Dic 20

Saab Italia non abbandona la clientela nel nostro paese

Una foto ufficiale di Saab che mostra la scorsa Saab 9-3 Cabrio in uno dei classici panorami italiani (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Nuovo comunicato tutto italiano…

Oggi abbiamo richiesto alla filiale italiana del brand scandinavo alcune delucidazioni sull’operato della sede di Bologna e sulle conseguenze nazionali dopo l’annuncio del Fallimento di Saab Automobile Ab avvenuto ieri. Questa sera con una nuova nota stampa diramata a tutti i media nazionali Saab Italia ha risposto prontamente alle nostre preoccupazioni, garantendo un continuo servizio per tutta la clientela anche in questo nero periodo. Un segno concreto della passione che anima la nostra filiale di Bologna che al contrario di alcune sparse in Europa (come Vi abbiamo già segnalato) non si prepara a tagli del proprio personale ed affronta senza remore questo bruttissimo momento. Ecco di seguito la press release rilasciata pochi minuti fa.

Nota Stampa Saab Automobile Italy

A seguito dell’annuncio di Swedish Automobile Nv relativo alla presentazione dell’istanza di fallimento per Saab Automobile Ab, Saab Automobile Tools Ab e Saab Powertrain Ab, la filiale italiana Saab Automobile Italy, società di diritto italiano, precisa che la stessa non segue automaticamente le sorti della capogruppo e, in attesa dei necessari chiarimenti e di un probabile riposizionamento operativo, rimarrà attiva per adempiere agli obblighi che le derivano dai contratti di distribuzione in vigore.

Saab Italia continuerà a distribuire i ricambi e gli accessori forniti da Saab Automobile Parts Ab, società che non è coivolta nella procedura fallimentare, a fornire assistenza ai Clienti attraverso il modulo contatti sul sito e a gestire i rapporti con la Rete attraverso il proprio personale di Zona. Saab Italia si sostituirà alla Casa Madre nelle procedure di approvazione delle garanzie, nel rispetto dell’obbligo che le compete come rappresentante del Costruttore. Nel contempo, ci preme chiarire che l’istituto del fallimento nella legislazione svedese consente ad una società di uscirne e di ritornare operativa qualora terze parti interessate ne garantiscano il finanziamento.