Ago 25

I sindacati pronti a tutto

Mr.s Anette Hellgren Rappresentante sindacale di Unionen, Mr. Per Bränneby dell'Associazione dei Laureati ed Ingegneri e Mr. Thomas Halglund impiegato di Saab immortalati all'esterno dello stabilimento Saab (Photo Credit: Ttela)

Richieste legali già pronte…

La testata giornalistica Bloomberg oggi ha per prima commentato la notizia che vede l’azienda scandinava Saab ed i suoi dipendenti protagonisti. Come comunicato da una nota stampa ufficiale rilasciata dal marchio svedese due giorni fa, i dipendenti del brand subiranno un nuovo ritardo nei pagamenti degli stipendi del mese di Agosto che secondo il calendario aziendale dovevano essere consegnati proprio oggi agli operai e domani agli impiegati. I primi a reagire oggi sono stati i due sindacati If Metall ed Unionen che chiamati a commentare la giornata di oggi hanno espresso ai media le loro intenzioni “Se non vedremo una rapida soluzione a questo problema saremo costretti ad agire” ha tuonato il Rappresentante sindacale di If Metall principale portavoce degli operai impegnati nella linea di produzione. Non con la stessa fermezza, ma altrettano decisa Mr.s Anette Hellgren Rappresentante sindacale di Unionen presso Saab che ha dichiarato “Non abbiamo ancora deciso se vogliamo presentare istanza di fallimento, ma riteniamo che tale procedimento sarebbe una parte naturale del processo in corso”, ma più cauta ha continuato “Stiamo analizzando giorno dopo giorno, ma sono ancora fiduciosa che non si arriverà a tanto”.

Se i salari non vengono pagati entro sette giorni, i sindacati potranno richiedere l’intervento del Tribunale distrettuale ed avanzare così la bancarotta di Saab, ma da oggi partono altri sette giorni e l’azienda scandinava ha già chiarito il suo principale obiettivo anche nello scorso comunicato stampa: rilasciare gli stipendi ai propri dipendenti. Secondo alcune rumors provenienti proprio dalla Svezia tra pochi giorni i ritardi nel trasferimento dei fondi rilasciati da diversi investitori necessari al pagamento degli stipendi di Agosto saranno risolti e i fondi saranno a disposizione dei lavoratori di Trollhättan. Non ci sono conferme ufficiali da parte di Saab, ma rispondendo ai media la portavoce dell’azienda Mr.s Gunilla Gustavs ha affermato “Non posso confermare se domani saranno rilasciati gli stipendi agli impiegati, ma Vi posso assicurare che stiamo facendo tutto il possibile per raccogliere i soldi necessari”.