«

»

Gen 17

SAAB|news

Il Sindacato If Metall richiede nuovi aiuti per i lavoratori Saab

Una foto di repertorio scattata ai dipendenti all'esterno dello stabilimento Saab in Svezia (Photo Credit: Ttela)

Nuovi fondi per i dipendenti…

Dopo i primi fondi messi a disposizione dal Governo Svedese avanzati pochissimi giorni dopo il fallimento di Saab e le prime conferenze stampa nelle quali si esponevano i primi piani statali necessari per evitare una pesante crisi occupazionale a Trollhättan e nella regione di Västra Götaland ecco una nuova richiesta da parte dei Sindacati. L’If Metall di Trollhättan, il principale Sindacato operaio di Saab Automobile Ab dopo aver visionato le documentazioni fornite dal Governo Svedese ha richiesto un nuovo pacchetto di salvataggio per gli ormai ex dipendenti del marchio svedese Saab. Secondo il Sindacato il piano di formazione avanzato non sarà sufficente per il reintegro nel mondo lavorativo degli ex lavoratori della sede di Trollhättan e la crisi economica dell’Euro influenzerà negativamente i prossimi sbocchi occupazionali in Svezia. Per questo il Sindacato If Metall tramite alcuni suoi rappresentanti ha richiesto pubblicamente un nuovo aiuto economico da parte del Governo, l’unico capace secondo If Metall di preservare le condizioni economiche dei lavoratori scandinavi coinvolti nella vicenda Saab. Nessuna risposta ufficiale è ancora pervenuta da parte delle Autorità Scandinave, che tramite il loro Ufficio Distrettuale hanno solo confermato la consegna degli stipendi di Dicembre a tutti i lavoratori Saab ed anche se su tale operazione si deve mantenere il riserbo bancario, le Autorità hanno confermato che oggi tutti gli ex dipendenti hanno sul loro conto il proprio ultimo stipendio.

Lascia un commento