Mag 31

Saab ricorre alla Corte Suprema

Una foto della sede della Corte Suprema Svedese a Stoccolma (Photo Credit: JustCall.se)

Una nuova richiesta…

I titoli negativi di diversi media sul brand scandinavo Saab non sembrano terminare rinforzati da alcune news che vedono Saab protagonista ancora di nuove richieste al Governo Svedese. Secondo la testata svedese Ttela Saab Automobile Ab è stata costretta a ricorrere alla Corte Suprema Svedese per sfuggire alla richiesta del Governo di pagare più di 100000 Euro di contributi previdenziali arretrati mai versati alle casse dello Stato. La vicenda risale al periodo della prevista chiusura dell’azienda da parte del colosso americano General Motors, periodo nel quale tutti i dipendenti della società svedese erano diventati automaticamente disoccupati e quindi a carico dello Stato. La nuova società indipendente Saab Automobile Ab ha chiesto ufficialmente l’esonero da questo importo che peserebbe troppo nell’attuale contesto aziendale davvero fragile. Speriamo che si trovi al più presto una soluzione che non vada ad influire sul futuro dell’azienda che in questo momento sta attendendo diverse approvazioni sulla partnership cinese stretta con Pang Da.