Lug 28

Escluso Mr. Vladimir Antonov

Mr. Lars Carlström portavoce di Mr. Vladimir Antonov immortalato durante un intervista (Photo Credit: Aftonbladet.se)

Crescono le indiscrezioni…

La testata svedese Di.se con un nuovo articolo riporta il banchiere russo protagonista della vicenda Saab, annunciando che sarà nuovamente escluso dall’affare del brand scandinavo. Non indiscrezioni o rumors degli addetti ai lavori, ma dichiarazioni del suo portavoce Mr. Lars Carlström che ha confermato l’esclusione completa di Mr. Antonov da parte della Bei e da parte del Governo Svedese. Lo scorso Aprile Mr. Vladimir Antonov aveva ricevuto l’approvazione del suo finanziamento a Saab da parte dell’Ufficio del Debito, ma un successivo comunicato stampa rilasciato dalla Banca Europea per gli Investimenti aveva allontanato il banchiere russo dall’affare Saab ed il Governo non aveva più esposto il proprio parere sull’operazione. Da allora secondo Mr. Lars Carlström, il manager russo è stato escluso dall’affare Saab e grazie ad alcuni incontri con Mr. Lars Holmqvist Ceo di Clepa (Associazione Europea dei fornitori di componenti automobilistici) il portavoce di Mr. Antonov ha conosciuto le intenzioni della Bei e del Governo Svedese che hanno informato i diversi fornitori di Saab che non avrebbero accettato le offerte di Mr. Antonov. Queste informazioni “assolutamente affidabili” secondo Mr. Carlström sono poi state confermate da alcune persone vicine al Governo ed alla Bei che da tempo avevano deciso di non approvare l’investimento presentato dal banchiere russo.

“Abbiamo lavorato alacremente da mesi e sapere che tutto questo è stato inutile è assurdo” afferma il portavoce Mr. Carlström che non riesce a spiegarsi le motivazioni che hanno portato a questa esclusione “Non sappiamo perché. Si tratta di una situazione particolarmente difficile e non conosciamo le basi che hanno portato a queste decisioni”. Forse le critiche rivolte alle banche lituane di proprietà del manager russo hanno portato a queste decisioni da parte della Bei e del Governo? Mr. Lars Carlström lo esclude chiaramente dichiarando “tale esclusione è stata definita prima di queste notizie”, ma se il banchiere è stato allontanato come possibile azionista di maggioranza, l’attuale situazione ha aperto le porte a nuovi investitori e ciò potrebbe portare diversi vantaggi per il banchiere grazie al suo fondo Gemini. Secondo il Financial Times Gemini ha stretti legami con Mr. Antonov ed i ritardi nella consegna del prestito fornito dal fondo di investimento potrebbero riguardare proprio il legame stretto con il banchiere russo, ma Mr. Carlström non vuole commentare la vicenda affermando semplicemente che “Mr. Antonov ha una vasta rete di persone che hanno a disposizione ingenti capitali e se fosse stato accettato come azionista Saab non si sarebbe ritrovata ora in questa imbarazzante situazione”. Il Governo e la Bei come hanno reagito a queste affermazioni? Nessuno dei due enti ha rilasciato alcuna dichiarazione, ma le parole del portavoce Mr. Lars Carlström sembrano fornire una nuova luce sulla vicenda.