Ago 01

Il Ministro delle Finanze Svedese legato alla Bei

Mr. Anders Borg Ministro delle Finanze in primo piano fotografato durante un meeting (Photo Credit: Metagini.com)

Sotto lente d’ingrandimento Mr. Anders Borg…

Un nuovo interessante articolo su Aftonbladet analizza concretamente la vicenda Saab e non risparmia critiche al Governo Svedese ed alla Banca Europea per gli Investimenti, che come si vedrà nell’articolo appaiono indirettamente legati grazie a Mr. Anders Borg Ministro delle Finanze (già intravisto sul nostro blog) che dal 2006 lavora anche per la Bei. Non vogliamo svelarVi altro e Vi lasciamo con il ricco articolo di Aftonbladet riportato di seguito.

Mr. Borg non ne sapeva nulla, anche se fa parte del Consiglio della Bei

La Banca Europea per gli Investimenti ha escluso nuovamente Mr. Antonov ed il Governo ha ammesso che la Bei non aveva chiarito le sue scelte sulla vicenda Saab, anche se un membro dello staff politico fa parte del Consiglio della Banca. Cerchiamo di riassumere la vicenda. Saab è sull’orlo della rovina. I subappaltatori non sono stati pagati, la produzione è ferma ed il personale attende il proprio stipendio. Il manager russo Mr. Vladimir Antonov vuole finanziare con un Miliardo la società svedese, non appena avrà ottenuto l’approvazione da parte del Governo e della Banca Europea per gli Investimenti. Il banchiere ha già versato oltre un miliardo attraverso canali non ufficiali, ma ora è difficile fare di più senza ottenere una concreta sicurezza sull’azienda. L’Ufficio del Debito conferma la propria approvazione sull’affare del manager russo, ma il Governo temporeggia e sostiene più volte che non ne sa nulla e nulla potrà essere fatto fino a quando la Bei non avrà comunicato la propria decisione.

All’inizio della scorsa settimana, il portavoce della Banca Europea Mr. Pär Isaksson ha dichiarato che la Bei non avrebbe più approvato l’affare di Mr. Vladimir, per il quale si era già pronunciata nel 2009 ed il risultato di tale analisti rimarrà invariato. Saab ha presentato una domanda di valutazione della nuova proprietà e Mr. Antonov aveva superato l’esame dell’Ufficio del Debito, ma ciò “non ha alcun significato”, secondo Mr. Pär Isaksson. Lo scorso fine settimana, Mr.s Maud Olofsson ha dichiarato attraverso il suo Segretario di Stato Mr.s Catharina Håkansson che il Governo si metterà in contatto con la Bei per chiarire la vicenda.

Cercando di capire a chi rivolgermi per avere maggiori delucidazioni, penso al Ministro delle Finanze Svedese Mr. Anders Borg. Tra i vari incarichi ricoperti dal Ministro Mr. Borg appare anche la Bei, è un membro del Consiglio della Banca Europea e conosceva chiaramente ogni operazione in corso da parte della Banca. Per tutta la primavera e l’estate, il Governo ha diretto uno spettacolo che non ha eguali nelle democrazie moderne. Il Ministro delle Finanze Mr. Anders Borg fa parte del consiglio della Banca, ha la piena trasparenza di tutte le operazioni in corso, il che è ovvio, e può influenzare ed avanzare richieste sui lavori della Banca, ma la domanda sorge spontanea: Mr. Borg come ha utilizzato il suo ruolo per influenzare le decisioni prese sulla vicenda Saab?

Ho contattato il segretario del Ministro Mr.s Victoria Eriksson e mi ha dichiarato che il Ministro delle Finanze non è disponibile per un commento, ma la domanda rimane ed ho richiesto quale ruolo ricopre Mr. Borg all’interno della Bei, la risposta è chiara “Mr. Anders Borg siede nel consiglio della Banca Europea per gli Investimenti dall’Ottobre del 2006”. Se da allora Mr. Borg ha ricoperto un ruolo chiave perché non si è sbilanciato sulla vicenda? La responsabilità di un Ministro delle Finanze è quella di assumersi la migliore continuità alle aziende della propria nazione ed ai suoi oltre 10000 posti di lavoro sparsi nella parte occidentale della Svezia.

Un ultima nota rilasciata dal Ministro delle Finanze ha confermato il proprio impegno sulla vicenda “A metà Aprile, quando la Bei ha negato l’affare a Mr. Antonov, anche se l’Ufficio del Debito aveva già rilasciato la propria approvazione e General Motors aveva fornito il proprio consenso il Ministro delle Finanze ha incontrato e lavorato con l’intero staff della Bei per un giorno”. Questo però non placa la curiosità da parte degli appassionati che continuano a domandarsi come mai Mr. Borg non abbia chiarito al Governo la posizione della Bei sulla vicenda evitandogli così di temporeggiare come è stato fatto e di trovare nuove soluzioni. Le domande rimangono…