«

»

Ott 24

SAAB|news

Si prepara il processo di recupero crediti

Una foto di Mr. Hans Ryberg Responsabile del Reparto Giudiziario di Uddevalla al lavoro per rispondere ai creditori di Saab (Photo Credit: Ttela)

La situazione…

Le news provenienti dalla scandinavia come immaginerete ci stanno sommergendo, ma con questo piccolo articolo vogliamo descriverVi le attuali operazioni in corso che vedono protagonista proprio la casa di Trollhättan. L’Agenzia delle Entrate Svedese si sta già attivando per rispondere ai creditori dell’azienda scandinava e sta preparando nuovi processi per recuperare i crediti richiesti in caso di stop del processo di Riorganizzazione Aziendale richiesto la scorsa settimana da Mr. Lofalk. Secondo quanto calcolato fino ad oggi sono più di 160 i creditori dell’azienda di Trollhättan e la somma totale dei crediti richiesti ammonta a circa 230 Milioni di Euro, seguendo le leggi svedesi l’Agenzia delle Entrate si è quindi da subito attivata per recuperare le somme richieste, ma è già stato previsto un ulteriore esame delle attività Saab prima di procedere con il recupero crediti (che come già segnalato era iniziato anche nel Museo Saab di Trollhättan). Secondo Mr. Hans Ryberg, Responsabile del Reparto Giudiziario di Uddevalla, le risorse dell’azienda sono più che sufficienti, ma non si conoscono ancora le modalità previste dall’Agenzia per recuperare i crediti “I beni ai quali si potrà attingere sono relativi alle attrezzature di produzione, il magazzino, i prodotti in inventario e molto altro” ha concluso Mr. Ryberg. Il 17 Agosto, come Vi avevamo già segnalato, si sono iniziate a tirare le somme e si è iniziato a calcolare il debito raccolto da Saab, fino ad oggi sono stati raccolti circa dieci Milioni di Euro e sono stati ridistribuiti ai creditori di Saab, ma la strada sembra ancora lunga.

2 comments

  1. Vinc
    Vinc

    E meno male che Mr. Lofalk era una persona affidabile ed aveva già collaborato in passato con Saab….

  2. Vector
    Vector

    sti manager m sembrano avvoltoi altro ke affidabili
    mo ke succederà???

Lascia un commento