«

»

Nov 24

SAAB|news

Saab 96 – My1960/My1980

La storica Saab 96 My1960 in un immagine ufficiale del marchio svedese (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

La storia continua…

La Saab 96 debutta con una premiere assoluta a Stoccolma il 17 Febbraio 1960 come naturale evoluzione dell’ultima serie della 93 la 93F. La storica 96 fu resa celebre dal Campione di Rally Mr. Erik Carlsson e da sua moglie Mr.s Pat Moss che lo ha accompagnato in molte sue competizioni. Questo modello fu prodotto inizialmente a Trollhättan, in Svezia e successivamente ad Uusikaupunki in Finlandia con l’adozione delle motorizzazioni V4 (nel 1967). Questo veicolo è stato uno dei più longevi in casa Saab ed è stato prodotto per ben vent’anni dalla sua prima apparizione, dal 1960 al 1980 (in totale furono prodotte 650000). L’otto Gennaio del 1980 l’ultima Saab 96 V4 esce dalla linea di produzione finlandese ed è stata portata personalmente da Mr. Erik Carlsson ambasciatore nel mondo del marchio svedese al Museo Saab di Trollhättan dove è ancora oggi esposto. Anche le 96 seguono la linea produttiva Saab come i modelli precedenti, ossia seguono le ferie stagionali di Luglio/Agosto e quindi già dal mese di Settembre nascono i My dell’anno successivo. Ecco ora di seguito le caratteristiche che hanno differenziato il modello nei vari anni di produzione.

1960 – My1960 (numeri di telaio dal 100001 al 112500). Nel primo anno di produzione vengono costruite 12499 vetture ormai considerate rarissime dai collezionisti per i numerosi particolari presi dalla precedente 93F. Il peso complessivo della vettura è di 813kg e può ospitare quattro adulti. A prima vista la Saab 96 My1960 sembra una 93F, ma la linea posteriore, dalla portiera al paraurti posteriore, è stato completamente riprogettato. Nuovo inoltre è il propulsore tre cilindri a due tempi da 841cc con 42cv adottato al suo lancio. Il cruscotto e parte dell’abitacolo sono stati completamente ridisegnati per offrire maggiore sicurezza in caso di urto ed essere più funzionali come il lunotto che rispetto al precedente modello è più grande del 117%. I colori disponibili sono: Rosso Toreador, Blu (che è in realtà un azzurro), Grigio Perla, Beige/Marrone, Nero e Verde scuro. Tra gli optional disponibili al lancio: la frizione Saxomat ed il tettuccio apribile (come l’italiana Fiat 600).

1961 – My1961 (numeri di telaio dal 112501 al 139600). L’anno successivo dal lancio nasce la 750 Granturismo, vettura dotata di un motore più potente tre cilindri 841cc con 57cv Sae e numerosi particolari sportivi. Questa nuova versione porta la 96 al successo, le vendite sono aumentate del 42% in Svezia. La maggiore novità presentata sul modello risulta il sistema di accensione che è totalmente a chiave, ma le novità non riguardano solo l’avvio, ora la gamma ha una maggiore varietà di interni non derivati dalla precedente 93F, si può finalmente affermare che la 96 come la conosciamo oggi nasce nel 1961. Tra i colori disponibili viene eliminato il Verde scuro ed al suo posto viene proposto il Bianco Polar, inoltre dalla primavera del 1961 i cerchi sono di color alluminio.

Una foto tre quarti del retro della prima versione della Saab 96 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1962 – My1962 (numeri di telaio dal 139601 al 168000). Poche novità appaiono sul modello Saab 96 e sicuramente la più significativa riguarda la sicurezza, dal Gennaio 1962 sono infatti di serie le cinture di sicurezza anteriori. Al Motor Show di Stoccolma nel Febbraio 1962 viene presentata ufficialmente la Saab 96 Sport, che rimpiazzerà la 750 Granturismo dell’anno precedente. Questa versione propone un motore da 841cc (lo stesso delle altre 96) dotato di tre carburatori con lubrificazione separata, grazie ad un serbatoio dell’olio nel vano motore e relativa pompa. Il cambio è a quattro velocità ed i cavalli sono 52 Din, a completare il modello i dischi dei freni anteriori.

