Lug 20

Nuovo aggiornamento sulla situazione Saab

Una foto di repertorio della sede centrale Saab in Svezia (Photo Credit: Nyhetspressen.se)

Ricapitoliamo…

La vicenda di Saab sembra nuovamente in stallo secondo alcuni appassionati che ci richiedono maggiori info sull’attuale situazione attraversata da Saab. L’estate ormai alle porte ha infatti bloccato il lavoro di diversi canali di informazione, come i principali media svedesi, che non pubblicano nuove info sulla vicenda Saab, ma questo “silenzio stampa” può significare una cosa semplicissima: sta procedendo tutto come previsto. La produzione presso la sede centrale di Trollhätta in Svezia vedrà la sua completa ripresa il 9 Agosto 2011 e questo periodo di fermo della linea produttiva ha dato l’occasione ai diversi dipendenti di partecipare a numerosi corsi di formazione ed aggiornamento e di programmare le ferie estive prima della ripresa ad inizio Agosto. Se la mole di lavoro per i dipendenti del reparto produttivo non è alta, al contrario lo è per il team di management che da mesi sta lavorando alacremente per concludere tutti i negoziati con i diversi fornitori del brand scandinavo ed evitare così nuovi blocchi di produzione dovuti a ritardi nelle consegne e nei pagamenti delle materie prime. Gran parte dei fornitori hanno già confermato nuovi accordi con il marchio svedese e sembra che i fondi degli immobili ed i finanziamenti confermati dai partner cinesi abbiano fornito alla casa di Trollhättan gli elementi necessari per concludere positivamente questi negoziati. La produzione dei due modelli 9-3 e 9-5 (in tutte le loro varianti) è ferma, ma Saab non è completamente immobile ed oltre a puntare sul suo primo crossover Suv medio, la Saab 9-4X My2011, rivolta principalmente agli Stati Uniti, dove dopo un lancio strepitoso sta raccogliendo critiche più che eccellenti e ordini in crescita, sta lavorando anche alla flotta di 70 veicoli full-electric che il prossimo mese dovranno essere consegnati a settanta fortunati tester svedesi. Sta tutto procedendo come previsto, non sono segnalati ritardi o problemi da Trollhättan e siamo più che fiduciosi (come il partner Pang Da) che le joint venture siglate con i partner cinesi saranno approvate prossimamente dopo la ripresa della linea produttiva, segnalando un nuovo capitolo nella storia del brand Saab.