«

»

Apr 17

SAAB|news

Le valutazioni degli Amministratori Fallimentari

Una foto scattata durante la conferenza che mostra in primo piano Mr. Hans Bergqvist (Photo Credit: Bt.se)

Nuove dichiarazioni…

Oggi la testata svedese Ttela ha proposto con un nuovo articolo alcune interessanti dichiarazioni degli Amministratori Fallimentari di Saab. Mr. Hans Bergqvist che solitamente non si è mai reso disponibile ai mass media, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la nuova conferenza stampa di oggi che sembrano fornire maggiore luce sulla vicenda Saab. Sembra che le figure interessate alla casa di Trollhättan hanno avanzato le loro offerte di acquisto come Vi avevamo segnalato, ed in queste ore sembrano avanzare le prime cifre proposte dai soggetti interessati. Le intenzioni degli Amministratori Fallimentari sono chiare “Vogliamo un offerta che copra il più possibile il valore calcolatoafferma Mr. Bergqvist che continuando dichiara “Non lavoriamo sui crediti, ma solo su cifre realmente disponibili e questo ci porta a non lavorare con gli speculatori, ma solo con soggetti davvero interessati”. Il pagamento della soluzione completa secondo quanto descritto dal quotidiano scandinavo dovrà essere pagato in contanti e durante la conferenza stampa di oggi Mr. Hans Bergqvist ha confermato di aver già avviato un processo che possa definire chi sono i candidati che potranno realmente fornire le cifre indicate nelle loro offerte di acquisto. “Non ci siamo ancora, ma ci stiamo muovendo in avanti, non posso indicare il tempo esatto, ma l’acquisizione di Saab sarà completata entro l’estate” afferma sempre Mr. Bergqvist. Il lavoro degli Amministratori Fallimentari non si concluderà tra poco ed il team dei curatori fallimentari ha confermato di non abbandonare il marchio fino a quando non sarà delineato il suo futuro “La nostra missione sarà finita quando sarà presentato il denaro sul tavolo” riassume Mr. Bergqvist che conferma il duro lavoro in corso “Stiamo valutando non solo i Business Plan presentati, ma anche la loro fattibilità e le risorse economiche dietro di essi, per sapere se potranno effettivamente essere realizzati. Ora stiamo valutando le diverse offerte presentate e prossimamente le confronteremo tra di loro” conferma Mr. Bergqvist che concludendo afferma “Dobbiamo trovare i fondi per finanziare la massa fallimentare e mantenere attivo l’impianto di Trollhättan a cui è collegato un mercato internazionale”.

7 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Vector
    Vector

    e mo aspettiam estate intant è paxato 1 anno!!

  2. Gigi

    Anche a me tutta questa attesa fa sempre più paura

  3. Umberto

    E’ passato un anno, ma le colpe io le indirizzerei a GM (GRAN MA**A) che ha rotto il caxxo per i cinesi,a VM che ha pensato solo ai suoi interessi ed agli interessi della spyker, al teatrino della riorganizzazione volontaria,il governo contro il russo, più chissà quali cose che non sono mai state dette………..NOI NON MOLLIAMO MAI !!!

  4. gianb

    Se i tempi sono questi, la produzione ripartirà a fine 2013 e a quel punto sarà troppo tardi. Troppa lentezza! Stanno affossando Saab.

  5. paolo

    Ragazzi, chi avrebbe il coraggio di accollarsi un debito così enorme, estinguerlo tutto e poi investire altrettanto per far ripartire la società?
    Mah, di sti tempi la vedo molto ardua: i numeri sono impietosi e da quelli non si sfugge.
    Comunque incrociamo le dita e in bocca al lupo!!

  6. Luigi

    Errore Paolo
    Il nuovo proprietario non è tenuto a ripagare i debiti accumulati, ma solo ed esclusivamente il valore dell’azienda. In poche parole chi compra non deve pagare 13 Mld di Sek, ma solo 3,6 Mld di Sek.

  7. GIGIO

    … Siamo piu egoisti , intanto ricomincino i ricambi che non è poco per noi
    …. Urcudighel !!!!!!

Lascia un commento