Feb 29

Risposte positive dall’Agenzia delle Entrate Svedese

Una foto di repertorio del Riksgälden l'Ufficio del Debito collegato all'Agenzia delle Entrate Svedese (Photo Credit: Hd.se)

Rassicurazioni…

Come Vi avevamo già segnalato in un nostro precedente articolo, l’Agenzia delle Entrate Svedesi incaricata dal Governo ha ripagato il prestito avanzato dalla Banca Europea per gli Investimenti nei confronti di Saab, diventando di conseguenza il principale creditore della casa di Trollhättan. Il tempo però continua a passare e la vicenda Saab continua a dilatarsi sempre di più, gli Uffici Amministrativi dell’Agenzia saranno quindi preoccupati del destino di Saab? Se la casa automobilistica scandinava non riprenderà la propria produzione e non sarà venduta l’Agenzia delle Entrate non potrà ottenere un rimborso da quanto ha avanzato precedentemente ripagando il prestito elargito dalla Bei. L’Agenzia delle Entrate Svedesi coinvolta nel processo di vendita di Saab Automobile Ab ha infatti ripagato il prestito solo ricevendo nuove garanzie sia sulla produzione dei ricambi/accessori, sia sulle strutture della casa di Trollhättan, ma secondo quanto riportato da diverse indiscrezioni provenienti dalla Svezia, solo la vendita totale del marchio Saab coprirebbe le somme avanzate fino ad oggi. Una vicenda certamente difficile e pericolosa che in teoria potrebbe dare numerose notti insonni ai Responsabili dell’Agenzia scandinava, ma in realtà non è così. Un portavoce dell’Agenzia delle Entrate Svedesi ha dichiarato alla stampa locale “Per quanto ne so, gli Amministratori Fallimentari stanno lavorando sodo sulla vendita di tutto il brand Saab e non abbiamo alcun motivo di dubitare che riceveremo le somme già avanzate”. Un eccellente posizione che rassicura nuovamente gli appassionati e gli addetti ai lavori, se il più grande creditore di Saab si conferma in questi giorni così sicuro della risoluzione positiva di Saab, possiamo forse rimanere tranquilli sull’esito finale dell’affare Saab. “Fondamentalmente, ora è tutto nelle mani degli Amministratori Fallimentari” conclude il portavoce dell’Agenzia “Questo significa che siamo in contatto con il team legale di Saab e riceviamo da loro ogni informazione, tra i loro compiti c’è infatti la gestione di tutte le questioni e le transazioni legate al brand e mi sembra che stanno facendo un ottimo lavoro fino ad ora” conclude confermando la tranquillità e la piena fiducia dell’Agenzia nei confronti dei curatori fallimentari di Trollhättan.