Gen 18

Mr. Jan Åke Jonsson intervistato da Teknikens Värld

Mr. Jan Åke Jonsson al lavoro nel suo studio personale in Svezia (Photo Credit: Teknikens Värld)

Si parla del Ceo Svevdese…

La rivista svedese Teknikens Värld ha pubblicato un articolo sull’Amministratore Delegato di Saab Automobile Ab Mr. Jan Åke Jonsson. Dopo le numerose interviste con il Presidente Mr. Victor Muller ecco finalmente Mr. Jonsson sotto i riflettori della stampa incalzato dalle domande e dalle curiosità di una testata di tutto rispetto. Di seguito ecco l’articolo di Teknikens Värld tradotto dallo svedese per i nostri lettori.

L’Amministratore Delegato di Saab Mr. Jan Åke Jonsson, un Vincitore nel lungo periodo

Le recenti turbolenze su Saab non sono state definitive, la ricerca di acquirenti da parte di General Motors, le discussioni con il Governo Svedese e l’accordo con Spyker hanno concluso la vicenda Saab. Abbiamo incontrato il Ceo Mr. Jan Ake Jonsson a capo del marchio svedese presso il suo studio personale.

La pressione dei media su Mr. Jonsson è stata sicuramente pesante e molte persone sono desiderose di conoscere la storia di Saab vista dall’interno dell’azienda, di come sia riuscita a sopravvivere. Quando era stata concordata l’intervista non era stato definito il luogo e solo pochi giorni prima della data ci è stato segnalato l’incontro presso il suo ufficio nella sede di Trollhättan. Al piano superiore del complesso di uffici di fronte alla fabbrica Saab di Trollhättan Mr. Jonsson di fronte al suo desktop appare tranquillo e ci invita a sederci sul divano di fronte la scrivania, il nostro pensiero va subito sulle persone che hanno varcato quella porta negli ultimi due o tre anni.

“Il calendario è ricco” afferma inizialmente Mr. Jonsson “Semplicemente troppo bello” continua ridendo. “E’ bello che la domanda sia così ampia” continua Mr. Jonsson. In linea di principio ogni giorno ed ogni settimana sono pieni di seminari, discorsi ed incontri che richiedono la partecipazione di Mr. Jonsson e ciò va oltre i normali doveri.

Il sorriso di Mr. Jan Åke Jonsson lo ha reso famoso unito al suo inesauribile entusiasmo, che ha sfoggiato a Detroit, a Rüsselsheim ed a Stoccolma dove ha sempre parlato nell’interesse di Saab. “Ci saranno molti viaggi e ho dato la mia presenza solo ai più importanti negli ultimi anni”. Oltre al suo indirizzo principale a Stoccolma Mr. Jonsson possiede anche un appartamento sopra Göteborg, “Ma la mia preferita è la sede estiva di Oxelösund” dichiara Mr. Jonsson ed azzardiamo a definirlo il luogo dove l’uomo Saab ritrovi nuove energie. Mr. Jonsson è fondamentalmente un uomo “Saab”. Laureato a 18 anni, ha iniziato la sua carriera in Saab, presso il ramo aziendale aereo dove ha seguito anche lo sviluppo informatico e la sua prima auto è stata, ovviamente, una Saab.

La nuova Saab 9-5 Sedan My2010 davanti la sede Saab con il Ceo Mr. Jan Åke Jonsson (Photo Credit: Teknikens Värld)

E’ stato a lungo un anonimo dipendente del gruppo Saab, ma con gli anni sono cresciute le sue funzioni e la sua tenacia non si è mai esaurita. Nei primi anni novanta, è stato responsabile delle Pubbliche Relazioni e del Marketing per Saab nel mercato Statunitense. Dal 1997 al 2002 ha lavorato presso General Motors Europe, dal 2002 al 2005 ha ricoperto il ruolo di Manager per Europa ed Asia ed ha preso l’attuale ruolo di Ceo di Saab dopo Mr. Peter Augustsson che ha lasciato tale poszione nel Marzo 2005.

