«

»

Apr 06

SAAB|news

L’ipotetica Saab 9-6X

Il rendering dell'ipotetica medio/grande Suv Saab 9-6X (Photo Credit: GmInsideNews.com)

Una crossover media…

Vi abbiamo già segnalato in passato le proposte grafiche di un giovane talentuoso designer Mr. G. Loizou ed oggi continuiamo a proporVi proprio un lavoro del fan Saab. Questa volta protagonista della sua “matita” virtuale è un ipotetica crossover di medie dimensioni battezzata “Saab 9-6X” chiara concorrente delle Suv medie premium oggi in commercio. Il progetto è datato 2007 e la consueta analisi delineata da Mr. G. Loizou è come sempre ottima per presentare questa sognata Suv media. Dopo l’ingresso nella gamma Saab della più piccola 9-4X il segmento dei crossover premium poteva portare a Saab nuova linfa vitale nelle vendite secondo il giovane designer che vedeva questa nuova 9-6X a metà strada tra le medie e le grandi dimensioni, un nuovo segmento che poteva vedere concorrenti le celebri Q7, X5 e Mdx. Diversi clienti hanno abbandonato il marchio di Trollhättan per la mancanza di un prodotto simile e “grazie alle solide basi rappresentate dal colosso di Detroit, Saab poteva riprendere quote di mercato insperate” secondo il giovane designer che progettando tale vettura nel 2007 prevedeva un lungo futuro dell’era General Motors. La Saab 9-6X doveva offrire qualcosa che le sue concorrenti non potevano dare al consumatore, dettagli innovativi che potevano rendere unico questo nuovo prodotto, secondo Mr. G. Loizou la Saab 9-6X poteva presentare pedane integrate nella carrozzeria per facilitare l’ingresso nell’abitacolo, sedili elettronici riscaldati e ventilati capaci di girarsi su se stessi per formare un vero salotto dietro il conducente, ma soprattutto questa media crossover Saab doveva puntare sul design.

In questo segmento Saab doveva lanciarsi al meglio grazie alla propria linea al suo stile minimale e scandinavo, il design della 9-6X doveva diventare il sinonimo della sua evoluzione stilistica. Basata sulla piattaforma “Lambda” di proprietà di General Motors la Saab 9-6X poteva prendere forma e grazie a sospensioni a ruote indipendenti ed al nuovo sistema ReAxs poteva garantire qualità da fuoristrada normalmente non richieste a vetture di questo segmento. L’altezza dal suolo ed i propulsori 3.0 V6 da 300cv e 3.6 V6 da 380cv per la sua versione Aero potevano regalare alla Saab 9-6X le doti indispensabili per competere nel difficile segmento delle Suv premium. Una crossover sportiva di lusso capace di essere paragonata alle conosciute Porsche Cayenne e Acura Mdx molto apprezzate dalla clientela oltreoceano. La Saab 9-6X non veniva solo proposta con qualità tecniche pari se non migliori a quelle delle sue concorrenti, ma secondo Mr. G. Loizou doveva essere lanciata sul mercato anche in versione Ibrida “Dual Mode” capace di risparmiare carburante e ridurre le emissioni nocive di Co2 durante i piccoli spostamenti. Una vettura da sette posti con trazione integrale, propulsori Ibridi capaci di regalare feeling sportivi e dinamici a differenza delle sue imponenti dimensioni che doveva essere lanciata nel 2009/2010, ipotesi che è rimasta solo un sogno per ora, ma che un nuovo proprietario (legato da anni al settore dei Suv) potrebbe far rinascere.

2 comments

  1. sandro48

    Premesso che i cosiddetti SUV li vedo solo in città non vedo la necessità di pedane integrate o a scomparsa che mi ricordano quelle dei tram degli anni 50-60. Comunque questo rendering è ripugnante, sembra che l’abbiano gonfiato a 6 atm.

  2. Villatirrena

    Lo comprerei subito, e’ originale e pieno di design minimalista.

Lascia un commento