1963 – My1963 (numeri di telaio dal 168001 al 201400). Le vendite aumentano ancora e registrano un incremento del 22,5% rispetto all’anno precedente, ma la vettura non presenta particolari novità se non il colore Blu Mezzanotte che rimpiazza il Nero.

1964 – My1964 (numeri di telaio dal 201401 al 238225). Esternamente la Saab 96 My1964 si riconosce per il nuovo stemma anteriore, non più lo stemma quadrato con sfondo azzurro, ma di metallo integrato nella mascherina, ma la maggiore novità è data dalla sicurezza. La 96 viene dotata di un nuovo parabrezza più sicuro in caso di incidente, nuova strumentazione con contachilometri e indicatori analogici circolari, ma soprattutto di un nuovissimo impianto freni. Il nuovo sistema frenante è dotato di un circuito in diagonale e numerose modifiche ideate per ridurre i rischi di slittamento e di sbandamento. La My1964 è la massima evoluzione della 96 classica riconoscibile dalla linea anteriore ereditata dalla 93.

Una foto ufficiale della Saab 96 My1965 la seconda versione del modello svedese (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1965 – My1965 (numeri di telaio dal 310001 al 349693). Il 19 Agosto 1964 viene presentata la seconda serie della Saab 96. La vettura ha un nuovissimo frontale progettato per migliorare la sicurezza dell’abitacolo, ma anche per ospitare un nuovo motore e rimpiazzare il due tempi fino ad allora adottato. Sotto il cofano è stato tutto rinnovato, la 96 My1965 presenta infatti un nuovo sistema di raffreddamento con radiatore frontale, una nuova frizione idraulica, un nuovo e più potente sistema di ventilazione e molto altro. La potenza del propulsore passa ora a 44cv Sae e l’affidabilità della meccanica aumenta, i tagliandi si fanno ogni 10000 chilometri. La versione sportiva della 96 Sport continuerà ad essere commercializzata, ma per il mercato americano prenderà il nome di Montecarlo 850. Gli interni della vettura rimangono invariati rispetto alla precedente versione.

1966 – My1966 (numeri di telaio dal 370001 al 400750). Già dall’Agosto 1965 inizia la produzione delle My1966 che presenta parecchie modifiche al motore, che ora, anche nelle versioni base giova del triplo di carburatore e di una miscelazione che scende all’1,5% rispetto al 3% delle precedenti Saab. La potenza base sale a 42cv Din e le prestazioni aumentano, lo scatto da 0 a 100kmh tocca 23 secondi, rispetto ai 29 delle versioni precedenti, ma aumentano solo i consumi. “Sotto pelle” la 96 monta un moderno alternatore ed il cambio a tre velocità può essere abbinato solo alla frizione Saxomat. Vengono effettuate modifiche alla fanaleria per adattarsi alla nuova legislazione che porta il lato del conducente a sinistra. A differenza dei My precedenti vengono montati di serie i doppi specchietti retrovisori e per tutti i mercati la versione sportiva viene definita Saab 96 Montecarlo 850. Per alcuni mercati nasce la 96 Special che offre lo stesso impianto frenante e motore della sportiva 96 Montecarlo 850.

