«

»

Ago 30

SAAB|news

Il progetto “Vision Zero” nato grazie a Saab

Il logo ufficiale del progetto "Vision Zero" nato grazie a Saab (Photo Credit: Stockholm Environment Institute)

Innovazione…

Vogliamo proporVi di seguito un articolo dedicato ad una delle diverse innovazioni lanciate dal brand scandinavo di Trollhättan il “Vision Zero” un progetto che rappresenta chiaramente un salto in avanti nella sicurezza dell’automotive, ma che come vedrete solo al termine dell’articolo non risale a pochi anni fa ed è per questo che rappresenta concretamente l’attenzione del marchio di Trollhättan verso le nuove tecnologie ed un innovazione senza pari, ma non vogliamo prolungarci troppo, ecco di seguito un lungo, ma davvero interessante articolo.

Vision Zero & Saab

Immaginate di essere alla guida della vostra Saab con una velocità di crociera di circa 80km/h quando Vi accorgete che state per entrare in una zona urbana con un limite di 50km/h rallentate, ma non abbastanza velocemente e Vi ritrovate all’interno del centro urbano a 60km/h circa, improvvisamente, il pedale dell’acceleratore spinge indietro il vostro piede per decelerare nuovamente e rispettare il limite di velocità. Benvenuti nel nuovo mondo dell’automobilismo, il mondo in cui i controlli esterni eliminano stress al conducente, fantascienza? No affatto, è quello che sta accadendo ora, in Svezia, in via sperimentale, per ora…

Trollhättan, Svezia, è praticamente una città sperimentale ed è conosciuta dal resto del pianeta per la sua fabbrica di automobili Saab, della sua popolazione composta da 53000 persone ben 7000 lavorano per Saab. Proprio in questa cittadina si è ritenuto opportuno procedere ad un esperimento legato al settore automotive per comprendere al meglio i controlli esterni di una vettura (per esempio, la rilevazione della segnaletica stradale o il controllo del traffico) che hanno portato ad una riduzione davvero significativa degli incidenti stradali ed hanno permesso ai conducenti di sentirsi generalmente più sicuri. Il circuito di test cittadino copre circa 39km di strada aperta al normale traffico, dove in sei punti sono proposti limiti di velocità differenti, una prova su strada che coinvolge direttamente il servizio dei trasporti locali e statali, le autorità stradali svedesi e Saab Automobile Ab titolare del progetto “Vision Zero”. Si tratta di un progetto nato per ridurre a zero le lesioni sulle strade attraverso varie misure efficaci ed economiche.

La casa automobilistica svedese che ha la sua sede proprio in questa città è al centro dell’esperimento ed ha fornito diverse sue vetture opportunamente dotate di diversi apparecchi tra cui un kit di rilevazione del respiro del conducente per evitare l’avvio del veicolo se il soggetto è sotto l’effetto dell’alcool. Tutto questo per inseguire minuto per minuto la guida di tutti i giorni senza mai dimenticare la Sicurezza un tema fondamentale per la casa svedese che presso il suo Museo di Trollhättan ha presentato diversi scenari delle collisioni più comuni per riporre l’attenzione dei visitatori e insegnare quanto questo tema sia davvero fondamentale ogni giorno.

Come molte case automobilistiche, Saab ha un unità di indagine che analizza gli incidenti che coinvolgono le proprie vetture nei dintorni di Trollhättan che rielabora le cause e le conseguenze delle collisioni reali, un impegno esteso ogni giorno che mediamente una volta alla settimana conduce un indagine approfondita su una collisione a campione, tutto questo non solo per progettare nuovi prodotti, ma coinvolgere i rivenditori chiamati a seguire un seminario sulle normali regole necessarie alla sicurezza stradale e sulle qualità delle vetture.

Gli ingegneri Saab hanno imparato molto sulla sicurezza in questi anni ed hanno perfezionato alcune soluzioni innovative come la struttura della carrozzeria laterale capace di distribuire le forze d’impatto verso i rinforzi nel sottoporta e nel montante B, il sistema Saab Belt Ssb che regola la forza delle cinture di sicurezza per evitare danni alla cassa torcica ed i poggiatesta attivi che seguendo il corpo in caso di collisione evitano i ricorrenti colpi di frusta.

Saab continua così la propria battaglia nel tema della sicurezza automobilistica e si preparara a non perdere il suo posto nell’olimpo delle vetture più sicure al mondo. Se in futuro questo nuovo sistema “Vision Zero” capace di adattare la velocità ai segnali stradali potrebbe divenire realtà abbinato al controllo alcoolemico del conducente assicurerà il proprio marchio tra i migliori all’avanguardia della tecnologia safety.

Terminiamo così questo bellissimo articolo che presenta un “nuovo” sistema di rilevazione dei segnali stradali battezzato “Vision Zero”, un progetto che è ora attualmente disponibile su diverse vetture in commercio e sulla nuova ammiraglia 9-5, dove è stato rivisto e ribattezzato Tsr, ma se credete che tale progetto sia nato pochi anni fa sbagliate, l’articolo, come la tecnologia di rilevazione dei segnali è datato 1997. Incredibile non è vero?

Lascia un commento