Un rapido sguardo indietro ci mostra che gli ultimi due anni sono stati frenetici per Mr. Jonsson. Quando General Motors ha annunciato la crisi finanziaria del brand Saab nell’autunno del 2008 dichiarando il marchio in vendita il lavoro del Ceo è diventato ancora più febbrile.

Uno dei dogmi principali è il volume di produzione che però non si rivela come l’unico obbiettivo, ma era sicuramente il più importante da raggiungere nel piano aziendale, che ha incluso il lancio della già matura Saab 9-5 e della 9-4X. “I viaggi a Rüsselsheim ed a Detroit hanno portato incontri con i potenziali acquirenti a Trollhättan. La lotta per Saab era, ed è ancora forte, da parte di tutti i nostri dipendenti” ha confermato Mr. Jonsson. In un corridoio bloccato e nascosto proprio accanto al Saab Museum sono stati posti i modelli in scala reale della Saab 9-5 Sedan e della 9-4X affiancate dalla più recente concept 9-X Air. Gli interessati sono stati svelati in parte come la svedese Koenigsegg che si è ritirata all’ultimo momento. Mr. Jonsson spiega tale situazione con la seguente frase “E’ stato un momento un po’ confuso” non dicendo altro. Il 18 Dicembre 2009 è stata comunicata la decisione finale di General Motors: smantellare l’intera struttura Saab “E’ stata dura, uno dei miei giorni più pesanti” dichiara Mr. Jonsson.

Dare motivazioni al personale è stato un compito difficile, ma perseverante per vincere e dietro le quinte le discussioni sono proseguite con Spyker e la vendita è stata annunciata già nel Gennaio 2010 con una prima soluzione per il finanziamento necessario all’acquisto e l’assunzione delle responsabilità di Saab rilasciate da General Motors. Siamo affascinati dalla solidarietà dimostrata nei confronti di Saab da parte di Mr. Jonsson, anche ora che l’onere del passato di proprietà americana non esiste più.

Sono stati pubblicati due libri a proposito del cosiddetto “affare Saab”, è riuscito a leggerli? “Per ora ne ho letto uno, ed il contenuto fornisce una precisa visione globale di quello che è realmente successo”. Nell’attuale situazione non è più possibile produrre più automobili di quelle vendite, ciò suona relativamente nuovo per Saab, ma è necessario per adeguare l’offerta alla domanda. Anche se la produzione annuale non ha raggiunto i volumi desiderati, il primo obiettivo per il 2010 era di 80000 vetture e sono state realizzate circa 35000 automobili, ma Saab come Mr. Jonsson si rivelano positivi per il futuro. “La crisi finanziaria globale è terminata e i dati della nuova 9-5 saranno gradualmente migliori!” ecco il futuro secondo il Ceo svedese. “Il 2010 è stato un successo per tutti i dipendenti. Un nuovo proprietario, avviata la produzione della nuova 9-5, il trasferimento della produzione della 9-3 Cabrio da Graz, il lancio della 9-5 quest’estate e la premiere della 9-4X in inverno, un anno ricco di novità, ma ora siamo pronti con una linea di produzione razionalizzata ed un piano aziendale che appare luminoso” afferma Mr. Jan Åke Jonsson.

Il nuovo propulsore fornito da Bmw da 1.6 litri è solo l’inizio, secondo le indiscrezioni provenienti da Trollhättan c’è molto di più in cantiere e questa primavera al Salone di Ginevra si avranno maggiori news anche sulle tecnologie di progettazione. “Trovare soluzioni è altrettanto creativo ed interessante come sempre”, continua Mr. Jonsson e brilla in lui la stessa voglia di fare di una giovane recluta che da sviluppatore di sistemi arriva alla carica di Direttore Generale e noi rimaniamo colpiti dal modo in cui si pone dietro la sua modesta scrivania al terzo piano. In bocca al lupo Mr. Jonsson e anche a Saab ovviamente.