«

»

Set 16

SAAB|news

Ritirata la richiesta di fallimento

Una foto del Giudice Mr. Gunnar Krantz del Tribunale di Vänersborg che si è pronunciato sulla vicenda Saab (Photo credit: Allehanda.se)

Ottima news…

La richiesta di fallimento dell’azienda Saab di Trollhättan avanzata dalla società Edithouse Comunications è stata ritirata. La società Edithouse Communications che da anni si occupa della realizzazione di video e filmati promozionali per aziende dopo il mancato pagamento dei lavori a lei commissionati dalla casa di Trollhättan per un totale di 127000 Euro circa aveva inoltrato al Tribunale di Vänersborg la richiesta di fallimento del brand scandinavo. La domanda di fallimento era stata confermata da Mr. Ingrid Lund della Corte Distrettuale di Vänersborg, ma dopo un incontro fissato tra il produttore cinematografico e il marchio svedese avvenuto ieri è stata ritirata grazie ad un nuovo accordo siglato tra le parti. A confermare l’operazione la testata economica Dagens Industri che è riuscita ad intervistare il Ceo Mr. Niclas Bergman “Dopo i colloqui con Saab, ritireremo la nostra richiesta. Durante i colloqui abbiamo compreso che erano sorti diversi equivoci a causa delle inadeguate informazioni e della mancanza di comunicazione con Saab. Siamo soddisfatti dell’incontro che ci ha permesso di ottenere maggiori garanzie sul futuro del marchio”. Ora Saab si prepara ad affrontare l’udienza del 26 Settembre fissata dalla Corte Distrettuale per l’ulteriore richiesta di fallimento voluta dai sindacati, ma speriamo che prima di tale data si ottenga l’approvazione della joint venture cinese e il via alla Riorganizzazione Aziendale Volontaria.

3 comments

  1. Vinc
    Vinc

    Io non li pagherei proprio a questi, visto i “tanti filmati promozionali” che ci hanno colpito….

  2. sandro48

    Questi invece sono i primi da pagare, e comunque i creditori dovranno essere saldati per intero: questa è la regola del commercio, senza eccezioni. Se poi dopo cambierà la politica della società, allora staremo a vedere chi continuerà nelle forniture e chi invece dovrà rivolgersi al altri: è la legge del mercato. Senza eccezioni.
    Chi scrive ha lavorato per oltre 30 anni in questo settore (acquisti – -approvvigio-
    namenti) e sa come vanno gestite certe situazioni.

  3. Vinc
    Vinc

    Si, si ti credo. Era solo “un’affermazione ironica” 🙂

Lascia un commento