«

»

Nov 30

SAAB|news

Le cinque automobili Saab più belle al mondo

L'iconica e bellissima Saab 92 la prima auto prodotta dalla casa svedese (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Una difficilissima classifica…

La testata online InsideLine.com ha pubblicato proprio ieri un nuovo articolo che siamo sicuri potrà far scendere una lacrima sul viso dei più fedeli fans Saab, ma vogliamo ribadirlo nuovamente, non è ancora detta l’ultima parola.

Saab non è mai stata una normale casa automobilistica. E la sua storia evidenzia ancora di più quanto non possa divernarlo per tutti. Saab era un costruttore di aerei nato nel 1937 che solo un decennio più tardi iniziò a dedicarsi al settore automotive. Tutti i prodotti della casa di Trollhättan sono sempre stati costruiti intorno a questo patrimonio genetico devvero unico nel suo genere. Ora Saab è quasi morta e come Pontiac, Plymouth, American Motors e molti altri il brand Saab sarà probabilmente sepolto, ma la sua storia non è sempre stata infelice. L’azienda svedese ha vissuto anni di estrema vivacità e forza nel mercato automobilistico. Dai primi giorni di produzione della storica 92 a due porte la casa di Trollhättan registrò numerosi successi fino al 1990 anno dell’acquisizione completa da parte di General Motors, Saab è sempre stata unica, eccentrica, iconica ed a volte perfino meravigliosamente epica. Le sue innovazioni e le sue soluzioni così fuori dai canoni tradizionali si ritrovavano in piccole vetture che a differenza delle loro dimensioni lasciavano senza parole chi le provava. Dopo tutto, l’azienda produce ancora vetture che vedono il blocchetto dell’accensione tra i sedili anteriori una soluzione ideata oltre cinquantanni fa. Scegliere le cinque migliori Saab di tutti i tempi non era un operazione facile, come non lo sarebbe per scegliere le cinque migliori Ferrari, ma una cosa è certa, se Saab scompare, non sarà dimenticata nella storia dell’automobilismo e non sarà facilmente eguagliata da un altro marchio.

Saab 92 My1950 – La prima automobile Saab, diversa in ogni suo dettaglio dalle sue concorrenti, il suo design filante ed ancora incredibile oggi, le sue soluzioni così avanzate come le sospensioni indipendenti, le barre di torsione e molto altro, ma la più grande eccentricità era certamente il suo piccolo motore a due tempi da 764cc capace di erogare 25cv di potenza scelto per la sua resistenza ai freddi climi scandinavi.

Saab 99 Turbo My1978 – Al suo debutto la 99 nel 1969 sembrava estremamente ordinaria per essere una Saab, ma solo pochi anni dopo la sua vera svolta sotto-pelle gli permise di diventare una vera alternativa alla più blasonata Bmw Serie 3: il Turbo. Porsche proponeva il Turbo dal 1970, ma rappresentava una vettura sportiva non adatta a tutti i giorni, Saab riuscì ad addomesticare il Turbo e rese la 99 Turbo una vettura per familie con una marcia in più. Da allora l’impegno di Saab nella sovralimentazione non è mai andato scemando ed il Turbo è diventato un vero marchio di fabbrica.

Saab 96 Gt850 My1963 – L’evoluzione della 93 che diventò l’icona del Rally Saab grazie al giovane pilota scandinavo Mr. Erik Carlsson, la Saab 96 Gt850 del 1963 riuscì con un “grande” propulsore 841cc tre cilindri capace di erogare 57cv riuscì a scalare le classifiche dei rally più impegnativi portando Saab nell’olimpo dei brand sportivi per eccellenza. Il suo successo venne celebrato con una sua nuova edizione “Monte Carlo” nata per ricordare le vittorie consecutive nel 1962 e 1963 proprio a Monte Carlo che fecero da apripista a decine di titoli in tutta Europa.

Saab 94 Sonett I My1955 – Una pietra miliare del marchio, la Saab Sonett I costruita in soli sei esemplari tra il 1955 ed il 1957 portarono il marchio di Trollhättan nel settore delle roadster, ma non solo. La piccola sportiva stabilì il record di velocità per vetture inferiori ai 750 cc di cilindrata nel 1996 grazie a Mr. Carlsson e rappresenta concretamente quello che solo Saab può fare per il settore automotive.

Saab 900 Turbo Cabriolet My 1986 – Diventata la vera icona di Saab, un auto che definisce certamente l’apice della casa di Trollhättan, con il suo muso allungato nato per superare i difficili test di sicurezza statunitensi la sua linee minimale ed il suo propulsore da 2.0 litri capace di erogare prima 160cv poi nella sua versione Turbo Spg 175cv è stato il modello che ha consacrato Saab ed è ancora considerata tra gli appassionati del settore una delle più belle Cabrio mai prodotte.

Lascia un commento