«

»

Apr 27

SAAB|news

Critiche di Mr. Antonov per il Governo Svedese e la Bei

Una foto del brand aziendale Saab all'esterno dello stabilimento svedese Saab (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Il Governo Svedese e la Bei “sotto accusa”…

Seguire le notizie svedesi non è sempre facile ed i social-network a volte riescono a darci una grande mano perché anche una sola frase puo fare la differenza sui risultati finali di una questione così spinosa. Nuove dichiarazioni da parte del manager russo Mr. Vladimir Antonov e da parte del suo portavoce Mr. Lars Carlström sembrano delineare una strana situazione che se sta davvero diventando pesante per tutti i media che stanno seguendo la vicenda immaginiamo quanto possa essere ardua e difficile per i dipendenti Saab e per tutto l’indotto del brand scandinavo di Trollhättan. Il Gruppo Convers capitanato dal banchiere russo Mr. Antonov ha confermato di essere deluso dalle dichiarazioni rilasciate da diversi politici Svedesi che da alcuni giorni ripetono il bisogno del denaro dei contribuenti per far sopravvivere Saab, dichiarazioni secondo lo stesso Mr. Antonov, prive di senso che sono destinate solo a creare inutili allarmismi e screditano l’operato delle parti in causa. “Alla fine della scorsa notte Mr. Anders Borg ha descritto la situazione nello stesso modo di Mr.s Maud Olofsson: una questione di soldi richiesti ai contribuenti. Siamo estremamente preoccupati per la mancanza della conoscenza matematica di base da parte del Governo” ha dichiarato Mr. Carlström portavoce di Mr. Antonov. Le critiche da parte dei finanziatori esteri però non si è estesa solo al Governo Svedese, ma ha anche toccato la Banca Europea per gli Investimenti accusata di impiegare troppo tempo per delineare una situazione che necessita una veloce conferma.

Il fermo della produzione porterà ad enormi perdite per la società, inizialmente previste per un paio di centinaia di milioni di Corone Svedesi, un ritardo assolutamente folle che crea un grave danno alla società” ha aggiunto Mr. Carlström ed ha continuato “Le decisioni della Bei potrebbero richiedere anni ed è per questo che non ho affatto fiducia sull’organo Europeo”. La situazione sembra davvero complicarsi, ma la soluzione secondo Mr. Carlström non è così utopistica il Gruppo Convers e lo stesso Mr. Vladimir Antonov sono già al lavoro per trovare una diversa soluzione che permetta non solo a Saab di riprendersi completamente, ma anche di escludere la Bei che non sta concretamente aiutando il marchio svedese “E’ bene sapere che Saab sta lavorando su differenti e proprie soluzioni che non dipendono dalla Bei, non ha senso sprecare il nostro tempo con la Banca Europea ed il brand scandinavo è molto vicino ad una soluzione per i suoi problemi finanziari, ho buone speranze in proposito, ma questi sentimenti non sono grazie alla Bei o al Governo Svedese” ha affermato Mr. Carlström che in un intervista con il Göteborgs-Posten ha concluso “Mr. Vladimir è ora alla ricerca di maggiori investitori capaci di fornire liquidità a lungo termine per Saab. Proprio oggi, è nei Paesi Baltici”. La fine non sembra proprio dietro l’angolo, ma la tenacia che traspare dal Gruppo Convers e dal manager russo sembrano essere di buon auspicio ed indirettamente con un nuovo messaggio sulla propria pagina di Twitter Mr. Vladimir Antonov ha affermato “Messaggio rivolto ai fornitori di Saab: Non licenziare i tuoi dipendenti, aspetta ancora per un po’” confermando indirettamente di essere sulla buona strada per chiudere la vicenda.

Lascia un commento