«

»

Mag 23

SAAB|news

Mr. Jan Åke Jonsson lascia Saab Automobile Ab dopo 38 anni

Mr. Jan Åke Jonsson immortalato all'uscita dello storico stabilimento Saab in Svezia (Photo Credit: Ttela)

Un addio che non sarà dimenticato…

Come gran parte dei nostri lettori sapranno, uno dei manager svedesi più legato a Saab Mr. Jan Åke Jonsson Ceo del bransd scandinavo ha lasciato ufficialmente il marchio settimana scorsa. La testata svedese Ttela ha voluto descrivere in un ricco articolo l’atmosfera respirata in questi giorni dal management svedese e dai suoi più stretti colleghi. Un articolo che tenta di celebrare l’operato del manager che ha saputo risollevare il marchio più di una volta e non l’ha mai lasciato solo. Siamo sicuri che il suo lavoro non sarà dimenticato ne dai dipendenti di Trollhättan, ne dagli appassionati di tutto il mondo. Vogliamo commemorare il suo lavoro con Saab anche noi nel nostro piccolo e speriamo che questo piccolo articolo possa rendergli giustizia, Inte en adjö, men hej då Mr. Jonsson!

Giovedì 19 Maggio è stata una data da ricordare per Mr. Jonsson, è stata infatti l’ultima  giornata come Amministratore Delegato di Saab Automobile Ab. Per ora il suo ruolo sarà ricoperto temporaneamente dal Presidente di Saab Mr. Victor Muller, ma nessun nome sul futuro Ceo è stata avanzata al termine della riunione con gli azionisti Spyker. Il 25 Marzo è stato consegnato alla stampa un comunicato ufficiale che annunciava la conclusione della carriera lavorativa di Mr. Jonsson che dopo sei anni si dimetteva dal ruolo di Amministratore Delegato di Saab Automobile Ab ed è stata una vera notizia inaspettata per tutti. “Ho iniziato un dialogo con Mr. Muller, alla fine dello scorso anno su questo tema, non è stata quindi una decisione improvvisa” ha dichiarato Mr. Jan Åke Jonsson dopo solo un’ora dal rilascio della notizia.

Dopo tale news è iniziato un duro periodo per il marchio svedese, i problemi di liquidità ed il fermo della produzione il 7 Aprile ha rimesso in gioco il manager svedese che non ha lasciato il suo brand. Mr. Jonsson da allora ha rilasciato diverse interviste e si è impegnato a fondo nel lavoro, ma non ha più commentato la decisione presa e non ha fatto più riferimenti al suo ultimo giorno di lavoro in azienda. L’impegno e la passione per il brand non sono mai calati ed ha preso parte in compagnia di Mr. Muller del primo viaggio in Cina per trovare un nuovo partner ed ottenere nuovi capitali per la società. Martedì scorso è stato ringraziato da tutto il management Saab con una cena a Trollhättan e stesso ringraziamento è stato effettuato dal management Spyker la sera successiva in Olanda. Il suo lavoro come Amministratore Delegato per sei anni in Saab è stato davvero duro in tale periodo Saab ha affrontato una profonda crisi, prima l’ipotesi della chiusura per mano dell’ex proprietario General Motors, poi l’acquisto di Spyker e fino a poche settimane fa un nuovo problema finanziario che ha fatto tremare appassionati ed addetti ai lavori, un lavoro ed una resposabilità davvero forte quella sobbarcata da Mr. Jonsson che ha iniziato a lavorare per la casa di Trollhättan nel 1973. “Mr. Jonsson è stata una solida roccia nella tempesta che dura dalla fine del 2008” ha affermato il Direttore di Produzione Mr. Gunnar Brunius che manifesta a Ttela la sua completa comprensione nella scelta dell’ex Amministratore Delegato di Saab “Dobbiamo rispettare le decisioni di ogni individuo che desidera fare altro nella vita. Il lavoro non può essere tutto nella vita e lo sforzo 24 ore al giorno compreso il Sabato e la Domenica portano davvero ad una vita stressante” ha concluso Mr. Brunius che da 30 anni lavora per Saab e comprende perché Mr. Jonsson non ha voluto rilasciare nessuna intervista per il momento. “Ora è Mr. Victor Muller l’uomo che potrà decidere il futuro di Saab” ha affermato il Capo dello Sviluppo Tecnico Mr. Mats Fägerhag che lavorava in Germania quando Mr. Jonsson subentrò a Mr. Peter Augustsson nel ruolo di Ceo Saab, “Durante questo periodo abbiamo avuto molto a che fare con ciascuno dei due big boss ed è normale stringere un rapporto lavorativo in queste condizioni. Anche se Mr. Jonsson aveva lavorato all’estero per conto di General Motors, la prima volta che l’ho visto è stato all’inizio degli anni novanta quando era responsabile qualità” ha dichiarato Mr. Fägerhag che ha poi concluso “Siamo un gruppo abbastanza omogeneo nel management e dobbiamo diventare autonomi quando Mr. Muller non sarà in azienda, ma ciò è un bene”.

Lascia un commento