Ago 03

Il comunicato stampa: Saab paga gli stipendi grazie a Gem

I due loghi delle società che grazie all'accordo annunciato oggi sarannpo legate in futuro (Photo Credit: Saab Automobile Ab & Gem Global Yield Fund Limited)

Rumors errata…

Vi avevamo segnalato proprio ierisera che il brand scandinavo era ormai pronto a versare gli stipendi a tutti i suoi impiegati che lo attendevano da sei giorni e questa nuova press release rilasciata questa mattina alle 08:00 lo conferma chiaramente, ma alcune rumors riportate erano errate. Le indiscrezioni vedevano il partner cinese Zhejiang Youngman come “salvatore” dell’azienda di Trollhättan che grazie ad un nuovo finanziamento aveva permesso a Saab di uscire dalla “crisi stipendi”, ma questo nuovo comunicato stampa riesce a dare nuova luce sull’operazione. Gem Global Yield Fund Limited fondo d’investimenti estero (già proprietario del 4,8% di Saab) si è accordato con Swedish Automobile Nv e divenendone proprietario azionario per una quota di 5 Milioni di azioni ha permesso al brand scandinavo di disporre dei fondi necessari al pagamento degli stipendi, tale operazione si rivelerà costosa per il marchio svedese perché in questo modo il valore delle future azioni acquistate da Gem sarà relativamente basso, ma permetterà di pagare subito gli impiegati ed evitare la bancarotta. Ecco di seguito la press release rilasciata.

Swedish Automobile Nv sottoscrive un abbonamento con Gem

Swedish Automobile Nv ha annunciato oggi di aver emesso un avviso di abbonamento per 5 Milioni di azioni corrispondenti a 150 Milioni di Euro la cui struttura è divisa tra Swedish Automobile Nv e Gem Global Yield Fund Limited. Il numero esatto delle azioni da emettere ed il relativo prezzo dipenderà dal prezzo medio di mercato registrato negli ultimi 10 giorni a partire da oggi. Saab Automobile Ab si aspetta di essere in grado di pagare gli stipendi dei suoi “colletti bianchi” questa settimana. Swedish Automobile Nv e Saab Automobile Ab continuano le loro discussioni con le diverse parti per ottenere ulteriori finanziamenti a breve termine necessari a poter riavviare e sostenere la produzione.