«

»

Lug 11

SAAB|news

L’articolo e le foto della Saab PhoeniX by Top Gear

Un tre quarti anteriore della concept Saab PhoeniX sulle strade di New York (Photo Credit: Top Gear & Bbc)

Le foto del reportage…

Vi avevamo già segnalato le prime foto scattate dalla famosa rivista inglese Top Gear che aveva potuto effettuare un servizio fotografico della concept car Saab PhoeniX nel centro di New York. Dopo l’uscita del numero di Luglio del “graffiante” magazine ecco alcune foto scattate proprio durante il servizio. Il reportage celebra più che degnamente la concept partorita dal nuovo Capo Designer Mr. Jason Castriota e come già indicato nel precedente articolo la location dove è stata immortalata la futuristica concept la rendono ancora più incredibile, vero? Ecco di seguito alcuni estratti dell’articolo pubblicato da Top Gear.

Sogno svedese: la PhoeniX

Sono le due di mattina, ma a New York vediamo già un chilometro e mezzo di taxi gialli incolonnati tra i grattacieli che quasi stonano confrontati con questa futuristica concept a Manhattan. In questo quartiere si riconoscono benissimo i vecchi magazzini e le vecchie macellerie industriali ormai in disuso e forse è proprio questo che rende questa location così glaciale. Come in ogni città il nostro movimento ha attirato diversi curiosi ed una piccola folla ha iniziato ad aggirarsi intorno la vettura, una coppia elegante, un giovane di ritorno dalla discoteca, alcuni operai ed ecco i primi commenti dalla parte opposta della strada “Quella macchina è f****tamente impressionante”. Un giovane pallido con capelli quasi sul viso e dei jeans davvero stretti aggiunge “E’ una Saab è una nuova vettura?” i tassisti ci sorpassano lentamente ed ecco i primi poliziotti che si fermano per controllare cosa stia succedendo. In Gran Bretagna siamo abituati a gente interessata, ma l’aplomb inglese non scatena tali commenti. Ma perché siamo a New York? Manhattan è sovraffollata ed è davvero un luogo assurdo dove guidare, la maggioranza delle persone utilizza poi i mezzi pubblici ed odia le auto, ma forse è l’aspetto della Saab che la fa così apprezzare.

Un profilo della concept car PhoeniX sulle strade di New York (Photo Credit: Top Gear & Bbc)

Forse proprio perché è semplicemente una Saab stimola queste esclamazioni positive, Saab è un brand premium alternativo anche se in questi ultimi tempi è stato un po strizzato è forse questo il motivo del nome della concept PhoeniX che significa fenice, una rinascita perché nessuno vuole veder morire Saab anche se troppo pochi fanno l’unica cosa che gli possa permettere di sopravvivere: comprarne una. Così Saab aveva bisogno di una scossa. E aveva bisogno di una fenice per farlo ed è così che è arrivato Mr. Jason Castriota, un newyorkese/italiano che è stato assunto da Saab come Capo Designer. Il suo impegno per l’azienda lo travolge ogni giorno e le sue idee devono combattere come un ventilatore in una galleria del vento, ma il suo curriculum vitae rafforza le sue proposte, ha lavorato per Pininfarina disegnando la Ferrari 599 e la Maserati GranTurismo, oltre alla Ferrari P4/5, alla Maserati Birdcage ed alla prossima generazione della Ssc. Tutte vetture sicuramente aerodinamiche e tale elemento doveva certamente essere un dato di fatto con Saab afferma Mr. Castriota.

Ancora una foto del profilo che mostra la concept con le portiere aperte (Photo Credit: Top Gear & Bbc)

“L’Ursaab [il primo prototipo di Saab del 1947] era chiaramente aerodinamico, aveva un corpo a fusoliera ed anche oggi utilizziamo l’aria per spingere, tirare e sovralimentare come allora, la stessa PhoeniX ha ancora una fusoliera a goccia ed è evidente l’approccio aeronautico applicato al car design. Da qui sono nate le alette laterali e così via. La concept ha un Cx di 0,25 e la prossima generazione della 9-3 avrà un Cx molto basso”. Le complesse esigenze dell’aria hanno portato ad un’incredibile varietà di soluzioni nella PhoeniX. La più straordinaria è quell’ala laterale ad arco quasi sopra l’abitacolo dove sono mascherate le piccole microcamere che consentono di vedere il posteriore del veicolo che scorre di nuovo verso il profilo per guidare l’aria, prima di comprimerla in un vortice che scaglia verso il basso grazie allo spoiler posteriore più che efficace. Bell’idea, ma non sarà posto su una vera Saab?

