«

»

Set 26

SAAB|news

Il Sindaco di Trollhättan si muove per il Saab Museum

Il Direttore del Saab Car Museum Mr. Peter Bäckström mentre pulisce le sale espositive (Photo Credit: Ttela)

Primi passi…

L’Agenzia delle Entrate Svedese il Kronofogden chiamato a seguire i fallimenti e supervisionare le Riorganizzazioni Aziendali, come quella che Saab sta effettuando in questo periodo, ha “sequestrato” alcune vetture storiche del brand scandinavo, ma il Comune di Trollhättan si è già mosso per chiudere positivamente la vicenda. Il Kronofogden come Vi abbiamo già descritto Venerdì ha sequestrato ben 109 auto e concept car esposte al Saab Car Museum di Trollhättan e 22 Motori esposti sempre nel museo del marchio svedese, ma l’atmosfera respirata trà le mura dell’iconica area espositiva non è così tesa come conferma il Direttore del Saab Car Museum Mr. Peter Bäckström (già conosciuto dai nostri lettori per la scorsa parteciapzione alla Mille Miglia 2011). Mr. Bäckström intervistato dalla testata svedese Ttela ha confermato il numero di vetture ed oggetti sottoposti a sequestro e periziati dai tecnici del Kronofogden, ma il Museo è ancora aperto ed i visitatori potranno accorgersi di questa operazione solo avvicinandosi alle vetture ed alle loro etichette del Kronofogden “Avevo pensato inizialmente che avrebbero chiuso l’intero Museo mettendo una catena alla porta, invece ci hanno lasciato questa opportunità e saremo aperti come sempre”. Anche al Saab Car Museum non sono mancate alcune restrizioni e come confermano le foto di Ttela, il servizio di pulizia è stato eliminato e lo staff presente al Museo composto anche dal Direttore Mr. Bäckström si è attivato per presentare le aree espositive sempre al meglio “ottimizzare le spese è un impegno anche da parte nostra e ci siamo subito mossi per ridurre i costi” ha concluso. Il Sindaco di Trollhättan dopo aver saputo del sequestro messo in atto dal Kronofogden si è subito attivato ed ha dichiarato che farà il possibile per acquisire la collezione delle vetture che rappresentano chiaramente una risorsa per la città e per la nazione ed ha concluso, “La città di Trollhättan possiede già lo stabile del Museo, non vedo perché non potrebbe possedere la collezione di vetture”.

Lascia un commento