«

»

Ott 10

SAAB|news

Ma chi è Mr. Guy Lofalk?

Mr. Guy Lofalk Amministratore della Riorganizzazione Aziendale Saab accusato di operazioni politiche (Photo Credit: Reuters)

Indiscrezioni negative…

Il 21 Settembre Saab ha potuto iniziare la Riorganizzazione Aziendale Volontaria e Mr. Guy Lofalk è stato nominato Amministratore di tale processo, ma da questo fine settimana diverse rumors completamente negative sorvolano il manager svedese. Mr. Lofalk secondo diverse fonti della Radio Svedese P4 Väst è mosso dal Governo Svedese e non sta lavorando per tutelare l’azienda di Trollhättan, ma privilegia le scelte del Ministero delle Finanze. Secondo alcune rumors a Mr. Lofalk è stato posto un solo obbiettivo: sbarazzarsi dei partner cinesi e del Presidente Mr. Victor Muller. Accuse pesanti che non mancheranno di essere ri-analizzate prossimamente, ma andiamo con ordine e vediamo i dievrsi passaggi di cui è stato accusato l’Amministratore Mr. Guy Lofalk.

Secondo le fonti della Radio Svedese P4 Väst, Mr. Lofalk nel suo recente viaggio in Cina si è voluto incontrare con i due partner asiatici Pang Da e Zhejiang Youngman per convincerli a ritirare le offerte avanzate nei confronti della casa di Trollhättan promettendo ad entrambe che gli investimenti economici già concessi a favore di Saab saranno ripagati dalla Banca Europea per gli Investimenti che provvederà al completo rimborso. Tale richiesta avrebbe destabilizzato il management asiatico che avrebbe così paralizzato il prestito ponte di 70 Milioni di Euro già promessi da Zhejiang Youngman nei confronti di Saab. Secondo quanto delinato da Mr. Lofalk e dal Governo Svedese (vero fautore di queste operazioni) la Bei rimborserà le due aziende asiatiche dalla vendita delle due società Saab Automobile Parts Ab e Saab Automobile Tools Ab che già in passato erano state scorporate dall’azienda di Trollhättan.

Sempre secondo le indiscrezioni raccolte Mr. Guy Lofalk durante la sua visita in Cina si sarebbe incontrato con i vertici dell’Ndrc l’autorità cinese chiamata a pronunciarsi sulla joint venture siglata tra Pang Da, Zhejiang Youngman e Saab ed avrebbe nuovamente chiarito le intenzioni dei partner cinesi ormai pronti a chiudere l’accordo siglato.

I Motivi?

Siamo sicuri che dopo aver letto le indiscrezioni fino ad ora riportate i nostri lettori si stiano chiedendo (come noi del resto) i motivi di queste operazioni e la risposta sembra rilegarsi alle rumors riportate la scorsa settimana che vedevano il colosso Geely interessato a Saab. Le intenzioni del Governo Svedese secondo le fonti della Radio sono chiare: il Primo Ministro Svedese Mr. Fredrik Reinfeldt ed il Ministro delle Finanze Mr. Anders Borg vogliono liberarsi di Mr. Victor Muller e di Mr. Vladimir Antonov che in passato si era interessato a Saab e l’aiuto insperato di Geely ormai pronta a diventare l’unico proprietario del brand automobilistico scandinavo potrebbe facilitare l’allontanamento dei due manager non graditi al Governo. Secondo le rumors riportate l’Amministratore Mr. Lofalk sta facendo tutto questo per conto del Partito Moderato Svedese che vede tra le sue figure di primo piano proprio il Primo Ministro che il Ministro delle Finanze che vuole rubare la scena al Ministero dell’Impresa del Partito di Centro che ha gestito il caso Saab finora. L’azienda di Trollhättan sembra pronta a richiedere la sostituzione del proprio Amministratore Mr. Lofalk già oggi.

Oltre ai problemi economici ora Saab si trova ad affrontare così anche questioni politiche delle quali, siamo certi, ne avrebbe fatto a meno ed è incredibile che lotte di potere politico possano sopraffare il bene di un azienda e di oltre ottomila lavoratori…

2 comments

  1. Vector
    Vector

    ma ke stiam skerzando???? ma siam impazziti?

  2. sandro48

    strano, molto strano … c’è qualcosa che non quadra: come mai il governo svedese che era stato sempre alla finestra adesso si mette in moto con una manovra, diciamo così, singolare? o forse è stato tutto concordato con SAAB? certo c’è qualcosa che non sappiamo, attendiamo gli sviluppi.

Lascia un commento