Un particolare dei cerchi in lega a turbina della PhoeniX (Photo Credit: Top Gear & Bbc)

Eppure, Mr. Castriota dice che il 70% della vettura è posizionato nel muso davvero filante. Una caratteristica che sarà ripresa nella prossima 9-3. Se il muso è fondamentale per trascinare, la coda è di vitale importanza per la stabilità, spiega Mr. Castriota. Questo esemplare ha una coda tronca con uno scarico centrale, perché l’aria calda si muove veloce e forma una scia. Le prese d’aria si trovano in basso dopo le due ruote anteriori e posteriori sempre verso l’esterno per mantenere l’aria il pulita possibile. Questa vettura sembra creata su più livelli con gradini, scanalature, profili in fibra di carbonio e Mr. Castriota va oltre “Tale concezione è anche filosofica, è creata come una buccia di cipolla, ho voluto mantenere il Dna Saab, ma cambiare le regole. Per andare avanti e diversificare il brand, aumentare il target, interessare nuovi acquirenti, ma cercare anche di mantenere gli appassionati e la clientela Saab”. Concetto riuscito vedendo la folla di curiosi alle 2 di notte qui a New York.

Ma perdonatemi se mi limito a guardare questa concept come un’auto piuttosto che una manifestazione di filosofia. insomma Mr. Castriota non c’è troppo in una vettura? Non è forse un po disordinata? Soprattutto se paragonata ad uno dei dogmi distintivi di Saab: la semplicità scandinava, caratteristica che una qualsiasi Saab dovrebbe portare anche ad occhio nudo. Mr. Castriota non si scompone e dopo poco risponde deciso “Guarda, quando Mr. Bangle arrivò alla Bmw ideò cinque concept car in cinque anni. Noi non abbiamo ne i mezzi, ne il tempo per farlo. Abbiamo dovuto comprimere i cinque anni della Bmw in cinque mesi. Abbiamo lanciato così la PhoeniX a Ginevra quando il gruppo Volkswagen aveva portato otto novità, ma abbiamo ottenuto il massimo della copertura mediatica. Questa vettura doveva portare moltissimo, modificare la percezione di Saab ed ampliare il target di vendita, doveva farlo in fretta con qualcosa di reale”.

Una foto dell'abitacolo e del cruscotto della PhoeniX (Photo Credit: Top Gear & Bbc)

Qualcosa di reale? Eh? Una concept con portiere verticali simili ad ali, che sembrano manici di una borsa della spesa? “Guarda, tale vettura è nata per un vero corpo umano ed è nata su una nuova piattaforma. La struttura è reale, così come la trasmissione, il sistema di raffreddamento, la carrozzeria è tutto reale due persone possono davvero provarla su strada ed alla guida è davvero emozionante. Improvvisamente, ricordo i diversi rendering proposti anche su diverse copertine relative alla prossima 9-3 e questa che ho davanti è un modello reale, ma come sarà la futura media di Trollhättan, Mr. Victor Muller non resiste e ci mostra sul suo smartphone un’immagine della futura 9-3 coupé ideata da Mr. Castriota, ricorda la PhoeniX, ma è davvero un auto filante capace a dare battaglia alle Audi Tt ed alla stranissima Peugeot Rcz. In ogni caso, Mr. Castriota dichiara che la prossima 9-3 avrà un muso differente dalla PhoeniX modifiche ai passaruota ed altri particolari e poi la struttura anteriore sarà accorciata per proteggere al meglio in caso di incidente. Anche il motore è reale, Saab ha fatto un accordo con Bmw per i propulsori, mentre per le sospensioni sono stati siglati accordi con Zf che dovrà tramutare la nuova nata in una vettura sportiva. La X nella PhoeniX è poi messa in risalto questo perché la concept è dotata di trazione integrale, un nuovo sistema elettrico ideato in collaborazione con un azienda americana che sembra ormai pronto a sorpassare la quattro per quattro meccanica.

Sinceramente tendo a criticare gli interni futuristici delle concept car, sopratutto perché tali elementi saranno estremamente ridimensionati nella normale produzione, ma la PhoeniX ha qualcosa che giurano sarà presente sulla prossima 9-3 si chiama IQon ed è basato sul sistema opensource Android, un sistema di intrattenimento, navigatore e migliaia di apps comandate con un touchscreen. Finito? No affatto, ci sarà un app store IQon dove ogni proprietario Saab potrà acquistare ed aggiornare le proprie funzioni durante la vita della sua vettura. Immaginate di voler riprogrammare il sistema ibrido o gli ammortizzatori adattivi, personalizzare le funzioni di navigazione o collegarsi al web, si potrà con questa nuova possibilità. Una flotta beta di IQon è già in test ed il sistema sarà collegato a più di 500 sensori sparsi per il veicolo.

L'abitacolo interno della concept car Saab PhoeniX immortalato dal retro della vettura (Photo Credit: Top Gear & Bbc)

La prossima Cabrio e la berlina del 2012 saranno lanciate prima del prossimo anno? E Mr. Castriota rispondendo in parte afferma che la progettazione è frenetica, non è possibile definire le date, ma il ridimensionamento del Turbo quattro cilindri renderà l’auto più pratica, ma “Non sarà una diretta concorrente dell’Audi A4 o della Bmw Serie 3”.

1 comment

  1. Vector
    Vector

    troppooo bella sta makkina!!!!!! la dovete vendere!!!!!

Lascia un commento