«

»

Feb 21

SAAB|news

L’Agenzia di lavoro Startkraft aiuta gli ex dipendenti

Una foto scattata in questi giorni presso la sede dell'Agenzia di lavoro Startkraft (Photo Credit: Ttela)

Sessantasette lavoratori…

Dopo il licenziamento dei lavoratori Saab a Trollhättan, sono stati molti gli ex dipendenti che si sono rivolti a diversi enti per rientrare sul mercato del lavoro e ridare slancio alla loro carriera. L’Agenzia di lavoro Startkraft è stata una delle strutture più visitate dagli ormai ex dipendenti della casa automobilistica di Trollhättan ed i dati raccolti sembrano più che promettenti. In sole sei settimane l’Agenzia Startkraft è riuscita a ridare un occupazione a ben sessantasette lavoratori di diversa età prima impiegati presso lo storico stabilimento Saab in Svezia “Siamo solo nella fase iniziale dei nostri progetti e continueremo a lavorare duramente per aiutare tutti” afferma Mr.s Carina Persson dell’Agenzia Startkraft. L’obiettivo principale è di aiutare tutti i 1400 operai Saab che hanno perso il posto di lavoro, e la Project Manager Mr.s Persson presentando alla stampa i primi dati non ha timore ad affermare i primi lati positivi ottenuti “Dei 1400 dipendenti di Saab ben 1200 hanno richiesto aiuto alla nostra struttura, e di questi già 67 sono già stati sostenuti al meglio con una nuova occupazione”. La ricerca non riguarda il solo settore automobilistico, ma l’Agenzia cerca soluzioni in tutti i settori in modo da rispondere al meglio alle esigenze di tutti i lavoratori “Molti hanno scelto di lavorare nel settore dell’Assistenza Sanitaria a volte come infermieri, ma non solo, abbiamo iscritti che hanno iniziato a lavorare nella vendita al dettaglio, nelle piccole aziende ed anche nelle carceri. Ci sono soluzioni diverse ed alcuni hanno preferito rimanere nello stesso settore grazie ad offerte provenienti da Volvo di Torslanda” afferma la manager dell’Agenzia Startkraft.

L’impegno e le predisposizioni a diversi campi non sembrano mancare tra gli ormai ex dipendenti Saab e come conferma l’Agenzia, molti hanno richiesto di partecipare a corsi di formazione soprattutto in Informatica “Ci sono 250 persone che stanno seguendo corsi di informatica basilare e diversi lavoratori non disdegnano di cercare e trovare lavoro su internet. Non mancano neanche i pendolari e come conferma l’Agenzia di lavoro, diversi impiegati si sono rivelati disposti a diventare veri e propri pendolari per lavoro, alcuni perfino in Norvegia in modo da seguire le proprie intenzioni. Per coloro che vogliono rimanere nell’area di Trollhättan sono comunque disponibili diverse opportunità come quella mineraria, di cui Vi avevamo già parlato. Cercando di trarre un bilancio, Mr.s Carina Persson di Startkraft ha definito gli ex dipendenti Saab davvero singolari “Ho conosciuto diverse persone in tutti questi anni, ma i lavoratori Saab sono diversi, gran parte di loro non rinunciano a nulla ed al contrario di quanto previsto cercano di evitare i sussidi di disoccupazione per rimettersi subito sul mercato del lavoro il prima possibile” dichiara confermando che delle 1400 persone in elenco solo 165 hanno richiesto il sussidio per superare questo duro periodo.

Lascia un commento