«

»

Feb 28

SAAB|news

Brightwell Holding ritira la propria offerta per Saab

Una foto di repertorio del Presidente di Brightwell Holding Mr. Ahmed Zamier (Photo Credit: Ttela)

I Turchi abbandonano…

La società turca Brightwell Holding che da mesi sembrava sempre più sicura di riuscire a “mettere le mani” sopra la casa scandinava di Trollhättan si è ritirata dalla vicenda Saab. Secondo quanto dichiarato in queste ore ai media svedesi Brightwell Holding ha ritirato la propria offerta di acquisto dell’intero marchio Saab a causa del duro atteggiamento di General Motors detentore di numerose licenze di produzione e principale fornitore di diverse componentistiche necessarie alla gamma attuale di Saab. Mr. Ahmed Zamier Presidente di Brightwell Holding ha chiarito nella tarda serata di ieri la posizione della propria azienda “L’offerta è stata ritirata a causa dell’atteggiamento di General Motors, non possiamo continuare. Siamo stati in diretto contatto con gli Amministratori Fallimentari nelle ultime ore, ma dobbiamo rinunciare”. Secondo quanto affermato da Mr. Zamier alle testate svedesi come Dagens Industri e Ttela “I processi in corso erano sotto controllo ed eravamo semplicemente in attesa di un ultimo riscontro da parte del colosso Americano, ma il loro comportamento è cambiato all’ultimo minuto. Devo ammettere che non ho mai ricevuto risposte del genere da parte di un azienda di tali dimensioni” chiarisce il Presidente Turco confermando la propria delusione sull’affare ormai sfumato. Ma quali sono state le incomprensioni tra la società Turca ed il colosso di Detroit? Mr. Ahmed Zamier senza utilizzare mezzi termini ha dichiarato “Abbiamo cercato di concordare l’utilizzo delle licenze tecnologiche indispensabili per la produzione dell’ultima crossover Suv media Saab 9-4X, ma non siamo riusciti ad ottenere risultati concreti. In poche parole General Motors non ha voluto collaborare” chiarisce con “l’amaro in bocca” per la vicenda creatasi.

Dopo diversi incontri positivi con il management americano sembrava che Brightwell Holding aveva tutte le carte in regola per diventare la nuova proprietaria della casa di Trollhättan, ma le ferme decisioni di General Motors hanno fatto naufragare questa possibilità. “La nostra intenzione è sempre stata quella di acquistare l’intero marchio Saab per farla sopravvivere ed era necessario iniziare da subito la produzione, non vedo come il riavvio delle linee produttive si possa fare senza la collaborazione di General Motors” ha affermato Mr. Ahmed Zamier che prima di concludere ha tuonato “Il nostro piano prevedeva di riassorbire la maggioranza della forza lavoro di Saab e rilanciare la produzione con 200000 vetture all’anno, ma General Motors si è dimostrata riluttante a collaborare con noi, credo personalmente che il Gruppo di Detroit voglia uccidere Saab”. Dure parole quelle del Presidente di Brightwell Holding che lasciano gran parte dei fans Saab senza parole, le ferme decisioni di General Motors non solo hanno sbarratto la strada alla società Turca, ma potrebbero decretare la prematura scomparsa di alcuni modelli Saab come l’ultima 9-5 e la nuova 9-4X. Le ignobili ipotesi che vedevano protagonista la nuova Saab 9-4X quindi si stanno gradualmente avverando? Forse è ancora presto per confermarlo, ma sembra che la vicenda Saab non stia prendendo un ottima piega.

8 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. nazario

    Questo atteggiamento GM lo manterrà anche anche con l’indiana Mahindra, e allora, praticamente, SAAB addio!
    Non credevo, però, che GM fosse bastarda fino a questo punto. 

  2. umberto

    GM = gran ma**ia e questo già lo sapevamo. Ma siamo sicuri che questi turchi non si siano ritirati perchè non avevano i capitali??? Produrre e vendere subito 200000 auto??? Questi sono più buffoni e chiaccheroni di Mr. Muller!!!
    Gli unici sono i cinesi…………….THIS IS THE END

  3. Bernardo

    In vita mia ho guidato solo SAAB. Ne ho avute sei. Ora, francamente i turchi non mi ispiravano molto affidamento. GM me ne ispira ancora meno. Credo che l’unica via percorribile sia quella che da Pechino arriva a Trollhattan. L’ultima SAAB mi è stata consegnata nel gennaio 2011 ed è la più bella che abbia mai avuto. Sono certo che tra cinque anni potrò comprare una nuova SAAB. Dopo il tramonto c’è sempre l’alba e il sole sorge sempre a Oriente.
    LONG LIFE SAAB

  4. sandro48

    Le recenti notizie relative ai due stabilimenti GM in Cina che sono stati “bloccati” la dicono lunga sulle chance di Youngman sul proprio territorio e sull’estremo oriente in genere, anche se Mahindra no è l’ultimo arrivato. Con il mercato Europa in flessione continua e quello USA stagnante resta sul globo solo la Cina e dintorni e lì, come si dice a Firenze )scusatemi per la volgarità) chi ce l’ha più lungo se lo tira e probabilmente Youngman ha più aderenze di GM: come dire, vuoi produrre in Cina ? e allora dammi via libera in Svezia, altrimenti resti dove sei.
    P.S. per la redazione di SAABnews: se ritenete offensiva l’espressione usata censurate pure il mio commento, non me ne offenderò!

  5. aj

    ma qualcuno riuscirà ad obbligare gm a fare qualcosa, non è possibile che gm si sia appropriata gratuitamente del lavoro di anni dei tecnici saab, per poi utilizzarla di nascosto su opel, ecc. e a saab non venga corrisposto niente.
    il governo svedese deve ricorrere alla corte europea, all’organizzazione mondiale del commercio o da qualche altra parte, non può lasciare correre cosi facilmente la cosa.
    se gm non cede niente, allora che paghi una penale a saab per i brevetti che ha prodotto per gm

  6. Vinc
    Vinc

    abbandoniamo la 9.5 e la 9.4 e ripartiamo con la Phoenix!!!

  7. teo

    La GM sa benissimo come lavorano in saab, anche se fornissero le loro piattaforme, come per la nuova 9-5, la qualità e la ricerca applicata è di livello superiore di una insigna. Se ne avete la possibilità provatele entrambe,la differenza si sente; figuriamoci se diano collaborazione per la nuova linea X oppure suv,per la casa GM la perdita in vendita sarebbe imbarazzante. morte tua vita mea.

  8. Enzo05

    Condivido pienamente il pensiero di Sandro48 ,ben venga il vento D Oriente vento nuovo innovativo, forza Saab PHOENIX

Lascia un commento