Dic 22

La recensione della 9-5 del The Orange County Register

Una foto del frontale dell'ammiraglia Saab 9-5 Sedan My2010 (Photo Credit: The Orange County Register)

Nuova recensione…

Ecco una nuova recensione americana dell’ammiraglia Saab 9-5 Sedan My2010 pubblicata dalla testata The Orange County Register del Southern California, nessuna nuova news in merito, ma l’esame sottoposto alla vettura ed alle sue qualità sono molto positive ed un riscontro così buono in un mercato così importante come quello statunitense non può fare che bene al brand scandinavo. Non dilungandoci oltre, ecco di seguito la recensione ed il test della testata americana.

La recensione della nuova Saab 9-5 Sedan My2010

L’anno scorso è stato un vero viaggio sulle montagne russe per il brand Saab. La casa automobilistica svedese è stata tra i pochi marchi che General Motors ha venduto dopo la sa ristrutturazione aziendale e per mesi il destino di Saab è stato altalenante passando dalla morte alla vita in pochi mesi grazie ad un nuovo proprietario. A Gennaio finalmente il marchio che è stato fondato nel 1937 per produrre aerei richiesti durante la Seconda Guerra Mondiale è stato acquistato da un costruttore quasi sconosciuto: Spyker, una piccola casa automobilistica olandese che produce supercar per pochi appassionati. I fan ed i dealer Saab sono rimasti in fibrillazione fino alla produzione della prima nuova vettura, che non si è fatto attendere: la nuova 9-5 Sedan. La 9-5 My2010 è stata effettivamente sviluppata sotto la proprietà di General Motors quando era ancora proprietaria del marchio, ed è arrivata sul mercato tredici anni dopo l’ultima versione, dire che l’ultimo modello è cresciuto dopo un lungo tempo sarebbe un eufemismo.

La nuova 9-5 è più lunga e più larga rispetto al modello precedente ed appare ad una prima occhiata decisamente più riconducibile al settore delle berlina di lusso Europee. L’auto ha iniziato la sua commercializzazione questo autunno ed è disponibile con un 2.0 Turbo a quattro cilindri e trazione anteriore per la sua versione entry-level (con un prezzo di partenza di circa 39000 Dollari) fino ad arrivare ad il più potente 2.8 Turbo V6 con trazione integrale (ad un prezzo di circa 49000 Dollari). Abbiamo provato recentemente il top di gamma Saab 9-5 Sedan My2010 Aero con trazione integrale Xwd e la prima sensazione alla guida è quella di un bambino che riceve il suo giocattolo tanto sognato. Ora, mi rendo conto che Saab ha visto vari proprietari nella sua storia ed oltre alle normali prove su strada che abbiamo effettuato ci siamo rivolti ad una nostra collega Mr.s Samantha Gowen, editor per una rivista e proprietario di vetture svedesi Saab da lunga data. Lei ha guidato l’auto per un paio di giorni ed ha confrontato la nuova 9-5 con il suo modello precedente guidato per più di otto anni.

Le due Saab 9-5 affiancate durante il test eseguito sulla nuova ammiraglia Saab (Photo Credit: The Orange County Register)

Il nostro test sulla 9-5

Devo ammettere che ho avuto una risposta abbastanza tiepida dalla vettura durante la prima guida. Si, i 300 cavalli del motore V6 sembrano perfetti per spostare la grande berlina d’accordo, ma non certo a velocità sportive. Alcuni Turbo-Lag erano evidenti e la trasmissione automatica a sei rapporti è sembrata solo un poco titubante, ma poi è successo qualcosa, strano da descrivere più ho guidato la nuova 9-5, più la ho apprezzata. In una parola, la nuova 9-5 è solida. Una volta conosciuta meglio la berlina, abbiamo potuto riscontrare finiture e rivestimenti degni delle conosciute premium tedesche come Mercedes-Benz e Bmw. Come le sue rivali, la 9-5 ha offerto un abitacolo confortevole, sereno e silenzioso. Le linee interne e le finiture sono impressionanti ed il sedile del conducente viene offerto con un grande sostegno lombare che si rivela una “manna” per chi fa svariati chilometri al volante. Anche le sensazioni fornite dal motore si sono tramutate con il passare del tempo e conoscendo meglio la vettura, passando alla “modalità sportiva” si è rivelato molto più disposto a portare la vettura alle velocità massime. Nel corso di un centinaio di miglia la coppia ha prodotto una media compresa di 19 mpg, una dato mediocre nei nostri test.