Una foto che ritrae gli interni di una Saab 96 My1968 V4 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1967 – My1967 (numeri di telaio dal 420001 al 458526). Anche quest’anno con alcune settimane di anticipo rispetto alla consuetudine, vien messa in vendita la 96 My1967. Il 1967 segna una svolta per la Saab 96 che come la sua versione familiare la Saab 95 adotta un nuovo motore il 1.5 V4 Ford da 65cv Din a 4700 giri (inizialmente era stato studiato e programmato un V4 italiano utilizzato sulle Lancia Fulvia, ma l’accordo saltò e il fornitore del propulsore diventò americano). Il nuovo propulsore segna subito un nuovo successo nelle vendite ed anche sulle prestazioni, lo scatto da 0 a 100kmh si riduce a meno di 16 secondi, da 0 a 80 in circa 10 secondi e la velocità di punta registrata è di 150/155kmh, ma la casa costruttrice segnala 140kmh con un consumo medio di 7/8 litri per 100 km. Il motore a due tempi non viene accantonato, anzi, gli ultimi modelli per tutti i mercati, giovano di tutte le ultime modifiche che rendono le ultime 96 a due tempi analoghe alle versioni Montecarlo e saranno definite tutte Special (la particolare versione nata l’anno prima). Tutte le 96 prodotte nel 1967 sono dotate di freni a disco anteriori, un nuovo alternatore, una batteria più performante e nuovi interni in tessuto, inoltre le cinture di sicurezza anteriori a tre punti sono standard.

1968 – My1968 (numeri di telaio dal 470001 al 507018). Le vendite Saab quest’anno aumentano di circa il 41,5% in Svezia e registrano un incremento del 10% nel mercato globale. Il 1968 è l’ultimo anno del propulsore a due tempi che ha equipaggiato circa 320000 Saab prodotte. Le ultime due tempi costruite sono state destinato al mercato statunitense ed hanno una cilindrata ridotta a 816cc con solo 40cv, in funzione delle nuove normative americane, mentre la carrozzeria è ancora quella del My1967. La maggiore novità presentata nel 1968 è il parabrezza stratificato più ampio, inoltre lo specchietto retrovisore interno non è più fissato sul cruscotto (rivestito con un imbottitura nera per ridurre i riflessi e migliorare la sicurezza), ma è posizionato in alto. Nasce il modello Deluxe: che riprende acessori che erano prerogativa della Monte Carlo uscita di produzione. La vettura è dotata di luci di retromarcia e sono infatti applicati doppi profili cromati sui fianchi, corone cromate sui cerchi ed i vetri posteriori diventano apribili a compasso.

Una foto ufficiale che mostra il profilo di una Saab 96 My1967 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1969 – My1969 (numeri di telaio dal 96520001 al 96552859 la numerazione dei telai è stata modificata con l’aggiunta del modello). Con il My1969 viene modificato il frontale della vettura, la nuova mascherina adotta anche il nuovo stemma del brand. La nuova versione della 96 è ora dotata di una nuova griglia anteriore con fari rettangolari disponibili anche alogeni come optional. In tema di sicurezza con questa versione Saab introdusse il piantone dello sterzo telescopico collassabile ed il servofreno, oltre a dotare tutti i sedili di poggiatesta. Infine i copri-cerchi sono ora differenti rispetto alla 99.

1970 – My1970 (numeri di telaio dal 96560001 al 96592844, se prodotte in Finlandia dal 60600001 al 60601540). Alla fine del 1969 la produzione Saab è di circa 70000 unità annue un vero record se si pensa all’inizio della sola “vita” della 96 e si apre lo stabilimento di Uusikaupunki in Finlandia. L’interno della 96 è stato nuovamente modificato, la My1970 proponeva un nuovo cruscotto ed un nuovo volante che fornisce una maggiore modernità alla vettura e erano proposti nuovi abbinamenti nei colori.

La prima Saab 96 prodotta negli stabilimenti Valmet in Finlandia (Photo Credit: Valmet Automotive)

1971 – My1971 (numeri di telaio dal 96600001 al 96627413, se prodotte in Finlandia dal 61600001 al 61602639). La 96 viene proposta con nuove migliorie quali un nuovo freno a mano, una nuova pompa dei freni ed uno speciale trattamento anti-ruggine. La 96 My1970 viene proposta anche con un inedito propulsore 1.7 destinato quasi esclusivamente al mercato americano, ma il particolare più evidente sono i nuovi lavatergifari anteriori che aumentano la visibilità in caso di scarsa luminosità. Esteticamente la 96 propone nuovi profili sulle fiancate ed un design più pulito e minimale, vengono infatti eliminate le cromature poste sui parafanghi e viene cancellata la versione Deluxe.

