«

»

Gen 24

SAAB|news

Conferenza stampa degli Amministratori Fallimentari

Una foto che mostra i due Amministratori Mr.s Anne-Marie Pouteaux e Mr. Hans Bergqvist durante la conferenza (Photo Credit: Ttela)

Risposte alla Stampa…

La maggior parte dei mass media scandinavi si sono dati appuntamento a Göteborg in questi giorni per intervistare e seguire la nuova conferenza stampa indetta dagli Amministratori Fallimentari di Saab Mr. Hans Bergqvist e Mr.s Anne-Marie Pouteaux. Accusati in precedenza di non rispondere alle domande poste anche da alcune parti in causa, hanno voluto porre fine a questo “silenzio stampa” e delineare al meglio i processi in corso e le previsioni del team di Curatori Fallimentari che da Dicembre sta seguendo la casa di Trollhättan. Il bilancio finale non è così positivo e l’azienda automobilistica è stata paragonata senza mezzi termini ad “Un paziente in fin di vita le cui emorragie non si riescono a fermare” un paragone davvero cruento che se conferma la freddezza del team legale descrive forse chiaramente la situazione del marchio svedese. Criticati da più parti per il loro silenzio durante il processo in corso Mr. Hans Bergqvist e Mr.s Anne-Marie Pouteaux hanno così spiegato ai media presenti “Non vogliamo annunciare il nome di qualcuno senza essere sicuri al 100% delle loro intenzioni. Questa settimana abbiamo avuto un colloquio con General Motors e sono state chiarite le loro posizioni” ha affermato Mr. Bergqvist riferendosi chiaramente alle dichiarazioni di Mr. James Cain della scorsa settimana. La Stampa riunita nella sede di Göteborg dello Studio Legale Delphi & Wistrand rimane colpita quando i due Amministratori Fallimentari esordiscono dicendo “Sarete delusi se Vi aspettate una news decisiva” lasciando nuovamente il destino di Saab appeso ad un filo, ma confermando le intenzioni di vendere l’intero patrimonio comprendete brannd, strutture e linee di produzione “Non abbiamo potuto aprire dettagliate discussioni con le parti interessate a causa di alcune dichiarazioni di General Motors” continua Mr.s Pouteaux “Ci deve essere sempre un’apertura nel contesto commerciale” la interrompe Mr. Bergqvist riferendosi chiaramente alle ferme decisioni del colosso di Detroit.

Una foto che mostra in primo piano Mr.s Anne-Marie Pouteaux immortalata durante la conferenza (Photo Credit: Ttela)

Grazie a diversi meeting con il Reparto di Ingegneria della casa di Trollhättan, oggi gli Amministratori Fallimentari conoscono bene il significato delle licenze di General Motors presenti sulle vetture Saab e confermano “Oltre alle licenze, c’è molto di General Motors in Saab, un sacco di know-how ad esempio” e ciò rende ovviamente difficile il futuro di Saab. Ed il valore di Saab? Quanto vale Saab oggi in questo momento? “Il valore posto per la casa di Trollhättan è in linea con i prezzi di mercato, ma stiamo ancora valutando le risorse a disposizione di Saab” afferma Mr. Bergqvist, che chiude “Speriamo che nelle prossime due/tre settimane possiamo chiudere la vicenda“. La vicenda Saab rimane quindi aperta e le figure interessate rimangono nuovamente “sulla porta” in attesa del team di Curatori Fallimentari da cui dipende il futuro del brand.

12 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Vector
    Vector

    quindi? mo bisogn aspettar altre settiman? deve paxare un altro mese? sia x la ditta ke x il museo? beutiful c fa na pi**a bah

  2. MENOZZI AUTO

    Mi spiace smentitare quanto si citanell’articola ma non SAAB che ha molto di GM ma GM che ha scippato tutto il know-how di SAAB vedi ad esempio tutti i motori benzina turbo ecc.

  3. Luigi

    E’ innegabile che molte delle tecnologie utilizzate da Saab (anche se ideate dal marchio svedese) sono di proprietà General Motors. Quindi, si i Turbo Benzina sono di Saab, ma la licenza di produzione è degli americani quindi bisogna apettare il loro benestare per ricominciare. E’ proprio questo il problema di Saab per produrre auto bisogna chiedere al Gruppo Americano.

