«

»

Gen 25

SAAB|news

La cinese Baic interessata all’ePower di Saab

Una foto scattata alla celebre Saab 9-3 Sporthatch ePower al Salone di Parigi 2010 (Photo Credit: RoadAndTrack.com)

L’elettrico fa gola in Asia…

Negli scorsi giorni diverse testate giornalistiche scandinave hanno riportato alcune news sulle intenzioni del costruttore automobilistico cinese Beijing Auto Baic. Il produttore asiatico aveva già stretto in passato un accordo con la casa svedese di Trollhättan per la produzione delle precedenti vetture Saab 9-3 e 9-5, ma il legame siglato tra le due case sembra sia destinato a riallacciarsi. I produttori automobilistici cinesi si sono rivelati molto interessati alla nuova piattaforma Phoenix, ma non solo le tecnologie ideate e sviluppate in questi anni dal brand scandinavo Saab sembrano “fare gola” a molti costruttori come Beijing Auto Baic che dopo aver acquistato i diritti di produzione delle precedenti 9-3 e 9-5 sembra sempre più interessata alle soluzioni elettriche create da Saab. Protagonista degli interessi di Baic è il conosciuto sistema elettrico ePower proposto ed ideato da Saab nel Settembre del 2010 ed ormai proposto su una serie di 70 vetture di test utilizzate regolarmente in Svezia da altrettanti tester chiamati a valutare i pregi ed i difetti dei primi esemplari pre-serie di Saab. Secondo quanto segnalato da alcuni media svedesi Beijing Auto Baic è sempre più interessata a questo nuovo tipo di mobilità concretamente realizzabile sulle sue medie C30 nate dalle ceneri della conosciuta 9-3, proposta da Saab proprio in versione elettrica: la 9-3 Sporthatch ePower presentata per la prima volta al Salone di Parigi nell’Ottobre del 2010. Baic sempre secondo la stampa scandinava sembra sia sostenuto da diversi investitori del Nord Europa e da una possibile cooperazione con la giapponese Panasonic da anni nel settore elettronico (che da diverso tempo sta sperimentando batterie al litio il cui possibile utilizzo potrebbe essere destinato anche al settore automotive). Il progetto Saab dell’elettrico ePower però non è stato sviluppato solo dalla casa di Trollhättan, ma ha visto coinvolti come protagonisti diverse aziende tecnologiche svedesi come Innovatum Ab che non vuole certamente rinunciare alle proprie creazioni e come conferma il suo stesso Ceo Mr. Tore Helmersson “Innovatum Ab non vuole certamente che le proprie soluzioni possano essere spostate all’estero, ma anzi vuole che i propri progetti rimangano qui a Trollhättan“. Dopo alcune indiscrezioni che vedevano Baic protagonista ecco un nuovo capitolo dedicato al costruttore cinese, di cui siamo certi sentiremo ancora parlare soprattutto per il sistema ePower.

Lascia un commento