestrini nel vano bagagli. I cerchi disponibili aumentano e vengono proposti i cerchi grigio-argento della Saab 96. La chiave di avviamento viene privata dello starter. Gli interni sono realizzati con tessuti in lana e la strumentazione è la stessa della 96.

1962 – Le cinture di sicurezza fanno parte della dotazione standard solo in Svezia.

1963 – Sono disponibili nuovi colori: blu scuro (Midnight), marrone e nero; il verde è stato eliminato. L’emblema Saab con l’aereo stilizzato viene posto sulla griglia anteriore, e sul clacson del volante. Viene proposto un nuovo volante con leva del cambio integrata, un retrovisore più grande e sedili più alti e comodi.

1964 – Aumentano ancora i colori disponibili: blu glaciale e marrone savana (un beige). La vettura viene dotata di doppio circuito freni in diagonale. La 95 propone un nuovo cruscotto e nuovi colori per gli interni.

1965 – Nuovi colori disponibili: verde oliva, rosso torreador, bianco polare e azzurro ghiaccio. Viene proposto un nuovo circuito di raffreddamento con radiatore in posizione anteriore i cavalli vengono aumentati a 44 e la compressione del propulsore viene portato a 8,1:1. La vettura viene dotata di una nuova frizione idraulica, una nuova pompa della benzina, un nuovo sistema di scarico e internamente di nuovi pedali della frizione. Le vetture a partire da quest’anno vengono rinumerate per le nuove procedure introdotte per l’identificazione dei telai (operazione avvenuta anche per la 96).

1966 – I nuovi colori disponibili sono: grigio scuro e giallo; il marrone savana ed il verde oliva sono stati eliminati. Il motore è a tre carburatori ha aumentato i consumi (era utilizzato per la partecipazione ai rally), in Svizzera e negli Stati Uniti il propulsore era a lubrificazione separata e produceva 55cv (era lo stesso montato sulla 96 Montecarlo). I freni anteriori sono a disco e questo anno celebra la nascita di un edizione speciale la 95 Special (versione da 55cv) con nuovi copricerchi, nuove finiture in acciaio inox, nuovi fari abbaglianti, nuovi retrovisori esterni (di serie per il mercato svedese) e nuova strumentazione con l’adozione del tachimetro.

1967 – Nuovi colori disponibili: argento e blu scuro. La vettura propone un nuovo motore il V4 (adottato fino al 1978) un quattro cilindri a V di quattro tempi 1498cc e 65cv, nuovo alternatore ed una nuova batteria. Internamente vengono installate nuove cinture di sicurezza a tre punti.

1968 – Viene adottato il V4 De Lux con un differente circuito dei freni. Il lava-parabrezza è alimentato da una nuova pompa elettrica. Internamente il retrovisore viene posizionato sulla parte superiore del parabrezza e la leva del cambio viene messa tra i sedili anteriori.

1969 – Sono disponibili nuovi colori: verde mare (un verde acqua) e nero. La vettura è dotata di un nuovo carburante, un nuovo filtro dell’aria ed un nuovo radiatore. Il frontale della 95 è stato rivisto ed è stata sostituita la fanaleria ora con proiettori rettangolari, la griglia cromata e gli indicatori di direzione sono stati spostati più in alto nella versione per gli Stati Uniti. Internamente il piantone del volante diventa telescopico e sono stati proposti nuovi poggiatesta. Cambia ancora la numerazione dei veicoli prodotti.

Il restyling della Saab 95 in questa foto un esemplare del 1969 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1970 – Un solo nuovo colore disponibile: il blu chiaro. I proiettori vengono collegati all’accensione in modo da accendersi all’avvio della vettura. Gli interni sono completamente nuovi: nuovo cruscotto illuminato con nuovi indicatori, nuovo volante e nuovi pulsanti per il riscaldamento e l’illuminazione, inoltre adozione delle cinture di sicurezza anche per i posti posteriori.

1971 – Due nuovi colori disponibili: argento e verde tirolese che sostituisce il verde mare. Viene proposto il motore da 1.7 litri 65cv e nuovi freni. La 95 viene dotata di una nuova protezione contro la ruggine intorno ai fari. Gli optional vedono la comparsa dell’impianto di riscaldamento interno.

1972 – Sono disponibili nuovi colori: giallo ambra e verde Verona. Viene proposto un nuovo paraurti anteriore e nuovi cerchi. Aumentano gli optional: i sedili sono disponibili riscaldati elettricamente. Nuovo cambio di numerazione le prime due cifre identificano il modello, le seguenti l’anno di produzione e la fabbrica di produzione (2 per la sede di Trollhättan e 6 per la fabbrica di Uusikaupunki in Finlandia).

1973 – Due nuovi colori disponibili: giallo brillante e blu che sostituisce il blu chiaro. In tutti i mercati ora i fari sono di forma rettangolare, ad eccezione degli Stati Uniti. All’interno tutti gli indicatori del cruscotto sono stati modificati (lancette gialle su sfondo nero).

1974 – Aumentano i colori disponibili: arancio tramonto, marrone siena e giallo leone. La griglia anteriore in due pezzi è stata sostituita da una in 6 pezzi cromata ed il modello è dotato di pneumatici radiali. Internamente le cinture di sicurezza vengono dotate di un arrotolatore ed un avvisatore visivo del mancato utilizzo viene posto sul cruscotto.

1975 – Sono disponibili nuovi colori: verde smeraldo, bianco e rosso solare che sostituiscono il verde Verona, il bianco polare ed il rosso Toreador. Nasce l’edizione speciale “95 Special” dotato del 1.7 V4 da 55cv con nuovi cerchi in lega, nuovo tachimetro e volante in pelle. In questo anno la 95 viene proposta con un nuovo tergicristallo e avvolgitori alle cinture di sicurezza posteriori.

1976 – Due nuovi colori disponibili: giallo topazio e verde opale. I cavalli del motore passano da 65 a 62 per le nuove normative sulle emissioni. Viene proposto il nuovo paraurti che permette di assorbire l’energia d’urto provocata da una collisione fino a 8kmh (5 miglia all’ora) e nuove luci diurne. Nel bagagliaio viene inserita la ruota di scorta.

1977 – Ancora due nuovi colori disponibili: blu astrale e marrone antilope. Il doppio carburatore che aumenta la potenza a 68cv non influendo sulle emissioni. Esternamente vengono adottati nuovi specchietti laterali con una maggiore superficie.

1978 – Colori disponibili: blu laguna e verde giada sostituiscono il blu astrale e il verde opale. All’esterno vengono proposti nuovi indicatori di direzione ed all’interno il poggiatesta dei sedili anteriori viene integrato nei sedili.

Il retro della storica familiare Saab 95 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

La produzione si è conclusa il 23 febbraio 1978 con circa 110527 modelli fabbricati dalla sua nascita il 1959.

Dimensioni

Interasse: 249cm
Carreggiata anteriore: 122cm
Carreggiata posteriore: 122cm
Altezza: 147cm

Per ogni info, curiosità e nozione esposta nell’articolo ringraziamo il Saab Club Italia per la grandissima consulenza e professionalità dimostrata. Segnaliamo il portale ufficiale del Club: Saab Club Italia.

Saab Club Italia - Banner Ufficiale

Lascia un commento