Gen 13

La concept car Saab Mfi-13

Una delle pochissime foto ufficiali scattate all'iconica concept Saab Mfi-13 (Photo credit: Saab Automobile Ab)

L’inizio della storia Sonett…

Descrivere le qualità della concept car Saab Ifm-13 è come delineare gli albori della storia Sonett II di cui Vi abbiamo già segnalato un interessante scheda completa. Il progetto di questo prototipo nasce nel 1964 grazie al designer Mr. Björn Karlström ed all’Ingegnere Mr. Björn Andreasson che da anni sognavano di creare una vettura sportiva Saab. Mr. Karlström era un talentuoso designer e già nel 1962 riuscì lavorando per la casa automobilistica di Trollhättan a delineare quelle linee che sarebbero diventate poi il design iconico di alcuni modelli Saab. Dopo aver sviluppato tre progetti per la nuova sportiva made in Saab i due fautori dell’Mfi-13 dettarono le basi di quella concept car che avrebbe poi aperto nuova vita alla storia Sonett proprio nel 1964. Il nome scelto per l’esemplare Mfi-13 deriva da un unione, una prima versione del prototipo in dimensioni reali era stato infatti commissionato alla Malmö Flygindustri o Mfi (assorbita dal marchio svedese Saab nel 1968) da cui ha preso il nome la vettura unito per scaramanzia al numero tredici da sempre di buon auspicio per gli aviatori. La carrozzeria dell’esemplare era stata realizzata in acciaio da Heinel, un noto carrozziere di Malmö, che realizzo artigianalmente i primi stampi necessari a delineare la linea delle portiere per una futura produzione plastica. Un vero passo in avanti se confrontato con la precedente concept car Catherina ideata dall’iconico designer Mr. Sason diversi anni prima, grazie alle sue linee decise ed alle soluzioni tecniche adottate infatti l’esemplare ultimato fece subito scalpore e dopo soli sei mesi si concretizzò con la conosciuta Saab 97 Sonett II.

La Saab Mfi-13 non è identica alla sua discendente Saab 97 Sonett II, ma il suo design deciso le sue linee squadrate ed il suo propulsore tre cilindri a due tempi con tre carburatori rimasero invariati su entrambi i modelli. Grazie al peso ridotto infatti il piccolo propolsore era capace di raggiungere i 150km/h ed effettuare uno scatto da 0 a 100km/h in soli 13,7 secondi, numeri assurdi se confrontati con quelli di una piccola sportiva di oggi, ma certamente apprezzabili se paragonati a quelli di una coupé sua contemporanea. Oggi l’unico esemplare della concept car si trova al Saab Car Museum di Trollhättan minacciato da questa bancarotta. Speriamo che la vicenda Saab si possa risolvere e ridare luce a questo dimenticato, ma certamente iconico modello.

Adobe Pdf: Un bellissimo articolo in Inglese che svela i dettagli della Saab Mfi-13