«

»

Mar 15

SAAB|news

Mr. Jan-Åke Jonsson ritorna al lavoro

Una foto di repertorio di Mr. Jan-Åke Jonsson immortalato nel suo ufficio Saab in Svezia (Photo Credit: Vi Bilägare)

Membro del main-board di Vattenfall…

La testata svedese Vi Bilägare, che pochi giorni fa aveva pubblicate un interessante reportage sulla situazione ricambi del marchio Saab ha segnalato tramite il suo portale web una nuova notizia che vede protagonista l’ex Ceo scandinavo di Saab Automobile Ab Mr. Jan-Åke Jonsson. Dopo aver lavorato per oltre 38 anni presso la casa di Trollhättan ed aver vissuto in prima persona le crisi e le rinascite dell’azienda scandinava, il manager svedese Mr. Jonsson si era ritirato dalla società per esigenze personali, voleva rimanere sempre più vicino alla propria famiglia che aveva “sacrificato” per seguire Saab, dimissioni comprensibili a cui seguì un periodo ancora più nero per Saab che venne posta sulle spalle del manager olandese Mr. Muller. Storia passata ormai che torna a riaffiorare, Venerdì 25 Marzo 2011 Mr. Jan-Åke Jonsson abbandonava ufficialmente gli stabilimenti di Trollhättan e da allora Saab dopo diversi problemi ha dichiarato fallimento e si ritrova nuovamente sul mercato, ma questi cambiamenti non hanno visto solo l’azienda protagonista, anche l’ex Ceo svedese infatti ha rivisto le proprie scelte e sembra pronto a ritornare al lavoro. Mr. Jan-Åke Jonsson sembra intenzionato ad entrare nel Consiglio di Amministrazione della società statale dell’Energia Vattenfall. L’ingresso come membro nel Consiglio potrà però essere confermato solo durante la prossima Assemblea Generale prevista per il 25 Aprile. Lasciamo ogni commento ai nostri fedeli lettori.

6 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Umberto

    Io sono convinto che se ne andò perchè aveva capito tutto, incluso “i papocchi” di mr. spyker
    Lui è un  UOMO SAAB e i cinesi dovrebbero puntare su di lui come futuro CEO SAAB.
    MR JAN AKE JONSSON………..yessssssssssssssssss !!!

  2. Gigi

    Sai che anch’io inizio a credere che Mr. Jonsson ci aveva visto lungo? Vedremo.

  3. sandro48

    Personalmente ne ho un gran ricordo perchè mi fece avere in tre giorni un ricambio che non si trovava da nessuna parte, ne’ Europa ne’ USA. A parte questo, dopo 38 anni in SAAB aveva capito da un pezzo che aria tirava con la gestione GM ed al momento giusto ha fatto ciao, indubbiamente un bel professionista. Persone in gamba come Jonsson non si trovano ad ogni angolo e non credo che tornerebbe di nuovo a Trollhattan in questi momenti.

  4. Luigi

    Condivido quanto esposto da tutti fino ad ora. Mr. Jonsson aveva visto lontano.

  5. luca saab

    Non e’che ci volesse molto x capire che aria tirava ai tempi della prima “ristrutturazione” nel 2010,sicuro e’ che JJ aveva capito molto bene la strategia di VM,e piuttosto che scornarsi,come aveva sempre fatto con GM,diciamo che gli e’ stato caldamente consigliato di togliersi dai piedi,con la giustificazione di “problemi familiari”, o come molti dicevano che era cotto e bollito… sicuramente una ottima buona uscita (fin che ce n’erano di soldi) se l’e’ presa…
    Comunque a mio avviso JJ non era cotto e tantomeno bollito,
    l’unico rammarico e’ che abbia mollato  proprio quest’ utima battaglia la decisiva,ne avremmo viste delle belle se avesse potuto fare il suo compito come CEO di SAAB,sicuramente VM non avrebbe avuto pieni poteri,e con un uomo SAAB come JJ sicuramente le cose non avrebbero preso la via del fallimento…..
    Ma purtroppo con i se e con i ma non si va da nessuna parte….
    Confidiamo nei curatori fallimentari,che lascino un po’ di polpa almeno loro…
    Saluti a tutti e che Dio ci aiuti.

  6. umberto

    E CHE DIO CI AIUTI VERAMENTE…………

Lascia un commento