«

»

Feb 07

SAAB|news

Sempre più interessati a Saab

Una foto scattata pochi giorni fa allo stabilimento Saab immerso nella neve invernale (Photo Credit: Sverigesradio.se)

Si parla ancora di offerte…

Se proprio ieri non potevamo segnalarVi maggiori news sulla vicenda Saab e sulla sua vendita dopo il fallimento del 19 Dicembre eccoci oggi a presentarVi nuovi possibili interessati alla casa di Trollhättan. Oltre alle tre figure che Vi abbiamo già segnalato: il costruttore cinese Zhejiang Youngman, la società Turca Brightwell Holding e l’Indiana Mahindra & Mahindra Ltd. iniziano a farsi sempre più insistenti i nomi di nuovi interessati desiderosi di acquistare parti della casa di Trollhättan smembrando così il patrimonio ed il possibile nuovo futuro del marchio svedese. Proprio ieri l’Indiana Mahindra & Mahindra Ltd. sembra aver avanzato la sua offerta di acquisto dell’intero marchio scandinavo, ma la riservatezza imposta dagli Amministratori Fallimentari di Saab non sembra aver fornito maggiori dettagli in merito. Diverse società in questi giorni si stanno sempre più dando da fare per “mettere le mani” sulle ultime proprietà disponibili nella massa fallimentare del marchio svedese e diverse stanno conquistando le prime pagine dei quotidiani svedesi che stanno seguendo da vicino l’intera vicenda. Sverigesradio.se in un suo nuovo articolo ha confermato che la società svedese Innovatum Ab (che nei mesi scorsi si era interessata anche al Museo di Trollhättan) si sta muovendo per avanzare una propria offerta di acquisto, assieme ad un privato investitore svedese, relativa alle strutture ed alle tecnologie legate all’Elettrico sviluppate da Saab negli ultimi anni, ma il Presidente di Innovatum Ab Mr. Helmersson chiamato a commentare tale indiscrezione, ha rifiutato categoricamente di rilasciare dichiarazioni. Interesse verso le ultime tecnologie elettriche anche da parte della cinese Beijing Automotive Baic che in collaborazione con il noto produttore di batterie giapponese Panasonic sembrano sempre più desiderosi di acquistare l’intera linea di produzione delle vetture elettriche Saab denominate ePower presentate nel 2010 al Salone dell’Auto di Parigi. Se diversi mesi fa il portavoce di Volvo Cars Mr. Per Ake Froberg rifiutava di confermare o negare l’interesse di Volvo sulla vicenda Saab, oggi l’azienda di Göteborg non si cela dietro un “no comment”, ma al contrario dichiara apertamente alla stampa le proprie intenzioni. Volvo Cars è interessata particolarmente alle strutture di Trollhättan ed alle sue attrezzature moderne di ultima generazione che “fanno gola” a qualsiasi casa automobilistica come conferma lo stesso Mr. Froberg “Si, vogliamo acquistare diverse parti di Saab. Le sue attrezzature e le moderne macchine utensili ad esempio sono davvero interessanti, ma è troppo presto per dire qualcosa di più” afferma il portavoce di Volvo Cars che conclude “Non conosco esattamente in quale fase del processo di vendita siamo, ma credo che gli Amministratori Fallimentari si pronunceranno in materia”.

4 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. nazario

    Adesso ci manca che comincino a vendere la SAAB a pezzi. Sarebbe sicuramente la sua fine. Da questi curatori fallimentari ci si potrebbe aspettare anche questo! Speriamo di no.

  2. Umberto

    MA SIAMO SICURI CHE QUESTI CURATORI FALLIMENTARI FACCIANO I REALI INTERESSI DELLA SAAB???
    SONO GIA’ STATI CRITICATI DA PIU’ PARTI (vedere nelle news precedenti), QUESTI MI SA TANTO CHE GIOCANO DALLA PARTE DI GM. 4000 MILA LAVORATORI SE NON RIAPRE LA PRODUZIONE DOVE PENSANO DI REINSERIRLI??? SONO MOLTO PERPLESSO OLTRE CHE AMAREGGIATO……………….

  3. Luigi

    Sembra che ora abbiano chiarito la loro posizione, ma fan e concessionari rimangono in attesa.

  4. sandro48

    mi piacerebbe capire a che gioco stanno giocando questi curatori fallimentari, se vogliono vendere integro il pacchetto SAAB oppure se vogliono svenderla a spezzatino? capisco che Volvo e Baic siano interessate, però … certo c’è qualcun altro che si sta facendo vivo, speriamo che non sia un fondo d’investimento o simili altrimenti dura dalla sera alla mattina, visto che gestiscono fondi virtuali e non reali, come invece hanno senza dubbio Youngman o Mahindra.

Lascia un commento