Nov 05

Analisi del mercato Saab

Il grafico delle vendite globali di Saab nel 2009 e nel 2010 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Maggiori dettagli sui dati delle immatricolazioni…

Con questo articolo vogliamo cercare di descrive al meglio i segnali negativi riscontrati dallo scorso articolo relativo alle immatricolazioni in Italia. I dati negativi registrati dal marchio Saab nella nostra penisola non coinvolgono solo lui, ma gran parte dei brand esteri, ma la crisi economica e la sfiducia nel settore automotive del grande pubblico non sono le uniche cause di questi valori così bassi. Se paragoniamo i dati di vendita del nostro paese con quelli Europei il marchio Saab non brilla particolarmente tranne che nella sua nazione natale la Svezia. Perché? Le risposte sono molteplici, o ancora meglio, le cause che hanno portato a questi valori sono molte, vediamo di analizzarle in dettaglio.

Il 2009 è stato caratterizzato dalla crisi economica che ha colpito il settore automobilistico e la fine dell’anno scorso la fiducia rivolta al brand è crollata da parte del grande pubblico a causa dell’annuncio ufficiale della vendita del brand da parte dell’ex proprietario General Motors. Da quel momento la fine dell’anno è caratterizzata da incertezze e blocchi di produzione che hanno di conseguenza bloccato e rallentato gli ordini.

Il 2010 presenta una lenta ripresa, i primi compratori si sono fatti vivi e campeggia trà tutti Mr. Victor Muller. Il 23 Febbraio (ormai considerata una data storica per il marchio) viene ufficializzato l’acquisto del marchio Saab da parte di un gruppo di finanziatori al cui vertice c’è il manager olandese Mr. Muller. Di seguito il primo crollo nelle vendite risale proprio trà Febbraio e Marzo, il motivo è semplice, la produzione presso lo stabilimento storico di Trollhättan è ferma e se il nuovo proprietario riceve la prima ammiraglia Saab 9-5 My2010, la linea di produzione rivedrà la sua ripartenza solo i primi di Marzo. Ulteriore segnale positivo ampiamente e giustamente pubblicizzato dal marchio svedese, ciò riporta un inizione di fiducia da parte del grande pubblico che nuovamente incuriosito dal brand scandinavo inizia a interessarsi.

Le vendite iniziano a riprendere e aumenta l’attesa per la nuova ammiraglia presentata al Salone di Ginevra proprio in Marzo. Proprio a Marzo la prima Saab 9-5 Sedan My2010 lascia la linea di produzione e la fiducia dei consumatori dimostrata dalle vendite registrate torna ad aumentare, Saab lancia sul mercato la sua 9-3 Cabrio rivista dal team di sviluppo che ha ridotto le emissioni nocive di Co2. Ulteriore ribalta di cui Saab ha usufruito è stata in Maggio la partecipazione dei due Big Boss alla Mille Miglia Italiana. In Giugno inizia il previsto calo delle vendite, dovuto all’imminente parentesi estiva. In Luglio gli accordi commerciali con nuovi importatori nel mondo non mancano e nemmeno aggiornamenti al propulsore Diesel TTid, ma la parentesi estiva inizia a calare sulle vendite che iniziano il loro declino. Settembre riparte nel modo migliore e gli accordi con nuovi fornitori e il lancio della nuova Saab 9-3 ePower al Salone di Parigi porta Saab nel mercato dell’automotive elettrico. Dalla fine di Settembre ricomincia il calo di vendite del brand dovuto ad uno stallo generale del mercato e nel nostro paese alla fine degli incentivi statali.

Una situazione che si stà gradualmente riequilibrando, ma analizziamo in dettaglio i cali delle vendite e delle immatricolazioni di quest’anno 2010:

  • Febbraio-Marzo 2010: Calo dovuto al fermo di produzione della storica sede di Trollhättanche secondo i nuovi Business Plan deve essere ristrutturata. La linea di produzione che si occupava solo dell’assemblaggio delle 9-3 e delle 9-5 viene ampliata, da Gennaio infatti la 9-3 Sport Cabrio e la nuova 9-5 My2010 saranno prodotte in Svezia e ciò comporta una ristrutturazione di tutta la linea di produzione ed una formazione degli operai specializzati. A causa della crisi economica poi l’ex proprietario americano del brand aveva imposto tagli del personale che aveno ridotto drasticamente la forza lavoro della sede di Trollhättan.
  • Giugno-Luglio 2010: Calo previsto delle immatricolazioni e delle vendite dovuto all’imminente pausa estiva, classico periodo dove il grande pubblico abbandona il mercato dell’auto in occasione delle ferie estive.
  • Agosto 2010: Le immatricolazioni e le vendite sono in caduta, ma la motivazione è da ricercare nelle ferie estive che allontanano il grande pubblico dal mercato ed alla chiusura degli showroom Saab.
  • Ottobre 2010: Calo dovuto ad uno stallo del mercato, Saab lancia la nuova media Suv Saab 9-4X, ma la mancanza di una versione familiare della nuova ammiraglia e nel nostro paese la fine degli incentivi statali blocca le vendite del brand scandinavo.

Quali sono le previsioni per i prossimi due mesi

Le previsioni di vendita per i prossimi due mesi Novembre e Dicembre non sono migliori dell’appena concluso Ottobre, ma è necessario ricordare che la nuova 9-5 attualmente in vendita negli showroom Italiani non è stata ancora resa completamente disponibile e alcuni dealer Italiani lamentano una poca disponibilità della nuova ammiraglia Saab, in questi mesi la sede di Trollhättan compenserà a queste prime mancanze, la ristrutturazione aziendale messa in atto quest’anno stà iniziando a dare i suoi frutti e ogni richiesta dei dealer verrà evasa. Novembre e Dicembre non sono tradizionali mese di vendita facile a causa dell’inverno e del natale che si avvicina, ma Saab farà tutto il possibile per impostare un trend positivo per aprire l’anno 2011. Ricordiamo inoltre che la nuova Saab 9-3 TTid leader nella sua categoria per le basse emissioni ha appena iniziato la sua produzione e nei prossimi due mesi i dealer riceveranno i primi esemplari ed un corretto lancio potrebbe risollevare le previsioni ipotizzate.

Le cose stanno andando per il verso giusto, probabilmente non saranno rosee come sperato, ma la fiducia nel marchio e i dati di vendita potranno dare un ottimo supporto a tutti i concessionari che hanno voluto credere nel marchio svedese. La direzione sembra più che ottima ed il 2011 con una gamma ampliata ed il lancio di nuovi prodotti sarà certamente positivo per Saab anche nella nostra penisola.