Mar 30

La Saab Experimental Vehicle Ev-1

Una foto del frontale della Saab Experimental Vehicle Ev-1 scattata al Saab Car Museum (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Una concept da film…

Eccoci nuovamente con un nuovo articolo dedicato alle concept car Saab. Questa volta dopo averVi presentato alcune delle più sconosciute concept ideate dalla casa svedese di Trollhättan eccoci a dedicare una nuova scheda ad una delle più conosciute: la Saab Experimental Vehicle Ev-1. Ideata nel 1985 la Saab Experimental Vehicle conosciuta dai più con il suo acronimo Ev-1 è stata presentata al grande pubblico al Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte, in Germania il 12 Settembre del 1985. Dopo aver “messo le mani” su diversi modelli, tra cui l’iconica Saab 900, il marchio svedese presentava per la prima volta in Europa un nuovo prototipo completamente differente dai prodotti offerti nella sua gamma. Dopo solo un anno dal lancio della sua nuova ammiraglia Saab 9000 la casa di Trollhättan aveva ideato questa nuova concept basata sul telaio della Saab 900 Turbo ed al contrario dei prototipi lanciati fino ad allora non era stata creata per essere destinata alla produzione, la Ev-1 era un veicolo sperimentale anche se completamente funzionante. Progettata dal noto designer svedese Mr. Björn Envall presso il Saab Design Center di Trollhättan la coupé sportiva aveva preso forma presso gli stabilimenti Mellberg a Nyköping in Svezia, dove Saab dal suo inizio ha posto la sede dedicata a ricambi ed accessori Saab Parts Ab. Lo stile futuristico della concept ideata da Mr. Envall proponeva celle solari montate sulla struttura in vetro del tettuccio, una soluzione innovativa e funzionale che secondo il progettista doveva alimentare il sistema di climatizzazione dell’auto evitando surriscaldamenti dell’abitacolo. Lo scopo principale di questa nuovissima e futuristica vettura era quello di testare materiali, componenti e tecnologie da fornire poi nella propria gamma reale, ma al contrario di qualsiasi prototipo prodotto fino ad allora, la Ev-1 poteva benissimo essere utilizzata nella guida di tutti i gironi anche in condizioni climatiche estreme, una caratteristica unica nel suo genere che non si riscontra neanche nelle più recenti concept car.

Ancora una foto che mostra il tre quarti anteriore della futuristica concept car (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Il design della Ev-1 è stato capace di coniugare linee decise e filanti con dispositivi e materiali unici nel proprio genere. Oltre alle già citate celle solari poste sul tetto della vettura, la Ev-1 era dotata di fari ad alta efficenza e nonostante le loro ridotte dimensioni erano in grado di illuminare un area anteriore maggiore di quello dei normali proiettori installati sulle vetture messe in commercio allora. Diverse parti anteriori e posteriori erano state costruite in materiale plastico rinforzato con fibre aramidiche questo nuovo tipo di prodotto era capace di regalare leggerezza e robustezza alla vettura in caso di impatto, la sua forma era stata infatti studiata per risultare capace di assorbire l’impatto e riprendere la forma originaria. Le più severe norme di sicurezza erano state superate grazie alle diverse strutture in fibra di carbonio poste all’interno delle portiere, una soluzione innovativa che non incideva sul peso complessivo della vettura, ma garantiva un eccellente livello di protezione agli occupanti. Sempre in tema di leggerezza i sedili anteriori elettrici grazie alla loro struttura ed ai materiali utlizzati pesavano solo la metà di un normale sedile, ma garantivano perfino la possibilità di regolare i supporti lombari. Escludendo l’asse ed il telaio leggermente modificato, gran parte della sua struttura interna proveniva dalla Saab 900 Turbo 16, anche il propulsore era stato leggermente modificato ed il Turbo 16 installato sulla Ev-1 era capace di erogare 285cv e regalare uno scatto da 0 a cento chilometri orari in soli 5,9 secondi, un vero record che dava alla concept car prestazioni paragonabili a quelle delle più blasonate auto sportive allora prodotte.

Una foto che mostra il vano motore della Saab Experimental Vehicle Ev-1 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Per concludere Vi segnaliamo una piccola curiosità, che sarà certamente conosciuta dai più fedeli fans del brand scandinavo, la futuristica Saab Ev-1 è stata immortalata anche durante le registrazioni del celebre film americano “Ritorno al Futuro II” del 1989, in diverse scene ambientate in un ipotetico futuro la Ev-1 faceva ottima mostra di se accanto a vetture ideate dalla fantasia degli sceneggiatori.

Un ultima foto ufficiale che mostra il tre quarti posteriore della vettura (Photo Credit: Saab Automobile Ab)