  4. aj

    mi sembra tutto incredibile, da un paese come la Svezia mi sarei aspettato di meglio, invece fanno di tutto per distruggerla.
    Bastava nazionalizzare saab per due/tre anni, rimettere in produzione almeno la 9-3, riportare le vendite ad un livello accettabile, e poi cercare di vendere oppure obbligare la volvo a fondersi con la saab.
    Sarebbe stato coveniente per tutti.
     
     

  5. MENOZZI AUTO

    Car AJ, capisco il suo slancio di impeto ma credo che la cosa non sia assolutamente realizzabile. Quando VOLVO fu venduta il governo non potè far nulla perchè lo vietava la legge, allo stesso modo è successo con SAAB, già per fare in modo che lo stato facesse da garante per il prestito ponte ci furono problemi. Quindi nazionalizzare SAAB non è possibie  e si figuri se si può obbligare la proprietaria di VOLVO (Geely) a comperare SAAB anche perchè lavorando nello stesso segmento  si farebbe autoconcorrenza da sole.
    Purtroppo dobbiamo ancora aspettare e vedere quali decisioni saranno prese, io sono convinto che tutto si risolverà per il meglio anche se c’è la stanno mettendo tutta per far passare la voglia….
     

  6. sandro48

    Non sarei così pessimista: i curatori sono tenuti ad un comportamento assolutamente lineare ed oggettivo, senza favorire o sfavorire chicchessia, e questo spiega i loro riserbi su tutta la vicenda e soprattutto su chi c’è dietro. Paradossalmente chi volesse  rilevare SAAB dovrebbe cominciare con tecnologie completamente nuove di zecca, dove GM non possa mettere bocca (BMW e Powertrain, ad es.). L’alternativa è un accordo con GM per definire i confini delle rispettive “proprietà tecnologiche”, al limite del tipo “la 93 non la vendo un US” o simili.
    L’unica cosa certa è che GM (il diavolo se li porti!) ha buona parte del manico di questo coltello e non intende mollare di un nulla mentre cinesi e turchi (ed io sono convinto che ci sia qualcun altro molto interessato …) giustamente vogliono sapere come gestire la situazione: cosa impedirebbe a Youngman di iniziare a produrre una simil-Saab in Cina con tecnologia copiata dall’originale per il mercato del sud-est asiatico, magari con una “SAAP” ribattezzata 993 ad. esempio? nulla e nessuno potrebbe contrastarli, è evidente allora che le loro intenzioni sono di produrre per il mercato europeo ed USA dove certe regole valgono ancora.
    Resto comunque realisticamente ottimista, certo che fra tre mesi è un anno (!) che la fabbrica di Trollhattan è ferma … 

  7. moris

    mi chiedo se sia possibile che tutti i clienti saab al mondo acquistino una piccola quota dell’azienda per salvarla..

  8. terea

    Scusate, ma fatemi capire una cosa, la Saab è fallita, io e tante altre persone che abbiamo un auto saab in caso di rotture cosa dobbiamo fare buttare le auto????????????????? sono 4 dico 4 mesi che ho la mia saab in riparazioni e non riesco ad aggiustarla perchè i componenti di ricambi non ci sono neanche in casa madre????????????????????????????????????????????????? siamo ad una cosa inaccettabile, chi è in grado di rispondermi???????????????? grazie
     

  9. MENOZZI AUTO

    Sig. Terea la SAAB Automibile Italy ha mandato un comunicato nel quale dice che la distribuzione dei riambi continua, naturalmente non ci si nasconde dietro un dito delle difficoltà ci sono per alcuni componenti. Se la sua vettura è presso una struttura ufficiale sicuramente il suo dealer starà facendo il possibile se però vuole comunque farmi sapere cosa le serve posso pravare a vedere cosa riesco a fare. Se il web master mi autorizza le invio la mia mail.

  10. Luigi

    Confermo quanto segnalato, il blog aveva infatti segnalato l’ultima press release di Saab Italia datata Dicembre ecco l’articolo:
    http://www.saabnews.it/2011/12/saab-italia-non-abbandona-la-clientela/

    La produzione dei ricambi continua senza sosta, ma credo sia normale che in questo periodo si possano riscontrare problemi sulle tempistiche delle consegne.

  11. teresa

    Ringrazio il sig.Luigi per la Sua cortese nota semplice ed esauriente e virtù di ciò vorrei se possibile informarla dei particolari della mia situazione. Cordiali saluti

  12. menozzi auto

    Vorrei ricordare a tutti gli utenti SAAB che il numero verde 800997711 è sempre attivo e che in caso di problematiche l’importatore sa dove dirottare i casi o che scelte prendere.

Lascia un commento