«

»

Feb 06

SAAB|news

Immatricolazioni Saab – Gennaio 2012

Una foto ufficiale del marchio svedese che mostra la sua ultima media premium Saab 9-3 Sport Sedan (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

I dati vendita…

La produzione è ferma ormai da Aprile 2011 ed ovviamente quelli che stiamo per proporVi non sembrano dei dati vendita, ma ricordano al contrario “un bagno di sangue” che sembra essere sempre più pericoloso per il brand scandinavo. Come ogni mese eccoci a proporVi i dati relativi alle immatricolazioni registrate nei principali paesi Europei, senza dimenticare in dettaglio la nostra penisola. Il trend è più che negativo e riflette mediamente la sfiducia dei consumatori nel settore automotive che da diversi mesi ormai non brilla più come un tempo. I dati della casa di Trollhättan registrati a Gennaio confermano nuovamente la pesantissima situazione attraversata dal marchio svedese non solo in Italia, ma anche nel resto del vecchio continente si registrano solo segni negativi che non fanno ben sperare e che delineano un durissimo lavoro per il prossimo nuovo proprietario. Dati negativi provengono da tutta Europa ed anche mercati importanti come Gran Bretagna, Austria, Francia e la natale Svezia non presentano valori positivi. Nessuna nazione nel vecchio continente può ritenersi “salva” da questa ondata tremenda che si è abbattuta sul marchio svedese che conferma indirettamente la sfiducia dei consumatori che ormai hanno optato per altre scelte nel panorama automobilistico. Eccoci pronti a dare maggior spazio alla nostra penisola, che percentualmente presenta un dato davvero pesante se confrontato a quello dello scorso anno.

Di seguito in dettaglio la situazione italiana del marchio svedese Saab.

“Il mercato di Gennaio è il più basso mai registrato da oltre 20 anni” esordisce il Dott. Jacques Bousquet il nuovo Presidente dell’Unrae, l’Associazione delle Case automobilistiche estere in Italia chiamato come il precedente Dott. Filipponi a commentare i dati registrati nel primo mese del 2012. “Per scongiurare una situazione fortemente negativa bisogna pensare a necessari ed urgenti interventi strutturali nel settore automotive italiano” afferma il Dott. Bousquet che senza mezzi termini chiarisce l’impellente necessità di rinnovare la struttura del settore automotive nella nostra penisola, un rinnovo sempre rimandato con agevolazioni temporanee che non hanno mai supporto pienamente la capacità di acquisto e di gestione dell’auto da parte delle famiglie. “Gennaio ha visto il livello più basso mai registrato da oltre 20 anni, con appena 137119 unità e una flessione di ben il 16,9%, rispetto al già debole risultato dello scorso anno e di oltre il 36% rispetto alla media degli ultimi 10 anni” conferma il Presidente dell’Unrae che vede questo calo dettato principalmente dalle famiglie principali consumatori del settore “Le famiglie determinano, infatti, l’intero calo del mercato, perdendo circa 30000 immatricolazioni (-24,7%). Le vendite alle aziende e alle società di noleggio evidenziano, invece, un leggero incremento, rispettivamente del 3,8% e 3,1%”.

Saab Automobile Ab

In generale il calo registrato nel mese di Gennaio 2012 è pari a -16,93% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Un dato negativo che viene ripreso nella sua totalità soprattutto delle case estere. Le vetture della casa di Trollhättan immatricolate in Italia nel mese di Gennaio 2012 sono state solo 6 registrando un catastrofico -95,16% confrontando il numero di vetture immatricolate lo stesso mese del 2010 (124 auto). La fiducia della clientela nei confronti di Saab è ormai quasi nulla e lo stock di vetture pronte per la consegna è ormai assotigliato in tutta la nostra penisola. Il danno all’immagine registrato è spaventoso per un brand premium come quello di Saab e la filiale italiana si ritroverà ad affrontare forse la più dura crisi Saab mai vissuta in Italia. Attendiamo come sempre maggiori info, ma la situazione si conferma sempre più tragica.

Nota: Tutti i dati riportati rappresentano le risultanze dell’archivio nazionale dei veicoli al 31/01/2012 – Unrae Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri.

