Ott 14

Saab risponde ai suoi fans

Una foto ufficiale della 9-3 Cabrio del brand scandinavo Saab (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Le risposte per i nostri lettori…

Alcune settimane fa abbiamo raccolto l’invito del blogger ufficiale del brand scandinavo Mr. Steven Wade che confermava la completa disponibilità di Saab a rispondere ai propri fans, abbiamo così esteso l’invito a tutti i nostri lettori e le domande raccolte tramite commenti e le mail ci hanno positivamente colpito. Il management Saab in questo periodo è certamente impegnato nella Riorganizzazione Aziendale Volontaria ha tentato di dare una risposta ad alcune delle migliaia di domande ricevute in scandinavia. Tra le diverse risposte eccone alcune che certamente potranno soddisfare le richieste dei nostri diversi lettori.

  • Cosa farà Saab per evitare un’altra possbile crisi come questa?

Saab ha attraversato una Riorganizzazione nel 2009, quando fu venduta da General Motors e da allora ne è uscita con un chiaro Business Plan indipendente per slegarsi completamente dall’ex proprietario americano e ripartire come una vera nuova azienda. Durante quel processo l’azienda è stata tolta dalla liquidazione in un tempo relativamente breve ed è iniziata la produzione della nuova Saab 9-5 Sedan. Quello che non era stato subito chiaro era quanto tempo avrebbe richiesto questo scorporo da General Motors. Saab ha dovuto ristabilire nuovi accordi commerciali in alcuni mercati, così come ha cercato di rilanciare la propria immagine (scagliandosi contro una marea di news che la davano ormai per chiusa dopo la vendita da parte del colosso di Detroit) ed è stato lanciato un nuovo prodotto.

Saab ha ristrutturato la maggior parte della propria attività commericale escludendo General Motors da tale area, ma non ha potuto effettuare tutte le modifiche strutturali ed operative previste. Tali problemi si sono poi abbattuti sulle vendite che sono state inferiori a quanto pianificato nel Business Plan iniziale, ma si sono confermate in crescita per i nuovi modelli presentato (9-5 Sedan, 9-4X, 9-3 Griffin) fino al blocco della produzione.

Cosa si farà ora per evitare nuovi problemi?

Saab sta effettuando cambiamenti strutturali per il suo business come era già stato fatto qualche anno fa. Si sta lavorando per garantire una ripartenza imminente della produzione dei nuovi modelli ed ovviamente si cercherà di limitare le risorse dell’azienda per diventare più efficenti e competitivi. L’efficenza è alla base di alcuni settori come il marketing e l’area vendita dove si cercherà di raggiungere un numero più elevato di clienti. Saab ha ottimi prodotti, una serie di innovazioni pronte ad essere commercializzate, un grande marchio seguito da fedeli fans ed un solido sostegno dai propri partner con questo potrà nuovamente concquistare nuova fiducia nel mercato automotive.

  • Quando ripartirà la produzione sia a Trollhättan che in Messico?

Tra breve, la risposta idealista che ci piacerebbe dare è “Saab inizierà la produzione il più presto possibile”, ma per rispondere concretamente a tale domanda dobbiamo ammettere che si tratta di un complesso processo composto da una serie di tappe che devono essere raggiunte prima di poter comunicare una data certa al grande pubblico. Saab ha piani interni in atto per tale ripresa, su come e quando dovrebbe riprendere, ma in questo momento non siamo in grado di comunicare tali piani pubblicamente, perché i passaggi preliminari di cui Saab ha bisogno non sono stati ancora completati. Per esempio, bisogna presentare il business plan ai creditori e ciò è una delle parti del processo di Riorganizzazione. Tale processo formale è previsto dalla Riorganizzazione e non posiamo implementare altre azioni senza di essa. Saab necessita di un piano coerente con i fornitori per il pagamento e la consegna delle merci e non sarà possibile indicare una data esatta fino a quando tali processi non saranno completati.

