Lug 05

Mr.s Anna Petre tester della Saab 9-3 ePower Elettrica

Mr.s Anna Petre avvocato di Saab Automobile Ab ad un seminario svedese con la sua 9-3 ePower (Photo Credit: Resume.se)

Parola ad una dei 70 tester…

La rivista svedese Resume.se ha intervistato in questi giorni l’avvocato Mr.s Anna Petre profondamente legata al brand scandinavo Saab con il quale lavora da diversi anni. L’avvocato svedese è una dei settanta fortunati che potranno provare su strada la nuova Saab completamente elettrica made in Trollhättan, ma la sua “relazione” con la casa automobilistica svedese dura da anni. Da quando Mr. Jonsson ha lasciato il ruolo di Ceo ed ha terminato la sua carriera lavorativa con Saab Automobile Ab Mr.s Petre che da anni lo seguiva si è ritrovata a Capo delle Pubbliche Relazioni del brand scandinavo senza l’aiuto di un consulente in materia. Madre di tre figli Mr.s Anna Petre ha iniziato a negoziare con il Governo ed i vari creditori per salvare il marchio di Trollhättan, tutto questo da sola perché la crisi che ha colpito Saab ha razionalizzato le risorse e l’ha portata a infinite ore di straordinari come lei stessa conferma “Sinceramente non ho contato le ore di lavoro dello scorso anno” dichiara sorridendo. Ora è stata invitata ad Almedalen sul Mar Baltico per una conferenza sul futuro dell’industria automobilistica e lei si è presentata a bordo di una fiammante Saab 9-3 Sporthatch ePower completamente elettrica (forse il suo veicolo è quello immortalato pochi giorni fa). “Sarebbe stato assurdo non presentarsi quì con una delle nostre ultime innovazioni, questo meeting è anche promosso dai nostri partner coinvolti nel progetto ePower e sono sicura che volevano rivederla dal vivo” ha affermato l’avvocato Mr.s Petra intervistata da Resume.se prima del seminario.

Un'immagine ufficiale rilasciata da Saab della livrea proposta sulle settanta ePower (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Commentando l’attuale situazione di Saab ha continuato “Un anno fa non avevamo così tanto da offrire, ma ora siamo davvero in una buona posizione, abbiamo ripreso la produzione delle Cabrio a Trollhättan, l’attuale gamma della media premium 9-3 rispetta i più rigidi parametri ambientali e la nuova 9-5 è ormai prossima a tale certificazione, è stata lanciata sul mercato la Suv media 9-4X e settanta 9-3 ePower sono pronte per essere testate in Agosto” ma sulla crisi del marchio ha voluto dichiarare “Sapevamo che avremmo avuto un crollo finanziario nel mese di Aprile. Il piano iniziale vedeva Mr. Vladimir Antonov nuovo finanziatore in modo da superare questo problema economico, ma dopo l’approvazione da parte del Governo, la Banca Europea per gli Investimenti non ha accettato l’affare e ci ha bloccato, ma ora siamo in grado di gestire l’azienda a breve termine con nuovi finanziamenti“. L’avvocato di Saab si è anche pronunciata sulle parole scritte dai media in questo periodo, che come Vi avevamo segnalato hanno additato Saab molte volte “Alcuni giornalisti hanno ipotizzato una chiusura diverse volte, ma pochissime hanno cercato di rimanere obiettivi sulla vicenda come il quotidiano locale Ttela“. La domanda rimane sempre la stessa e Resume.se come noi e i diversi appassionati del brand richiedono quando si potrà pronunciare la parola “fine” sulla vicenda Saab e Mr. Petra conclude “Forse avremo un disgelo in autunno quando avremo superato questa crisi”. Attendiamo ancora prima di pronunciarsi, ma speriamo che la vicenda possa risolversi ancora prima…