8 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Villa

    Sono fra i sei, alla grande.

  2. GIGIO

    Ci sentiamo molto unici ….. E BUONGUSTAI. L’unico rammarco e che non sapranno mai che gran macchina sia questa 95

  3. nazario

    Innanzitutto tantissimi complimenti a Villa, che è uno dei sei ad avere comperato una SAAB di questi tempi! Spero proprio che la sua fiducia sia ampiamente ripagata in futuro (a proposito, che modello hai comperato?). Eppoi non capisco tutto questa sorpresa circa le vendite SAAB. Una marca che è chiusa da quasi un anno, che ha dovuto proclamare fallimento, chi volete che attiri? A quei sei gli faremo volentieri un monumento e li penseremo per rinvigorire la nostra fiducia, ma la situazione oggettivamente è quella che sappiamo.
    Speriamo piuttosto che i curatori fallimentari si diano una mossa, perchè è da un po’ di tempo che mi pare che tutti quelli preposti a salvare SAAB siano invece proprio quelli che cercano di farla fallire!
    Comunque, in gamba Villa, che nei prossimi anni girerai con una bella SAAB nuova!!!

  4. luca cesenatico

    forza saab
    risorgerai e poi saranno ca**i x i tedeschi.
     

  5. Renzo

    Condivido perfettamente l’opinione di Nazario. Non capisco la sorpresa per dati di vendita negativi a fronte di una dichiarazione di fallimento e produzione bloccata da un anno; Cosa ci si aspettava….che la gente acquistasse auto virtuali ?
    Ho acquistato una 95 a luglio dello scorso anno , la mia quarta Saab…. proprio per questo mi sarei aspettato all’epoca informazioni un po più chiare….ben al di la del semplice “viste le richieste ci sono ritardi nella produzione”.
    Di fatto, per averla nei tempi stabiliti ho dovuto “accettare” una motorizzazione, colore e cambio opposti a quanto ordinato.
    L’auto è ottima e meriterebbe di essere apprezzata ma, francamente, alla luce dell’attuale situazione sono fortemente pentito dell’acquisto! a breve avrò uno splendido “esemplare unico”  con quotazione pari a zero.
    Un’ultima osservazione: cosa aspetta Saab Italia a farsi viva con i clienti (che non mi sembrano ormai tantissimi) per fornire rassicurazioni su ricambi e garanzia???  … magari con una bella lettera scritta come quella inviata in occasione della precedente, purtroppo momentanea, “rinascita”.

    Speraimo bene e saluti a tutti

  6. Salvo

    Io mi godo la mia 93 del 2009. l’unica mia preoccupazione è per i ricambi. la scorsa settimana mi hanno rotto un vetro ed ero terrorizzato all’idea di non riuscire a trovare il ricambio. Per fortuna è andato bene. Ma?..per il futuro? per me posso tenermela per i prossimi vent’anni (anzi, sicuramente sarà così). Dovro’ comprarla una identica di seconda mano come “riserva” dei pezzi di ricambio?

  7. Bernardo

    io ho 42 anni ed in vita mia ho acquistato 5 SAAB. Essendo disabile ogni qualvolta mi trovo bene ed a mio agio con qualsiasi cosa di una determinata marca tendo a fidelizzarmi. La SAAB, ad iniziare dall’ergonomia interna con la chiave posta nella plancia centrale, ha sempre corrisposto alle mie esigenze. Ogni anno vado a fare un ciclo di cure fisiche in Repubblica Ceca, le mie SAAB mi hanno sempre consentito di viaggiare 1200 km in sicurezza, velocità, comodità.
    L’ultima (speriamo non in assoluto) SAAB 93 aero cabrio ttid4 mi è stata consegnata nel gennaio 2011 dopo 9 mesi di attesa ed è veramente bellissima. Seguo quotidianamente le vicende SAAB ed ho pensato, a questione risolta, di fare un viaggio a Trollhattan modello pellegrinaggio ex-voto. Mi auguro di poter acquistare ancora SAAB in futuro…che dire? LONG LIFE SAAB

  8. Vinc
    Vinc

    grande Villa!!!!

Lascia un commento