Apr 21

Mr. Vladimir Antonov un Banchiere fuori dall’ordinario

Una foto del bachiere e manager russo Mr. Vladimir Antonov (Photo Credit: Ttela)

Una “carta d’identità” del manager russo…

Grazie alla testata svedese Ttela che è riuscita a raccogliere alcune informazioni sul manager russo possiamo stendere una “carta d’identità” del noto finanziere russo Mr. Vladimir Antonov che ha da tempo legato il suo nome con quello del brand scandinavo Saab. L’attenzione dei media rivolta al manager russo è molto alta, ma dopo l’accettazione del finanziamento a Saab il suo nome richiede sicuramente un maggiore approfondimento.

Il 20 Giugno del 1975 l’Ingegniere di 24 anni Mr. Alexander Antonov diventa padre di un piccolo maschio che come da usanza russa prende come secondo nome il nome del padre: Mr. Vladimir Antonov Alexandrovitj. Una famiglia non priva di talenti, sia il padre Mr. Alexander che il nonno del manager russo, sono stati due dei fondatori del programma atomico sovietico. Il padre Mr. Alexander ha iniziato a lavorare come ingegnere presso un sito di estrazione dell’uranio arricchito e prima del crollo sovietico ricopriva la posizione di capo dell’impianto di Tjkalovsk nel nord del Tagikistan che dava lavoro a più di 30000 dipendenti.

Mr. Vladimir Antonov è cresciuto in Tagikistan al confine tra Cina ed Afghanistan, ma con la dissoluzione dell’impero sovietico e la successiva indipendenza della Russia, era difficile per nativi russi rimanere negli stati precedentemente controllati dall’impero sovietico ed il padre Mr. Alexander lasciò il paese con il figlio Vladimir allora diciasettenne per recarsi a Mosca. Mr. Vladimir Antonov a Mosca decise di seguire le orme di suo padre ed iniziò il suo percorso di studi iscrivendosi ad una delle più prestigiose università della capitale russa con l’intenzione di laurearsi in Ingegneria, ma ben presto si rese conto che voleva dedicarsi all’economia ed al sistema bancario. Il suo cambiamento fu dettato anche dalla maggiore richiesta di banchieri che di ingegneri nella neonata Russia dopo il crollo sovietico e tale scelta si rivelò un vero successo. Nel 1993 Mr. Antonov inizia la propria formazione aziendale a Mosca e completata la laurea in economia nel 1998 a soli 23 anni, ma la sua vita professionale era già impegnata grazie alle grandi possibilità offerte ai talentuosi e ad un economia in forte espansione. La prima vettura acquistata da Mr. Vladimir Antonov a 19 anni è stata una Saab 9000 e da allora l’attenzione per il mondo automobilistico e per il marchio Saab non ha mai lasciato il manager russo, ma allora mai Mr. Antonov a bordo della sua 9000 pensava di diventare così cruciale per il futuro di quella casa scandinava a 2350 chilometri di distanza.

L’inizio dell’impero di Mr. Antonov che attualmente ha un attività di 4 Miliardi di Euro circa, ha visto le sue basi quando Mr. Vladimir Antonov aveva solo 22/23 anni e possedeva una discreta liquidità ottenuta dopo alcuni investimenti di successo come Chief Financial Officer per la società Moscow Bank Lefko. Grazie a questi fondi (forse anche grazie alle risorse del padre) ed ai contatti nel mondo accademico, è stato in grado di acquisire una banca: la Akademkhimbank, di proprietà dell’Università, ma ormai destinata alla chiusura a causa della crisi bancaria russa del 1998. La tenacia e il talento negli affari di Mr. Vladimir iniziano a vedersi qui e grazie ai dati presenti nei sistemi It della banca appena acquistata inizia a comprendere i movimenti dei fondi in Russia ed inizia a trarne un tornaconto personale. Da allora l’attività bancaria ed imprenditoriale del manager russo non conosce soste fino al 2003 anno che segna un grande passo per Mr. Antonov, ora il banchiere russo controlla la russa Conversbank che si è trovata in una violenta tempesta, dopo una battaglia legale per la definizione della proprietà Mr. Antonov, riesce ad acquisire l’allora sottovalutata Conversbank e lo stesso anno riesce ad acquistare anche la banca lituana Snoras il cui valore si era di molto assottiliato a causa di un accusa di riciclaggio di denaro e le autorità lituane volevano un nuovo proprietario che potesse far evitare la completa chiusura. Da allora l’impero di Mr. Vladimir Antonov si è consolidato e viene amministrato dal manager russo dall’Inghilterra dove vive con la propria famiglia. Dalla Gran Bretagna ha continuato a costruire il proprio impero finanziario che vede al suo interno: Snoras in Lituania, Conversbank in Ucraina, Prince Tower in Inghilterra, Banco Transatlantico a Panama ed Mulitasset in Svizzera.

Mr. Antonov non si è limitato solo agli istituti bancari ed il suo “impero” comprende anche diversi altri settori. Nei trasporti possiamo citare Baltic Aviation Systems e la compagnia aerea lettone AirBaltic. Nel campo delle telecomunicazioni Mr. Antonov è anche quì presente con il gigante russo Svyazstroy e con Convers Dbg specializzata nella creazione di “apps” per smartphone e social-media. L’impero di Mr. Antonov conta tra le sue file diverse testate di informazione come: il quotidiano lettone Latvian Telegraph newspaper, il lituano Lietuvos Rytas ed il quotidiano economico russo Odnako. Infine il settore automobilistico è rappresentato da Zagato e British Cpp. Beh non male per un giovane trentacinquenne descritto come cordiale, gentile ed un poco timido padre di famiglia.