1972 – My1972 (numeri di telaio dal 96722000001 al 96722021567, se prodotte in Finlandia dal 96726000001 al 96726006009). I paraurti sono ricoperti con una protezione in gomma antiurto, ma la principale novità di quest’anno è il sedile riscaldato del conducente, che si attiva automaticamente se la temperatura raggiunge i -14° C. Rinnovata per il 1972 anche la gamma dei colori ora disponibili: Giallo Ambra e Verde Verona assieme ai rimasti Bianco Polare, Rosso Toreador, Nero e Medio Blu.

1973 – My1973 (numeri di telaio dal 96732000001 al 96732023028, se prodotte in Finlandia dal 96736000001 al 96736008344). I fari alogeni anteriori diventano uno standard per tutti i mercati, si adotta una nuova strumentazione e vengono proposte nuove alette parasole. Gran parte del lavoro sulla 96 nel 1973 è dedicato alla pubblicità ed al marketing, i cataloghi diventano più dettagliati e descrivono nuovamente ai consumatori quanto la vettura sia ancora al passo con i tempi.

1974 – My1974 (numeri di telaio dal 96742000001 al 96742017275, se prodotte in Finlandia dal 96746000001 al 96746005605). La 96 viene rivista il suo anteriore è completamente nuovo, ora propone una griglia grigia e nera in materiale plastico. Viene modificato il radiatore e la carrozzeria subisce un nuovo trattamento antiruggine ancor più potente. Gli interni sono nuovamente rinnovati, viene utilizzato un tessuto ancora più vellutato e vengono rivisti nuovamente gli accostamenti dei colori esterni/interni. In tema di sicurezza ogni vettura è ora dotata di cinture anteriori con arrotolatore collegate ad un segnalatore che indica il mancato allacciamento delle stesse, infine diventano standard i pneumatici radiali su tutte le 96.

1975 – My1975 (numeri di telaio dal 96752000001 al 96752015165, se prodotte in Finlandia dal 96756000001 al 96756007419). A livello meccanico solo il cambio subisce piccole modifiche per rinforzarlo nuovamente. Da quest’anno tutte le 96 hanno cinture con arrotolatore anche per i posti posteriori. Il 1975 è un anno impirtante per il marchio svedese, nel corso della primavera del 1975, si festeggiano i primi 25 anni di presenza nel mondo dell’auto e per celebrare questo particolare compleanno nasce una versione commemorativa denominato Jubileum, esclusivamente di colore Silver Crystal metallizzato e dotato di particolari adesivi con righe nere posizionati sotto i listelli decorativi sui fianchi. Dopo poche settimane dall’Edizione limitata viene lanciata sul mercato anche una nuova versione speciale: la 96 1.7S prodotta in pochissimi esemplari. La 1.7S è dotata del motore 1.7 previsto per il mercato americano e propone nuovi cerchi in lega, un particolare contagiri, volante sportivo in pelle, sedile di guida sportivo ed un particolare colore esterno arancione. Sempre il 1975 viene ideata una seconda serie della 96 chiamata 96B esteticamente identica alle versioni successive, ma riconoscibile grazie ai numeri di telaio (dal 96752060001 al 96752064517 e dal 96753060001 al 96753060550).

