Set 27

Parola agli Ingegneri di Saab

Mr. Håkan Danielsson Rappresentante degli Ingegneri Saab durante una conferenza (Photo Credit: Fumbloggen.com)

Speranze, impegno e sensazioni…

Da tempo siamo sempre più convinti che Saab sia composta da addetti ai lavori e dipendenti fuori dal comune, persone capaci di affrontare duri problemi economici che si stringono forti attorno alla società e non l’abbandonano neanche nei periodi più duri. In questi periodi prima dell’approvazione da parte della Corte Distrettuale che si è pronunciata positivamente sulla Riorganizzazione Aziendale Volontaria di Saab, i media avevano sparato contro il marchio svedese, ma non era mai stata concessa la parola ai dipendenti ed agli ingegneri del brand scandinavo. Il conosciuto quotidiano svedese Göteborgs-Posten ha intervistato due dei rappresentati dei Laureati ed Ingegneri al lavoro per Saab Mr. Per Bränneby e Mr. Håkan Danielsson, ed è riuscito a descrivere concretamente le sensazioni, l’impegno e le speranze dei “colletti bianchi” Saab, ecco di seguito l’articolo. 

Non contano le vetture

“Molti hanno condiderato Saab prematuramente fuori dal mercato, ma la nostra opinione è ben diversa e crediamo che coloro che remavano contro si siano sbagliate. Diversi elementi ci fanno credere che Saab sarà nuovamente un brand attraente nel futuro” ha dichiarato Mr. Per Bränneby e Mr. Håkan Danielsson, due degli ingegneri svedesi della casa di Trollhättan. La domanda che molti si pongono è chiara, cosa rende possibile la ripresa con questa Riorganizzazione Aziendale? La spiegazione va cercata nella storia del marchio, che presenta anche particolari temi sul futuro. Abbiamo appena superato un momento molto difficile e siamo stati pagati in tranche differenti, ma abbiamo sempre fatto di tutto per evitare il fallimento. Il nostro orgoglio ed il nostro lavoro ci ha portato a sviluppare vari modelli con caratteristiche tecniche particolarmente interessanti e siamo convinti che anche questo possa contribuire al bene dell’azienda. La separazione da General Motors ha dato a molti di noi la fiducia necessaria per ideare e completare diversi progetti. La nostra lealtà verso il marchio può essere semplicemente spiegata dal desiderio di vedere il frutto del proprio lavoro marciante su strada e vogliamo che il consumatore riesca a riconoscere le caratteristiche di guida che abbiamo sviluppato.

Valori trascurati

Molti hanno analizzato Saab come un azienda ed hanno dichiarato che per più di ventanni General Motors ha sempre mantenuto Saab che non ha mai generato profitti in tutto questo tempo, ma si sono dimenticati di tutto quello che Saab ha lasciato al colosso di Detroit, la casa di Trollhättan ha sviluppato diverse innovazioni e diverse soluzioni vitali in determinate aree dell’autovettura e il gruppo Americano le ha poi riutilizzate su tutte le proprie vetture in tutti questi anni. Saab è importante per il settore automobilistico svedese perché è riconosciuto dai propri fornitori e dai propri concorrenti come uno dei costruttori svedesi più importanti. E l’industria automobilistica è a sua volta il settore più importante in Svezia, la sua importanza è circa dieci volte più grande dell’intera Svezia, rispetto alla media Ue.

L’impegno del Governo Svedese si è dimostrato relativamente tardi, basti ricordare che il Ministro dell’Industria aveva dichiarato che l’energia eolica è una valida alternativa per Saab. Questo è stato, a dir poco, assurdo e poco prima del Natale 2009, lo Stato si era attivato per pianificare la chiusura del brand invece di stabilire nuovi contatti con il Governo degli Stati Uniti. Ora tutto questo è, per fortuna, solo storia. Oggi per Saab è più importante proporre una nuova gamma di prodotti moderni, accattivanti ed attraenti. La procedura di Riorganizzazione Aziendale Volontaria deve essere utilizzata per far riprendere al più presto la produzione e sbloccare i capitali cinesi già confermati. Alcuni si chiedono cosa potrebbero guadagnarci i partner asiatici da questa joint venture, la risposta è semplice anche in questo caso, i cinesi vedono Saab come una piccola azienda dalle risorse limitate, ma capace di produrre automobili premium competitive.

L’Efficenza

Negli ultimi anni siamo stati addestrati per svolgere i nostri compiti in tutti i reparti con sempre un numero più ridotto delle risorse. Abbiamo imparato che cosa è assolutamente necessario e cosa si possa razionalizzare. Ora stiamo atraversando un nuovo processo di Riorganizzazione e questa esperienza verrà trasferita anche nell’organizzazione, per avere non solo una struttura di produzione efficente, ma anche un reparto di sviluppo tecnologico innovativo ed un amministrazione competitiva.

Questo periodo richiederà ancora maggiore impegno da parte nostra e da parte della autorità, ma abbiamo solo da guadagnarci se manteniamo una forte industria automobilistica in Svezia.