«

»

Nov 23

SAAB|news

Parola ai “colletti bianchi” Saab

Una foto di Mr. Dejan Petrovic uno degli Ingegneri specializzati del Reparto di Crash Test Saab (Photo Credit: Ttela)

Incertezza…

La conosciuta testata svedese Ttela ha intervistato Mr. Dejan Petrovic uno degli Ingegneri specializzati del Reparto di Crash Test della casa di Trollhättan per dare voce a tutti i “colletti bianchi” che da mesi stanno attraversando la vicenda Saab. Dopo sei mesi di incertezza vissuti con tensione soprattutto verso la fine del mese quando è prevista la consegna degli stipendi l’amarezza traspare nelle sue parole “Tentiamo di scommettere sul giorno di consegna degli stipendi” dichiara con un sorriso, cercando di celare la sua preoccupazione per il futuro del brand e per la prospettiva dei prossimi pagamenti “Il nostro Reparto di Sicurezza e Crash Test ha lavorato tutto il tempo senza pause, tranne una piccola licenza di tre giorni, ma tentiamo di sdrammatizzare scommentendo sui salari”. Mr. Petrovic insieme ad altri trenta colleghi compone il Team del Reparto Sicurezza e Crash Test di Saab e solitamente si trova a stretto contatto con il reparto di produzione fermo ormai da sei mesi circa “A volte quando guardiamo tale reparto cresce la desolazione, ma il lavoro non manca e cerchiamo di concentrarci solo su questo”. La paura però durante l’intervista non si riesce più a nascondere quando si inzia a parlare della situazione sociale attraversata e lo stesso Ingegnere conferma che è molto difficile per molte famiglie affrontare una vicenda economica di questo genere “Tutti hanno bollette da pagare e nessuno, giustamente, vuole ritardare con le proprie scadenze”. Un’amarezza che ormai sta iniziando a contagiare gran parte dei lavoratori di Trollhättan, ma al contrario di quanto ipotizzato non è rivolta verso il loro datore di lavoro “So che stanno facendo del loro meglio per risolvere l’attuale situazione. Sono sicuro che sarà risolta anche questa volta” chiaramente riferendosi ai vertici aziendali ed al Presidente Mr. Muller. Anche per quanto riguarda il futuro della società non cala la speranza e Mr. Petrovic dichiara “Abbiamo diversi prodotti molto buoni, quindi non capisco come si possa chiudere”.

1 comment

  1. sandro48

    ma a GM di queste migliaia di disgraziati non gliene importa nulla ? sembra che sia così … non capisco proprio perchè il governo svedese non si stia muovendo a livello diplomatico per vedere come si può risolvere la cosa. Certo è che GM ha il coltello dalla parte del manico e quindi vorrà qualcosa in cambio: domanda, ma SAAB cosa ha da dare? Solo delle royalty su ogni macchina venduta … finchè non uscirà definitivamente dall’orbita GM e disporrà di tecnologia e licenze proprie. In una parola, è un bel casino.

Lascia un commento