«

»

Ott 07

SAAB|news

Immatricolazioni Saab – Settembre 2011

Una foto che mostra il particolare faro posteriore della Saab 9-5 Sedan (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

I dati Saab in Italia ed in Europa…

Il mese di Settembre continua come il precedente con un pesante segno negativo come conferma l’Unrae che presentando i dati del mese appena concluso ha esposto un difficile contesto le cause di questo calo: una crisi economico-finanziaria che coinvolge anche il settore automotive. I dati per la casa di Trollhättan non sono dei migliori e come ormai tutti sapranno dipendono ovviamente dal blocco della produzione e dal pesante danno d’immagine che il marchio sta subendo da diversi mesi. Anche in Italia come per il resto dell’Europa i dati non sono positivi, ma il calo registrato non è così basso se confrontato con quello di altri paesi europei. Le immatricolazioni Saab in Europa sono in calo ovviamente per la sfiducia palpabile di gran parte della possibile clientela e al contrario di quanto registrato solitamente il dato più preoccupante provine proprio dalla terra natale di Saab: la Svezia dove si è registrato un pesante calo delle immatricolazioni solo 87 vetture. Come sempre eccoci pronti a dare maggior spazio alla nostra penisola, che percentualmente presenta un dato negativo, ma non così tanto se confrontato a quello dello scorso anno.

Di seguito in dettaglio la situazione italiana del marchio svedese Saab.

Il Dott. Gianni Filipponi, Direttore Generale dell’Unrae, l’Associazione delle Case automobilistiche estere presenti in Italia, commentando i dati del mercato di Settembre ha affermato “Il difficile contesto economico-finanziario del Paese, confermato dalle recenti stime al ribasso del Governo sul Pil (0,7%), dalla continua perdita di potere di acquisto delle famiglie (-0,2% nel secondo trimestre) e dal conseguente calo dei consumi, impongono iniziative immediate per rilanciare la crescita. Il sostegno allo sviluppo del Paese non può prescindere da una forte azione strutturale di rilancio del comparto automotive, che rappresenta, con tutta la filiera, uno dei settori più rilevanti e determinanti per la crescita dei consumi e del Pil in Italia“. In Italia il risultato del mese di Settembre ha mostrato un nuovo calo di -5,70% con 103605 auto immatricolate, dove le case estere hanno registrato un -6,31% (con 110577 vetture) rispetto lo stesso mese dello scorso anno, ma le peoccupazioni non sono state cancellate ed a rendere negative le prospettive per la parte finale dell’anno, contribuisce l’andamento della raccolta ordini che, da un primo scambio di informazioni tra Unrae ed Anfia, nel mese di Settembre ha registrato un volume mai realizzato da quando si raccolgono i dati (1998), sfiorando appena le 147000 unità (-6,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Saab Automobile Ab

In generale il calo registrato nel mese di Settembre 2011 è pari a -5,88% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Un dato statisticamente negativo che viene ripreso nella sua totalità anche dalle percentuali totali delle case estere. I brand esteri in totale raccolgono un calo del -6,31% rispetto a Settembre 2010. Le vetture della casa di Trollhättan immatricolate in Italia nel mese di Settembre 2011 sono state 32 registrando -5,88% confrontando il numero di vetture immatricolate lo stesso mese del 2010 (34 auto). La fiducia della clientela è stagnante, e se lo stock di vetture pronte per la consegna non sembra mancare nella nostra penisola il danno dell’immagine registrato e la sfiducia dei consumatori stretti nella morsa delle diverse tassazioni hanno influito su questi ultimi dati. Attendiamo come sempre la ripresa da Trollhättan per ri-analizzare il mercato nel nostro paese e fare ulteriori commenti.

Nota: Tutti i dati riportati rappresentano le risultanze dell’archivio nazionale dei veicoli al 31/09/2011 – Unrae Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri.

Lascia un commento