Giu 10

I dipendenti di Trollhättan in Pausa

Una foto di repertorio della linea di produzione Saab in Svezia (Photo Credit: Ttela)

La giornata di oggi in Svezia…

Oggi Venerdì 10 Giugno 2011 la situazione a Trollhättan dopo il comunicato di ieri è nuovamente si stallo e gran parte degli operai impiegati sulla linea di produzione di Trollhättan, lo stabilimento principale di Saab in Svezia, non sono in azienda per il blocco della produzione. Le giornate di fermo saranno regolarmente pagate conferma Saab e parte dei dipendenti in questi giorni di stop forzato saranno impiegati per nuovi corsi di formazione volti a migliorare efficenza e qualità dei lavori in Svezia, ma come conferma la portavoce di Saab Mr.s Garfield alla testata svedese Ttela “Le decisioni vengono prese giornalmente e non possiamo definire la data esatta della nuova completa ripresa”. Il nuovo blocco della produzione è dovuto, come segnalato ieri nel comunicato ufficiale rilasciato, dalle parziali consegne dei materiali da parte di alcuni fornitori, questa produzione che negli ultimi due giorni era a singhiozzo era dovuta proprio alla mancanza dei pezzi necessari alla produzione non per nuovi problemi economici, ma per la lenta ripresa da parte di alcuni fornitori che formano l’indotto di Saab in Svezia. Da Trollhättan sono rilasciate diverse rassicurazioni e si conferma, come già segnalato ieri, che i problemi registrati saranno risolti al più presto e già in questi giorni gli accordi con tutti i fornitori si stanno delineando nel migliore dei modi. Le preoccupazioni restano e l’atmosfera diventa davvero pesante se si ascoltano i fornitori di Saab, “Sto iniziando a dubitare che Saab potrà ripartire” ha criticato Mr. Marcus Nyman Ceo di Iac Sweden produttore di diversi elementi interni dell’abitacolo che ha continuato “Avevamo previsto che ci sarebbero stati alcuni disagi, ma il tasso di produzione è davvero basso e sono rimasto sorpreso da questa interruzione registrata così presto poi”. Non vogliamo commentare le parole di Mr. Nyman riportate da Ttela, ma questo nuovo stop temporaneo non preannuncia nessuna news negativa, non tutti i fornitori di Saab sono grossi colossi dell’automotive e per alcuni subire un blocco della produzione di alcune settimane può significare una ripresa più lunga del solito, inoltre gli accordi con tutto l’indotto richiedono diverso tempo, non tutti i fornitori di Saab sono in Europa infatti.