«

»

Giu 29

SAAB|news

Mr. Vladimir Antonov accettato da General Motors e dal Governo Svedese

Il primo Ministro Svedese Mr. Fredrik Reinfeldt che si è pronunciato sulla vicenda Saab in una foto di rito (Photo Credit: Se2009.se)

Il banchiere nuovo finanziatore di Saab…

La prima a segnalare questa notizia è stata l’edizione online del conosciuto quotidiano economico Dagens Industri, ma i continui aggiornamenti della testata svedese Ttela sembrano riconfermare la news: Mr. Antonov (escluso dalla Bei) è stato accettato come finanziatore da parte dell’ex proprietario General Motors e dall’Ufficio del Debito Svedese. Secondo la testata economica svedese il colosso di Detroit sembra intenzionato a concedere circa 2300 Milioni di Corone Svedesi (pari a circa 248 Milioni di Euro) di azioni privilegiate del brand scandinavo Saab al banchiere russo Mr. Antonov. Una cifra davvero importante, ma che sarà rilasciata al manager russo per soli 800/900 Milioni di Corone (pari a 85/95 Milioni di Euro circa) e consentirà a Mr. Antonov di coronare il suo sogno e diventare proprietario di parte del brand di Trollhättan. Una “svendita” dovuta alla crisi che ha colpito il marchio che sta iniziando a recuperare in questi giorni grazie ad un primo finanziamento a breve termione cinese e alla vendita dei propri immobili. Se l’accordo andasse in porto l’ex proprietario americano di Saab sarebbe completamente escluso dal marchio svedese, ma l’accordo dovrà essere nuovamente approvato dalla Banca Europea per gli Investimenti e dal Governo Svedese, quest’ultimo sembra davvero intenzionato ad annunciare questo accordo al più presto. Il Governo per la prima volta dopo gli scorsi incontri con l’ex Ministro dell’Industria Mr.s Maud Olofsson si è presentato a Trollhättan con il proprio primo Ministro Svedese Mr. Fredrik Reinfeldt che ha confermato l’inizio dell’analisi da parte dell’Ufficio del Debito sulla richiesta avanzata da Mr. Antonov.

Se il primo Ministro non si sbilancia, il portavoce del banchiere russo Mr. Carlström al contrario afferma che Mr. Vladimir Antonov è già stato accettato come azionista. La vicenda inizia a complicarsi, ma grazie a Ttela che ha intervistato Mr. Reinfeldt riusciamo a scoprire la posizione del Governo Svedese sulla situazione Saab “Deve essere fatto un esame approfondito sull’affare, ma il Governo è aperto a tutti coloro che possono sostenere la situazione creatasi”. Il primo Ministro riferendosi all’Ufficio del Debito ha dichiarato “Abbiamo richiesto all’Ufficio del Debito di prepararsi in modo differente da quanto ha già fatto e devono responsabilizzarsi sulla vicenda”. Mr. Lars Carlström portavoce del Gruppo Convers di proprietà di Mr. Vladimir Antonov ha reagito alle dichiarazioni del primo Ministro ed ha voluto ribadire “Ora capisco perché ci sia voluto così tanto tempo con il processo di Mr. Vladimir Antonov. Mr. Reinfeldt sembra non conoscere affatto la materia in quanto l’approvazione da parte dell’Ufficio del Debito al finanziamento di Mr. Antonov è già stata segnalata ben otto settimane fa“. Mr. Fredrik Reinfeldt ha anche affermato “Il punto di partenza del Governo sono le persone e rappresentano la base dei nostri pensieri è anche importante che ci siano i supporti adatti alla conversione delle loro professioni, insomma ci dobbiamo preparare ad ogni evenienza” proprio su questo tema i media si sono confermati interessati ed hanno richiesto al primo Ministro se è già previsto un piano per affrontare una bancarotta di Saab e Mr. Reinfeldt ha risposto “Non posso pronunciarmi su cose che non sono accadute. Ci sono molte persone che stanno seguendo la vicenda con grande preoccupazione ed è inutile descrivere una posizione in cui non siamo”.

1 comment

  1. lucio

    Penso che in tutta questa crisi ci sia la solita interferenza politica che non sa mai coniugare interesse sociale con interessa privato
    Credo pertanto che il governo Svedese urgentemente debba accettare le realta’ di mercato e qundi aprire le porte a nuovi investitori – russi o cinesi – che siano per un solo ed unico scopo –salvare posti di lavoro oltre che un marchio qualitativamente ben riconosciuto in tutto il mondo.

    Un sincero in bocca al lupo

Lascia un commento