«

»

Dic 19

SAAB|news

Sgomento da parte dei Sindacati e dei dipendenti

Mr. Paul Akerlund ex Presidente del Sindacato If Metall immortalato questa mattina in Svezia (Photo credit: Ttela)

Il parere di chi lavora…

Dopo l’annuncio di oggi ecco alcuni commenti sulla vicenda Saab raccolti in queste ore che vedono protagonisti i dipendenti ed il Sindacato degli operai If Metall. I lavoratori della storica sede Saab di Trollhättan hanno reagito in modo differente alla richiesta di fallimento presentata questa mattina, ma quello che colpisce è la loro speranza per il futuro, gran parte dei dipendenti intervistati dai media svedesi hanno confermato di nutrire ancora speranze nel futuro di Saab anche se questa giornata si è rivelata pesante già dall’inizio. Dichiarazioni sconcertanti quelle di alcuni tecnici che già in passato si erano confermati fiduciosi dell’operato aziendale e delle scelte dei manager, ma che sembra nascondere un pesante problema “Non abbiamo perso la speranza. C’è ancora una possibilità che prevede di continuare la produzione, forse con un altro marchio” afferma Mr. Dejan Petrovic Ingegnere del reparto di Crash Test Saab nascondendo una velata tristezza per il suo incerto posto di lavoro.

Mr. Paul Akerlund ex Presidente del Sindacato If Metall che rappresenta la gran parte degli operai presenti nella sede Saab di Trollhättan si è rivelato positivo ai media ed ha confermato di credere ancora nel futuro automotive a Trollhättan “Ci sono vari soggetti desiderosi di acquistare Saab e far ripartire il lavoro a Trollhättan” ha dichiarato prima di specificare il suo prossimo appuntamento con il Curatore Fallimentare per avere maggiori informazioni in merito alla vicenda Saab. Mr. Akerlund ha ribadito il suo sgomento nel leggere la notizia del fallimento questa mattina, ed ha confermato che si impegnerà personalmente per presentare al Governo una nuova soluzione per non far crollare l’economia e l’industria di Trollhättan. Questo pomeriggio i Rappresentanti dei diversi Sindacati presenti in Saab saranno ricevuti da Mr. Muller che presenterà maggiori dettagli sulla vicenda.

5 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. sandro48

    Dopo alcuni giorni di auto-silenzio, da me voluto perchè volevo andare a vedere dove e come andava a finire, ora sbotto: GM, che tu sia maledetta! Hai fatto fallire un marchio glorioso, aristocratico, una “specialty” di tradizione e di gusto come tu non sarai mai! Mi auguro con tutto il cuore che il tuo management abbia a patire quello che adesso stanno subendo i 3000 di Trollhattan + l’indotto, almeno altre 5000 persone, oltre ai numerosissimi fan e possessori di SAAB nel mondo, sia pure in misura oggettivamente meno pesante! Ribadisco il mio proclama di qualche mese fa: boicottiamo GM nel mondo, vale a dire Opel in Europa! Sputiamogli addosso, non meritano altro!BISOGNA TROVARE L’INDIRIZZO E-MAIL DI GM DI DETROIT PER DIFFONDERLO IL PIù POSSIBILE ED INONDARLI DI PROTESTE, NON MERITANO ALTRO! DAI, DIAMOCI DA FARE E SE TROVIAMO QUALCOSA DI CERTO FACCIAMO GIRARE L’INDIRIZZO!

  2. ROMANO39

    GM MERITA IL BOICOTTAGGIO DI TUTTI I SUOI MARCHI IN EUROPA PER IL SUO ATTEGGIAMENTO NEI CONFRONTI DELLA SAAB IN BARBA AL LIBERO MERCATO!

    NON HA SOLO UCCISO UN MARCHIO DI QUALITA’ , HA MESSO SUL LASTRICO MIGLIAIA DI FAMIGLIE E DISTRUTTO UN RIFERIMENTO DI TECNOLOGIA.

    MA QUESTA E’ L’AMERICA E PRENDIAMONE ATTO!

    NOI POSSIAMO SOLO REGOLARCI PER IL FUTURO SCEGLIENDO SOLO VETTURE EUROPEE ED I CINESI DOVREBBERO BOICOTTARE GM IN CINA E NON E’ DETTO CHE QUESTO NON SUCCEDA.

  3. Federico

    Sei un grande sandro48!!!!

  4. Paolo 49

    Gradirei che tutti ci rendessimo tutti conto di cosa sta accadendo !
    Le auto Saab sono le auto in assoluto prodotte più al Nord del mondo.
    Grazie a Saab le vetture di oggi sono molto più sicure…
    Ognuno dovrebbe conoscere anche se non le acquista, i primati in termini di sicurezza, i famosi crash test dell’ alce, i primi Abs a 4 sensori, le prime marmitte catalizzate, utilizzo di materiali riciclabili, poggiatesta attivi, barre antiintrusione nelle portiere già negli anni ’80  ……. e potrei continuare fino ad annoiare tutti gli “ignoranti in materia” che comprano solo dei Brand x moda, ma non si interessano minimamente della sostanza.
    Certo, viviamo in un paese dove la neve in inverno è ancora un evento, dove la gente compra e usa o tenta di usare ancora le  catene, e crede che le gomme termiche siano le gomme chiodate ecc… 
    Le utovetture Saab vengono dal grande freddo, ma che sono ottime e resistenti e affidabili anche nel nostro clima in agosto.
    E’ un vero peccato in un mondo di ipocrisie che si salvino aziende in tutti i settori più disparati, spesso carrozzoni inutili e bolliti, tipo Alitalia, Fiat e quant’ altro, ma
     questo racconta la diversità di cultura di un paese nordico.
    Peccato, poteva nascere una partnership da aziende almeno del settore !

    Un cliente innamorato del prodotto e della sicurezza che induce, dopo molti anni sulle strade, e per fortuna molte Saab, tanto per aiutare il Brand l’ ultima Saab nuova
    l’ ho immatricolata il 14 Novembre 2011, io il mio contributo l’ ho già dato, e ne vado orgoglioso.
      
                    

  5. francesco ed straker

    La notizia più brutta è arrivata…. spero che comunque rimanga un barlume di speranza, affinchè questo storico marchio possa sopravvivere .
    La saab rappresentava un indirizzo stilistico e qualitativo come ormai non si vede più.Spero comunque che per noi possessori di vetture saab, l’assistenza possa essere garantita anche in futuro. 

Lascia un commento