Ott 11

News da Trollhättan

Una foto di Mr. Guy Lofalk Amministratore della Riorganizzaziona Saab durante una conferenza in Svezia (Photo Credit: Dn.se)

Continua la telenovela…

Come Vi abbiamo promesso ieri eccoci di nuovo a descriverVi alcune piccole news sulla “vicenda Saab” che si sta sviluppando sempre di più da ieri. Se il blog ufficiale del marchio svedese Inside Saab non si vuole esporre e non commenta le news pubblicate ieri i media scandinavi non mollano la casa di Trollhättan e grazie a nuove interviste al management Saab si riescono a delineare le sensazioni e l’atmosfera che da ieri aleggia sulla sede centrale di Trollhättan. La testata svedese Göteborg-Post riuscendo ad intervistare un portavoce di Geely ha delineato maggiori dettagli sull’incontro avvenuto in Cina con Mr. Guy Lofalk, “l’incontro, al contrario di quanto hanno riportato alcuni media, era stato fissato dall’Amministratore Mr. Lofalk che rappresentava per l’occasione il Governo Svedese” non descrivendo però i temi trattati durante il colloquio privato. Mr. Rachel Pang, Ceo di Zhejiang Youngman si è incontrato proprio ieri con il management Saab a Stoccolma per delineare al meglio i prossimi processi relativi all’accordo commerciale che vede protagonista la piattaforma Phoenix e la somma di 70 Milioni di Euro indispensabili alla casa di Trollhättan. La somma concordata di 245 Milioni di Euro totali non sarà versata in un unica soluzione, ma suddivisa in tranche e la prima di 70 Milioni sarà versata quando ci saranno le garanzie sulla joint venture siglata con i partner cinesi. Diversi giornalisti hanno cercato di intervistare uno dei principali protagonisti: Mr. Victor Muller che non ha voluto rilasciare dichiarazioni sulla vicenda, ma secondo alcune fonti a lui vicine “è fortemente indignato dal comportamento dell’Amministratore se le rumors saranno confermate” entro il prossimo fine settimana infatti non si nasconde la possibilità di una sostituzione ai vertici della Riorganizzazione Aziendale, un operazione prevista dalla legislazione svedese, ma fuori dal comune.