La Saab 96 V4 My1980 esposta al Saab Museum di Trollhättan (Photo Credit: Saab Automobile Ab & Wikipedia)

1976 – My1976 (numeri di telaio dal 96762000001 al 96762007239, se prodotte in Finlandia dal 96766000001 al 96766007634). La novità immediatamente visibile è nei paraurti anteriori e posteriori, sono gli stessi adottati sulle 99. A partire da quest’anno le 96 propongono un nuovo sedile posteriore che permette un maggiore spazio alle gambe di passeggeri posteriori, un diverso lunotto termico standard su tutti i modelli. Le Saab 96 nel 1976 sono identificate dalla sigla L riportato anche con un piccolo logo sui parafanghi anteriori che evidenzia le migliori dotazioni delle vetture. Nuovi affinamenti vengono ideati dal brand scandinavo per ridurre le emissioni inquinanti e per tenersi al pari delle nuove direttive svedesi contro l’inquinamento.

1977 – My1977 (numeri di telaio dal 96772000001 al 96772000439 e dal 96773000001 al 96773004539, se prodotte in Finlandia dal 96776000001 al 96776003753). La penultima versione della Saab 96 si distingue per molti particolari che sono ripresi dalla 99, come i sedili anteriori ed i tessuti dei rivestimenti interni. I particolari identici alla 99 non si fermano all’interno, ma anche i paraurti presentano decori e linee riprese sulle 99. Gli specchi retrovisori aumentano di dimensione fornendo una maggiore visibilità. Come successe nel 1975 anche quest’anno propone una particolare versione B che si distingue dalla normale 96 My1977 solo per il carburatore a doppio stadio che sebbene riduca i consumi del 5,7% ne aumenta la potenza che propone 70cv. Nel 1977 viene proposta anche una serie limitata verniciata nell’esclusivo colore Rosso Cardinale metallizzato che renderà famose ed inconfondibili 99 Turbo e le primissime 900 Turbo.

1978 – My1978 Tale versione rappresenta praticamente l’ultima evoluzione della 96. Dotata di una nuova fanaleria anteriore e posteriore che incorpora le luci di retromarcia e nuovi emblemi posti sulla vettura, caratterizzati dal logo super, indicano la maggior potenza del nuovo carburatore, infine sul cofano del baule viene posto uno spoiler nero che funge anche da maniglione. Tale anno segna la fine della 96 in Svezia, proprio quì infatti viene sospesa la produzione.

1979 – My1979 (numeri di telaio dal 96796000001 al 96796010740). Da quest’anno tutte le 96 sono solo prodotte in Finlandia. Le modifiche proposte sono pochissime, la parte posteriore del baule tra i fanali è colorata di nero così come i nuovi copri-cerchi. Sotto i profili decorativi laterali vengono porposte nuovi adesivi neri che riprendono quelle delle rare 96 Jubileum e 96 1.7S del 1975. Un nuovo colore è disponibile: il Verde Acacia metallizzato che contribuisce a rendere più esclusiva la vettura.

1980 – My1980(numeri di telaio dal 96806000001 al 96806002820). Il mese di Gennaio del 1980 vede la fine di un’epoca, la Saab 96 cessa di esser prodotta dopo ben 20 anni e gli ultimi esemplari vengono venduti nella primavera del 1980. Le My1980 sono identiche alle My1979 con una particolarità: le ultime 300 Saab 96 prodotte vengono colorate nell’esclusivo Aquamarine Blue metallizzato e dotate dei cerchi in lega sportivi Silver Spoke, propongono un nuovo interno più lussuoso (simile a quello dell’iconica 900) e saranno riconoscibili grazie ad una placchetta di riconoscimento numerica posta all’interno. L’ultima Saab 96 My1980 fu condotta da Mr. Saab Mr. Erik Carlsson dalla fabbrica al Saab Museum dove tuttora si può ammirare.

Dimensioni

Interasse: 248,9cm
Lunghezza: 402,6cm
Larghezza: 157,5cm
Altezza: 147cm

Per ogni info, curiosità e nozione esposta nell’articolo ringraziamo il Saab Club Italia per la grandissima consulenza e professionalità dimostrata. Segnaliamo il portale ufficiale del Club: Saab Club Italia.

Saab Club Italia - Banner Ufficiale

Lascia un commento