La produzione della Saab 9-4X è diversa, ma è ancora soggetta agli stessi vincoli finanziari dell’attività di Trollhättan. Saab ha una data prevista per il via della produzione My2012, ma sarà oggetto di un accordo con la linea produttiva e le modalità di pagamento, ma ciò dipende ancora una volta dalla Riorganizzazione in atto e dall’approvazione dei partner cinesi.

  • Perché alcuni pezzi di ricambio sono difficile da ottenere in questo momento?

Saab è dispiaciuta di questi disservizi, ed è consapevole che alcuni clienti stanno riscontrando difficoltà per ottenere alcuni pezzi di ricambio. Saab Automobile Parts Ab è attualmente in grado di fornire circa il 90% dei ricambi presenti in catalogo, tuttavia, può capitare la mancanza di alcuni prodotti. I problemi attuali sono relativi a prodotti che vengono costruiti proprio seguendo la normale linea di produzione, alcuni ricambi vengono prodotti in grande numero sia per assemplare le nuove vetture, sia per i servizi post-vendita. Tale tipo di produzione è necessario per ridurre i costi e sono strettamente legate alle consegne dei fornitori. Solitamente i fornitori non producono pochi pezzi necessari al solo servizio post-vendita e di conseguenza i tempi di consegna di tali componenti sono attualmente più alti delle normali tempistiche. Alcuni pezzi di ricambio hanno incominciato ad essere riforniti in queste settimane (ad esempio sono aumentate le scorte per le chiavi della media premium 9-3). Saab segnala che tutti i ricambi saranno nuovamente disponibili quando i fornitori riprenderanno le loro normali consegne e ciò accadrà quando la linea di produzione ripartirà.

  • Mr. Vladimir Antonov è ancora interessato a Saab?

Le intenzoni di Mr. Antonov non possono essere commentate. Saab ha avuto un meraviglioso supporto da parte di Mr. Antonov, ma è chiaro a tutti che non può diventare un investitore di Saab, mentre l’azienda possiede ancora un prestito fornito dalla Bei. Quando tale prestito sarà eliminato Mr. Antonov potrà scegliere se investire nuovamente in Saab.

  • Saab sta cercando di rimborsare il prestito Bei?

Saab sta cercando di ripagare la Banca Europea per gli Investimenti Bei, ma ciò potrà accadere solo quando le circostanze lo permetteranno. Una volta che la partnership con Pang Da e Zhejiang Youngman sarà confermata, Saab avrà un migliore accesso alle opzioni bancarie a disposizione per una grande azienda e ogni opzione per ripagare i nostri obblighi saranno valutate ed effettuate anche nei confronti della Bei.

  • Saab offrirà in futuro una versione Diesel o BioPower della Suv 9-4X?

Mai dire mai, la probabilità che ciò accada nel breve/medio termine è abbastanza remota. La Saab 9-4X è stata costruita principalmente per il mercato Nord Americano e per questo era giustificato proporre un Benzina a sei cilindri con prestazioni adatte per contrastare i concorrenti premium. La versione Diesel della Saab 9-4X sarebbe naturalmente molto richiesta, perché rappresenta chiaramente la principale domanda nel mercato europeo, purtroppo non abbiamo potuto sviluppare un propulsore Diesel adatto all’architettura di questo veicolo, ma in futuro tale opportunità non mancherà. La prossima versione della Saab 9-4X utilizzerà la piattaforma Phoenix e per tale telaio sono già disponibili diversi propulsori.

  • Gli ordini annullati quest’anno saranno presi in considerazione nel Business Plan?

Gli ordini effettuati finora e non ancora evasi rimangono ancora nella scaletta della linea produttiva, se non annullati dal cliente. Ci sono state alcune cancellazioni, inevitabili vista la situazione registrata quest’anno dal marchio, ma abbiamo ancora un numero abbastanza elevato e ben 10500 veicoli sono ancora in attesa di essere prodotti. Il nostro piano industriale ha preso certamente in considerazione gli ordini in attesa, ma la nuova ripresa della produzione vedrà in pole position la nuova ammiraglia familiare Saab 9-5 Sporthatch tanto attesa dal mercato europeo.