Set 02

I Saab City Centers

Una foto scattata in uno dei Saab City Centers ideati dal marchio svedese per promuovere al meglio i propri prodotti (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Un nuovo modo di pubblicizzare un prodotto…

I nostri più fedeli lettori riconosceranno il tema, ma vogliamo cercare di ri-analizzare un progetto che potrebbe essere rivalutato prossimamente se la nuova gestione Saab si rivelerà, come sempre, lungimirante in materia. Anni fa la casa scandinava di Trollhättan aveva ideato nuovi spazi espositivi per i propri prodotti vere e proprie vetrine studiate su misura da posizionare nei centri urbani più conosciuti e più popolati del vecchio continente i “Saab City Centers”. Una nuova concezione del design scandinavo ed un nuovo modo di pubblicizzare un prodotto, crediamo siano state queste le motivazioni che hanno portato alla creazione dei “Saab City Centers” veri centri dove la clientela poteva sentirsi coccolata al meglio e conoscere ogni genere di notizia, curiosità o dettaglio sui nuovi modelli della gamma Saab. La capitale Inglese Londra in Gran Bretagna (da sempre considerato uno dei mercati più appetibili per il brand di Trollhättan) non era sfuggita a questo particolare progetto ed ha visto sorgere uno dei primi “Saab City Centers” a Piccadilly nel cuore pulsante della città Inglese. L’obiettivo di questo progetto promosso proprio dal marchio svedese era di collocare in posizioni centrali nelle metropoli internazionali i propri showroom studiati su misura il cui compito era di rilanciare e permettere una migliore conoscenza del brand e della sua immagine di marca automobilistica premium svedese. Interni e luci erano studiati nei minimi dettagli, così come le forme, l’architettura dei locali (uno studio che si è stato poi sposato da alcuni dealer) e gli arredamenti selezionati per ricreare anche ad un primo impatto quel design scandinavo minimale, con contrasti tra il freddo ed il caldo unici nel suo genere che lo hanno reso immortale.

Ancora una foto scattata in uno dei Saab City Centers che propone design e materiali utilizzati fedeli alla filosofia del marchio scandinavo (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

I colori chiari a volte freddi e le grandi superfici ricurve in vetro caratterizzano l’architettura interna dei “Saab City Centers” che non difficilmente si contrappongono ai caldi elementi naturali come i palquet ed i tessuti delle poltrone che cercano inequivocabilmente di riprendere i materiali più poveri della tradizione svedese. Mobili di pregio e dettagli sofisticati sottolineano le ambizioni qualitative delle vetture e diversamente dal classico autosalone, sono esposte al massimo due o tre autovetture perché a differenza di un dealer il “Saab City Centers” ripone una particolare, anzi estrema attenzione alla clientela che poteva apprezzare certamente la gran quantità di campioni di vernici e stoffe per tappezzerie con cui personalizzare il proprio modello preferito, insomma un atelier non un dealer, ma un vero atelier dove i prodotti proposti dal marchio di Trollhättan potevano essere personalizzati nel modo migliore. La clientela in questo modo non si scontrava con un semplice configuratore, ma poteva apprezzare nel modo migliore la qualità di un tessuto, le finiture di una cucitura e vedere con i propri occhi e sentire con il tatto la vernice della futura vettura ordinata, un esperienza unica a 360° che richiedeva diverso tempo ed un attenzione maniacale per la propria clientela, ma un brand premium viene scelto proprio per questo no? Le strutture, il design ed i progetti sono già stati stesi e diversi concessionari posti nelle più centrali capitale europee sposano in pieno questa “filosofia” che potrebbe in questo momento rivelarsi nuovamente vincente. In questo modo i dealer su misura potrebbero esporre solo gli ultimi due modelli commercializzati e guadagnare spazio per regalare alla clientela un esperienza unica ed un attenzione che i normali autosaloni solitamente non rivolgono alla clientela. Questo richiederebbe maggiore formazione del proprio personale ed una quasi maniacale attenzione per i dettagli, ma il risultato ne siamo certi sarebbe sublime! D’altra parte a chi non piace essere coccolato?

Un ultima foto del 2004 che mostra una delle prime Saab 9-3 Sport Sedan a gasolio esposta in uno dei Saab City Centers (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

La domanda d’obbligo ovviamente è la seguente: “ed in Italia?” Nella nostra penisola a quando la realizzazione di un “Saab City Centers”? Una domanda che ci eravamo già posti in passato a cui solo il marketing poteva darci risposta, ma come recita una celebre frase “mai dire mai” perché se l’attenzione per la clientela ripasserà per questo progetto una sede italiana non è affatto da scartare in futuro…

Piccola curiosità, nei vari “Saab City Centers” realizzati (sparsi in Gran Bretagna, Germania e Svezia) c’è qualcosa di italiano, per realizzare l’illuminazione dei vari centri Saab l’azienda di Trollhättan si è rivolta ad un’azienda di illuminazione e design italiana, perché nel campo del design sinceramente sono pochi coloro che possono vantare esempi così brillanti come nel nostro bel paese.