«

»

Feb 20

SAAB|news

Il Governo ha incontrato gli Amministratori Fallimentari

Una foto scattata durante la conferenza stampa tenutasi ad Innovatum Ab dei rappresentanti del Governo recati a Trollhättan (Photo Credit: Ttela)

L’incontro del fine settimana…

Come Vi avevamo segnalato in un nostro precedente articolo, tre Segretari di Stato hanno visitato Trollhättan durante il fine settimana appena concluso ed hanno potuto incontrarsi con il team legale degli Amministratori Fallimentari di Saab. Durante una prima conferenza stampa tenutasi dopo un meeting con diverse parti i rappresentanti del Governo Svedese hanno confermato di aver avuto un dialogo costruttivo con Regione e Comune di Trollhättan, ma non solo, lo Stato scandinavo ha confermato di aver previsto nuovi fondi per sostenere il distretto industriale della celebre casa automobilistica Saab. Il Segretario di Stato del Ministero dell’Industria e dello Sviluppo Economico Mr. Håkan Ekengren ed il collega Mr. Hans Lindblad del Ministero delle Finanze hanno visitato la fabbrica di Trollhättan nella giornata di Venerdì e si sono incontrati con il team legale dei curatori fallimentari, con i rappresentanti regionali e comunali ed infine con gli stessi Amministratori Fallimentari da diversi mesi principali responsabili del destino di Saab. Weekend impegnativo che ha visto i rappresentanti del Governo impegnati in incontri anche con i Sindacati e con i possibili investitori del brand automobilistico di Trollhättan, intenzionati a rivalutare l’industria di Trollhättan. “Questa visita è parte integrante del piano di dialogo che abbiamo con la Contea e con la Regione” ha affermato il Segretario di Stato del Ministero dell’Industria e dello Sviluppo Economico Mr. Hakan Ekengren durante la conferenza stampa tenuta presso Innovatum Ab di Trollhättan. “Sono impressionato dalla volontà e dall’impegno delle parti in causa in questo drammatico fallimento” ha dichiarato Mr. Hakan Ekengren durante la conferenza stampa con i diversi Segretari di Stato ed ha continuato “Ma non possiamo dire di più su chi abbiamo incontrato e sui temi trattati”. Ma di cosa si stanno occupando i rappresentanti del Governo presenti a Trollhättan? Mr. Ekengren risponde chiaramente “Cerchiamo di incontrarci e discutere con tutti coloro che richiedano aiuto, cerchiamo di aprire le porte a tutti indipendentemente dalla loro categoria di appartenenza, speriamo di poter trovare una soluzione costruttiva per tutti”. Il lavoro degli Amministratori Fallimentari non viene criticato dal Governo e come conferma Mr. Hans Lindblad uno dei Segretari di Stato “Lavorano duro, è un fallimento estremamente complicato e complesso da risolvere. E’ come un gomitolo di lana che è stato stretto ed ora deve sbrogliarsi, ma tale operazione richiede il tempo necessario”.

Una foto di Mr. Hans Lindblad immortalato durante la conferenza stampa (Photo Credit: Ttela)

Mr. Lindblad non ha voluto commentare i meeting tenuti in questi giorni e non ha confermato o smentito alla stampa se il Governo aveva avuto colloqui con General Motors, ma ha tentato di dettare un proprio bilancio sulla vicenda Saab “Penso che di solito sia inutile guardare al passato e pensare a quali operazioni potevano essere fatte, piangere sul latte versato è inutile, ora dobbiamo partire dalla nostra posizione e sfruttare al meglio questa situazione” dichiarando che il Governo si sta impegnando a garantire un futuro occupazionale alla città di Trollhättan ed alla sua Contea. Se non ci sarà la possibilità di riavviare la produzione automobilistica di Saab ci saranno progetti ideati in collaborazione con i Rappresentanti Statali e con quelli Regionali, ma saranno avanzate richieste economiche allo Stato ha chiarito il Sindaco di Trollhättan Mr. Paul Akerlund, sostenuto dal Presidente dello Sviluppo Regionale Mr. Bridget Losman che ha affermato “Abbiamo richiesto allo Stato la possibilità di ottenere capitali di rischio per la nostra Regione” confermando le proprie intenzioni a sostenere la popolazione dell’area industriale Saab, ma non solo sembra che lo stesso Governo abbia previsto nuovi investimenti infrastrutturali all’organizzazione occupazionale, Mr. Hans Lindblad ha infatti concluso “Il prossimo autunno, lo Stato investirà sulle sue strutture in modo da sostenere la popolazione”.

4 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. sandro48

    A questo punto mi vien da pensare che ci sia sotto qualcosa di scottante e comunque pesantemente compromettente per qualcuno o qualche società o ente pubblico o parastatale  che stanno cercando di sbrogliare o di risolvere alla chetichella, altrimenti non è plausibile un comportamento come quello cui stiamo assistendo da tanto, troppo tempo …. o mi sbaglio ? Accetto critiche e suggerimenti, ma la conferma viene dalle dichiarazioni dei funzionari governativi. Vi ricordate di cosa diceva Andreotti, che a pensar male etc.. etc.. ?
     
     

  2. Bernardo

    ma come “Se non ci sarà la possibilità di riavviare la produzione automobilistica di Saab”…ci sono tre acquirenti, in prima fila i cinesi, e ancora si hanno dei dubbi? Chi sa parli una volta per tutte

  3. MENOZZI AUTO

    Secondo me in questo momento i giornalisti stanno facendo il loro lavoro prendono notizie inesistenti e ci dipingono sopra…..è stato detto da tutti che non fanno trapelare nulla per evitare varie compicazioni quindi aspettiamo sti 10 giorni e sapremo tutto

  4. nazario

    Sì, però il fatto che nessuno parli, che tutti quelli che hanno a che fare con la questione si trincerino sempre dietro un sospettoso silenzio, lascia senza parole. L’affare diventa lungo, troppo lungo…..e poi, è vero, nelle mezze frasi che dicono non vengono mai nominati i possibili futuri acquirenti. Com’è possibile questo se il futuro è, bene o male, nelle loro mani? Credo proprio che l’uomo ombra sia GM e che ad ogni costo voglia fare fallire SAAB per avere maggiore campo libero nel mondo. Una marca in meno, in fondo, è sempre meglio!

Lascia un commento