L'interno della nuova Saab 9-5 Sedan My2010 Aero automatica in prova per la testata americana (Photo Credit: The Orange County Register)

Abbiamo apprezzato la nuova 9-5 sia internamente che esternamente. Ai nostri occhi, il suo esterno pulito e lucido evoca gli aerei da combattimento del passato Saab ed all’interno le linee sono state altrettanto chiare e minimali per gli occhi, salvo per le maniglie di apertura delle portiere che supponiamo saranno amate od odiate dagli appassionati. Al contrario, gli avvisi acustici della vettura come i sensori sia anteriori che posteriori che avvertono la distanza dagli oggetti è risultato troppo sensibile, eppure, con tutti questi sistemi dove si trova la telecamera posteriore per la retromarcia? Siamo rimasti straniti ci come questa ammiralgia capace di offrire doppi schermi Dvd con relative cuffie senza fili per i passeggeri posteriori non propone una telecamera montata sul retro della vettura per aiutare i conducenti durante i parcheggi. Un aiuto sicuramente richiesto dalla clientela per parcheggiare nel modo migliore la propria vettura lunga più di 197 pollici, questa ammiraglia a differenza del suo design slanciato è ingannevolmente lunga.

In generale crediamo che la nuova Saab 9-5 è una più che distinta vettura. Se i consumatori saranno abbastanza per acquistarla rimane sempre un punto interrogativo per Saab per per i suoi nuovi proprietati. Molti consumatori, ne siamo quasi sicuri, preferiranno utilizzare i loro soldi per acquistare una vettura di una casa automobilistica il cui futuro non appare ancora nebuloso o vedranno il marchio Saab non ancora pronto ad essere paragonato con i più blasonati premium? Tutto ciò è ancora una supposizione, ma ecco di seguito il parere di un fedele cliente ed appassionato Saab sulla nuova 9-5.

Il particolare porta-bicchieri posizionato nella console centrale, una della richieste fondamentali dal mercato Statunitense (Photo Credit: The Orange County Register)

Il parere di Mr.s Samantha

L’amore per Saab scorre profondamente trà i proprietari delle vetture svedesi. I proprietari della 9-5 possono facilmente individuare i fari squadrati della vettura in un interminabile colonna autostradale e gli appassionati del modello non mancano, grazie al suo telaio, ai suoi interni in legno, alle solide portiere ed alla chiave di accensione posta nella consolle centrale. Uno dei miei colleghi Mr. Matt mi ha invitato a provare la nuova Saab 9-5 e dopo pochi istanti dall’ora concordata è arrivato con la nuova ammiraglia. Abbiamo parcheggiato e la differenza con la mia 9-5 anziana di otto anni si sentivano, forse anche per il diverso colore, la mia grigio scuro e la nuova “Nocturne Blu”. Le mie prime impressioni non erano del tutto buone. Il frontale mi ha ricordato inizialmente una giapponese Acura con un muso più sottolineato. Il suo retro non è più squadrata ed alto, ma più “ingentilito”. Il suo design generale era più rotondo e più alto e i finestrini sono sembrati meno profondi. Altro particolare che mi ha colpito è stato il logo posteriore che è stato sostituito con un elegante logo Saab in alluminio spazzolato.

All’interno, la plancia centrale aveva così tanti pulsanti e opzioni che mi sono persa nelle scelte. Sono stata felice di vedere che la funzione “Nightpanel” è rimasta, così come le differenti opzioni di trazione, il doppio impianto di climatizzazione ed i sedili riscaldabili. Con mio grande sgomento mancava l’innovativo sistema che nascondeva il porta-bicchieri, in sua sostituzione due porta-bicchieri generici posizionati nella consolle centrale vicino l’interruttore dell’accensione. (Ringrazio Saab di aver mantenuto sulla consolle centrale la chiave di accensione, ma già immagino coloro che per errore rovesceranno i loro bicchieri di Starbucks sul nuovo pulsante “Engine Start”). Chiudendo le portiere si sentiva il rumore della plastica sul metallo che mi ha ricordato la solidità dei modelli più vecchi.

Una nuova foto tre quarti anteriore della nuova Saab 9-5 My2010 (Photo Credit: The Orange County Register)

Il bracciolo centrale è stato ridotto, ma offre ancora un comodo sostegno. Guidando l’automobile in tutte le mie normali commissioni mi ha fatto dimenticare tutte le caratteristiche che mi avevano fatto stortare il naso. Lei viaggia pesante, calma e liscia. Il cambio automatico funziona bene alle alte velocità, ma sembrava un poco più goffo in città. L’interno dell’abitacolo era spazioso ed il mio partner molto alto non aveva problemi. Nel complesso, si sentiva durante la guida la sensazione di guidare una berlina di alta qualità come mi aspettavo. Beh che aggiungere? Solo un particolare… La nuova 9-5 poi mi ha regalato un sorriso infantile quando ho accellerato in quinta marcia per superare il traffico congestionato del centro.