«

»

Ago 02

SAAB|news

La Bei aperta a nuovi investitori per il brand Saab

Mr. Pär Isaksson portavoce della Bei immortalato durante una conferenza (Photo Credit: SverigesRadio.se)

Dichiarazioni positive…

La testata svedese Svd.se è riuscita ad intervistare Mr. Pär Isaksson portavoce della Bei che si conferma aperto a diverse soluzioni per evitare la chiusura di Saab. Giovedi scorso la Banca Europea per gli Investimenti ha confermato le scelte già delineate nel 2009 ed ha escluso dalla vicenda Saab il finanziere russo Mr. Vladimir Antonov, ma oggi la Bei ha chiarito che “la questione Saab” nutre particolare interesse per la Banca che è ancora al lavoro per salvare l’azienda. “La Bei continuerà i propri sforzi per trovare una soluzione per Saab che sia accettabile da tutte le parti, e che possa aprire la strada anche a nuovi investitori” ha affermato Mr. Pär Isaksson portavoce della Bei, aggiungendo che il lavoro è svolto in collaborazione con l’azienda scandinava e con le autorità svedesi. Come confermato da Svd.se è mantenuto lo stretto riserbo sui possibili investitori e lo stesso Mr. Pär Isaksson dichiara “Non miriamo ad un particolare tipo di investitore, ma ci sono diversi correnti”. Sempre secondo quanto esposto dal portavoce della Bei, se Saab pagherebbe il prestito fornito la struttura proprietaria potrebbe cambiare, ma il riserbo sulle operazioni in corso è tassativo e Mr. Isaksson conclude affermando “Saab ha presentato un gran numero di emendamenti e questi richiedono diverso tempo per essere approvati”. A Trollhättan l’atmosfera sta diventando surreale, sono passati sei giorni dalla mancata consegna degli stipendi a 1600 dipendenti di Saab e diverse pratiche sono in corso per risolvere la situazione. I sindacati hanno iniziato una raccolta di deleghe e di buste paga da parte di tutti i dipendenti che lamentano i ritardi segnalati è il primo passo per procedere alla richiesta di un fallimento. “Fino ad ora avbbiamo raccolto 500 richieste” afferma Mr. Roy Laurino, Responsabile Regionale del sindacato Unionen, ma conferma “La maggior parte delle persone ripone nell’azienda ancora una speranza e molti di loro lo chiamano Spirito Saab”.

Lascia un commento